RENZI-IBC-FONDI

In tanti mi avete segnalato questo meme e i vari articoli che l’accompagnano. Avevo evitato di trattare la cosa perché non è una bufala, disinformazione a senso unico sicuramente, arma a doppio taglio per i vari che la stanno condividendo in forma aggressiva contro l’attuale governo (visto che sotto diverso Premier il fondo era stato portato a ZERO) ma comunque non è bella cosa.

10418964_10152783804548704_6309268046870961713_n

La storia che Renzi abbia tagliato 100 milioni dai fondi per i non autosufficienti non è una bufala, ma la storia va raccontata per bene. Il fondo per i non auto sufficienti esiste dal 2006, inizialmente con 100 milioni stanziati per il 2007, poi 300 per il 2008 e 400 per il 2009, 400 per il 2010, e zero nel 2011 e 2012. Per il 2013 si erano stanziati 275 milioni e nel 2014 275 (più 75 per interventi di assistenza domiciliare per le persone affette da disabilità gravi e gravissime, che  introduceva l’erogazione nel 2014, senza però prevederne un seguito), oggi la Legge di stabilità per il 2015 ne ha stanziati 250, 100 (complessivi) in meno di un anno fa, 25 in meno di due anni fa, 250 in più rispetto a 3 e 4 anni fa. Ma chissà come mai gli stessi che oggi si lamentano nel 2011 e 12 stavano zitti, oggi paladini dei disabili, due anni fa, quando un altro governo aveva azzerato del tutto quel fondo, zitti e muti. Davvero curioso!

Ciò non toglie, il meme è disinformazione, ma la storia è reale, e quei fondi (controllando attentamente a chi vengono erogati -ma questo devono farlo le regioni, non lo Stato) andrebbero aumentati di anno in anno, seguendo un calendario preciso, in modo che chi li riceve possa programmare anche interventi a lungo termine, perché è questo che serve a chi ha bisogno, la costanza dell’intervento, non il contentino per un anno. Detto ciò io continuo ad avere dubbi su come poi vengano usati quei fondi dalle regioni, perché di “organizzazioni senza fini di lucro” dubbiose che si occupano di questo ne ho scovate tante, anche nella mia città.

Sono per l’aumento dei fondi dedicati ai malati gravi, come sono per l’aumento dei fondi dedicati alla ricerca, e l’abrogazione di alcune delle normative restrittive che la limitano in Italia, spero che questo Governo (o il prossimo, qualunque colore abbia) sappia capire che c’è bisogno di più fondi in questi campi che negli altri. Il welfare è sempre importantissimo, come vengono trattati i malati (e i poveri) di un paese è il primo sintomo di civiltà, dove queste persone perdono la dignità è un posto dove non vorrei vivere.

In Italia oltretutto abbiamo una piaga sociale, che sono i finti invalidi e le finte associazione invalidi, entrambe le categorie cuccano parte di quei fondi, per disattenzione dalle Regioni o collusione, stateci sempre attenti! Questi sono parassiti, gente che sfrutta la malattia per tirare a campare, rubando i soldi a chi invece ne avrebbe davvero bisogno.

E concludiamo in bruttezza, perché al brutto della cattiva informazione si aggiunge il livello che si raggiunge nei commenti che l’accompagnano:

 

mussolini-renzimeme1