Circola e viene ampiamente condivisa, soprattutto dagli animalisti dal cuore tenero, la tragica storia dell’ennesimo cane eroe, che stavolta avrebbe sventato un attentato; a noi è arrivato il link a un sito “al femminile” dal titolo Bigodino.it, ma cercando su Google ne escono fuori un sacco e una sporta.

La triste storia si svolge in Nigeria:

Questo episodio è accaduto in una città nigeriana. I cittadini si erano riuniti per celebrare il felice matrimonio tra una giovane coppia innamorata. Ma qualcosa ha stravolto i loro piani… durante la cerimonia il cane della famiglia ha, inaspettatamente, attaccato una piccola bambina innocente. Le sue grida hanno spaventato tutti gli ospiti, rimasti pietrificati dinanzi alla scena. L’animale l’ha costretta ad uscire dalla struttura… Cosa stava succedendo? Era solo una bambina! Era impazzito! Questi i pensieri di quelle persone terrorizzate. Ma poi all’esterno è accaduto l’impensabile… BOOOOOOOOOM!

Ovviamente mancano tutti i riferimenti: luogo, data, nomi… ma ormai ci siamo abituati.

Quella bambina innocente era un kamikaze inviato dall’associazione terroristica Boko Haram. Il suo compito era quello di farsi saltare in aria e portare con se più vite possibili. Voi avreste mai sospettato di un’angelica bambina? Ma per fortuna questo cane si, ha seguito il suo istinto e ha evitato una tragedia!

Purtroppo, per salvare tutti quegli esseri umani, ha sacrificato la sua stessa vita. E’ morto con l’esplosione ma il suo gesto ha salvato tutte le altre vite. Se non fosse stato per lui, adesso c’era chi contava i morti e chi cercava le parti dei corpi saltati in aria, per rimetterle insieme.

Preghiamo notare l’Associazione Terroristica Boko Haram: non vi fa venire in mente quei manifestini con le attività in programma (torneo di briscola, ballo liscio) e la frase finale: FATEVI SOCI?

C’è anche la foto del funerale di un cane: stranamente le persone che lo circondano sembrano di carnagione un po’ troppo chiara per dei tipici nigeriani.

LEGGI ANCHE:  Troppa trippa, parte 2

Il mondo adesso lo sta piangendo e noi, tutti insieme, stiamo pregando per lui. Questo cane merita il nostro e il vostro rispetto. E, soprattutto merita un’enorme GRAZIE!

Facciamo conoscere a tutti questo EROE e ciò che ha fatto, se lo merita! Condividete la sua storia, augurategli un sereno ponte dell’arcobaleno e pregate per questa gente, amici.

CIAO piccolo, RIP….

La pagina Bigodino.it riporta anche una fonte, una pagina in lingua portoghese intitolata Històrias com Valor, che non ci dice niente di nuovo in quanto l’articolo è quasi esattamente lo stesso; c’è anche un disclaimer:

LA FONTE E’ STATA VERIFICA ED E’ ATTENDIBILE, LA STORIA E’ REALMENTE ACCADUTA NELLE DINAMICHE RACCONTATE. LA FOTO DEL CANE E’ UNA FOTO DI REPERTORIO POICHE’ LA VERA IMMAGINE  ERA TROPPO FORTE DA MOSTRARE ALL’OCCHIO UMANO.

Infatti la foto del funerale è quella di un vero cane eroe, Zanjeer, morto nel 2000, al quale furono tributati altissimi onori per aver salvato migliaia di vite rilevando esplosivi e detonatori durante gli attentati di Mumbai di sette anni prima.

La foto dell’attentato, invece, si riferisce veramente ad un’azione di Boko Haram in Nigeria: peccato che non si trattasse di un matrimonio bensì di una strage avvenuta al mercato di Maiduguri il 31 luglio 2015.

Ci chiediamo come diavolo abbiano fatto quelli di Bigodino a verificare la fonte, dato che mancano tutti i dettagli che sarebbero indispensabili; ancora una volta, un articolo assolutamente inutile che serve soltanto a riempire una pagina web e, purtroppo, a essere condiviso innumerevoli volte.

AGGIORNAMENTO

Il sito Bufale.net riporta che la notizia è vera: secondo la testata online nigeriana Premium Times il fatto sarebbe avvenuto nella città di Maiduguri ai primi di questo mese e farebbe parte di una serie di quattro atttentati accaduti nello stesso giorno e nella stessa città.

Non si sa se il cane fosse un animale qualsiasi oppure uno specificamente addestrato a riconoscere gli esplosivi; secondo Premium Times è consuetudine in quel Paese dotarsi di cani anti-esplosivi, data la situazione in cui la gente si trova a vivere.

LEGGI ANCHE:  La finta cieca che non è finta...

Fonte: Panorama.it

Lady Cocca

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!