depenalizzazioni-disinformazione

Alcune testate che reputano i propri lettori dei dementi hanno fatto circolare questa news:

Il Consiglio dei Ministri ha varato, in notturna, il testo del Decreto legislativo di attuazione della Legge delega 67/2014 che prevede, di fatto,la cancellazione (ma loro preferiscono chiamarla depenalizzazione) di alcuni reati definiti “minori”, ma che sono di fatto l’incubo di molti cittadini. Lo scenario che se ne può derivare è il completo far-west. C’è di che aver paura…

Già il partire con quell’incipit sull’aver varato in “notturna” una delega la dice lunga sulla malafede con cui poi l’articolo vero e proprio viene redatto! Non ho voglia e tempo di andare a spulciare punto per punto la cosa, se siete così uTonti da pigliarla per buona ammetto che non meritate alcun aiuto, tanto non vi convincereste.

Vi riporto solo i primi tre che vengono citati, quelli che riguarderebbero la Microcriminalità, secondo i nostri “amici disinformatori” la delega 67/2014 depenalizza la microcriminalità:

Cosa non sarà più punito
Secondo quanto previsto dalla Legge Delega non si finirà più in carcere per 112 reati tra cui questi:

  • La cosiddetta “microcriminalità”: Esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza, Furto, Appropriazione indebita

Allora, l’Esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza si rifà all’Art. 392 del codice penale:

Art. 392.
Esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose.

Chiunque, al fine di esercitare un preteso diritto, potendo ricorrere al giudice, si fa arbitrariamente ragione da sé medesimo, mediante violenza sulle cose, è punito a querela della persona offesa, con la multa fino a euro 516.
Agli effetti della legge penale, si ha violenza sulle cose allorché la cosa viene danneggiata o trasformata, o ne è mutata la destinazione.
Si ha, altresì, violenza sulle cose allorché un programma informatico viene alterato, modificato o cancellato in tutto o in parte ovvero viene impedito o turbato il funzionamento di un sistema informatico o telematico.

Non è tra quelli depenalizzati, ma tanto i nostri amici truffaldini invece che linkarvi la delega di legge 67/2014 hanno ben visto di linkarne una del 1999, tanto com,e già detto reputano i propri lettori incapaci di mettere in dubbio le loro parole.

Anche il furto non è stato depenalizzato, e neppure l’Appropriazione indebita! È necessario andare oltre? Non credo, quando della gentaglia a fini politici inizia un articolo con questo quantitativo di disinformazione il mio perdere tempo con loro è inutile, tanto i loro lettori rimarranno convinti della propria idea, e i redattori (consci d’esser in malafede) se ne infischiano di un articolo che li sbeffeggi, a loro non interessa Butac, solo creare sdegno in qualche uTonto in più per guadagnare preferenze elettorali. È davvero trsite, alla fine quasi spero che si tratti di bufalocomicari, che diffondono fuffa per divertimento, ma tristemente dai commenti che ho visto circolare capisco che ci meritiamo davvero di tutto!

Sia chiaro, che altre depenalizzazioni sono state fatte, e sono reali, anche se andrebbero spiegate con più testa, noi ci avevamo provato parlando del reato d’occupazione abusiva, ma anche nei commenti su Facebook ho tristemente notato l’alta percentuale di gente che non legge, ma commenta a membro di segugio!