Sporcaccioni che non siete altro. Spiegatemi una cosa, ma se non circolasse il messaggio:

Attenzione è in circolazione uno o più post di Pinco Pallino con scritto private video non aprire perché sono virus.. grazie ..condividete a più non posso grazie. So che lo farete in tanti perché siete delle persone stupende. Ancora grazie amici

Voi ricevete un messaggio da un amico con scritto private video e come prima cosa andate a vedere il link? Non chiedete delucidazioni nella stessa chat all’amico che ve l’ha mandato?

Siete maliziosi e ve le andate a cercare… suvvia.

Regola numero uno

La regola numero uno del web è: mai aprire un allegato se non sei sicuro che fosse per te o di chi te l’ha inviato. Ricevere un messaggio privato, assolutamente generico, con un non precisato link che rimanda chissà dove è un chiaro sintomo che avete un amico che è stato colpito da un virus informatico, probabilmente un trojan che ha colpito la sua messaggistica. Seguire quel link porterà potenzialmente anche voi a installare lo stesso virus. Queste sono regole base.

Il virus

Venendo al messaggio che circola con un ben precisato nome utente, e che viene diffuso, per ora, in ambienti legati al Movimento 5 stelle, bisogna precisare alcune cose. È vero, qualche anno fa circolava un trojan che funzionava esattamente così. Che sia tornato in circolazione? Tutto è possibile. Quello che fa pensare alla probabile bufala è quel nome preciso. Il virus, fosse reale, si propagava a chiunque avesse seguito il link, e in poche ore tutta la sua echo chamber avrebbe ricevuto lo stesso messaggio dagli altri della sua lista contatti. Questo non sembra essere successo. Quindi è molto più probabile che qualche simpaticone abbia scelto di diffondere l’allarme virus solo per attaccare una singola persona. Quella citata nell’allarme virus.

Nulla di nuovo. Usare sistemi così per screditare soggetti che non stanno simpatici è la tipica evoluzione del bullo di scuola, il famoso leone da tastiera. In casi come questi oltretutto vagamente codardo.

LEGGI ANCHE:  La tenuta presidenziale di Castelporziano...

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!