Glenn Thomas e gli sciacalli della rete!

11
82

Premessa, in questo piccolo articolo ho perso il mio solito aplomb britannico e mi sono scagliato malamente verso una certa categoria di persone, se siete infastiditi dal linguaggio scurrile e vi danno noia le parolacce ridondanti, beh, questo non è posto per voi…

GLENNTJHOMAS2
Direi sia passato sufficiente tempo dalla tragedia del volo MH17 da poterci permettere di parlare della questione. Come vi avevamo già raccontato  il co founder di Butac Paolo Costa era collega con il povero Glenn Thomas ex giornalista della BBC ora in forze appunto all’OMS.

Glenn Thomas è morto su quel volo insieme a tanti altri innocenti, nessuno di loro era bersaglio di un complotto, nessuno di loro trasportava chissà quali segreti.

Si è trattato di una grande tragedia internazionale, pensate quanto può esserlo stato  per chi aveva parenti, amici e colleghi a bordo di quel volo…

Eppure qualche stronzo (si stronzo, la parola calza a pennello stavolta) che deve cagare fuori dal vaso c’è sempre, sciacalli che non aspettano altro che tragedie come questa per ricamarci sopra, intessere storie, per vendere al proprio pubblico nuovi complotti, nuove fuffate.

Sul volo MH17 ci hanno davvero dato dentro tutti, ho visto post del terrazzinaro Mr Nò, qualcosa di Mr Sù la testa, e ho visto post  come quello del signore di cui andiamo a parlare ora:

Glenn Thomas, autorevole consulente dell’OMS a Ginevra, esperto in AIDS e, soprattutto, in Virus Ebola, era a bordo del Boeing 777 della Malaysia Airlines abbattuto ai confini tra l’Ucraina e la Russia.

Glenn Thomas era anche il coordinatore dei media ed era coinvolto nelle inchieste che stavano portando alla luce le controverse operazioni di sperimentazione di virus Ebola nel laboratorio di armi biologiche presso l’ospedale di Kenema. Ora che questo laboratorio è stato chiuso per volontà del Governo della Sierra Leone, emergono ulteriori particolari in merito agli interessi che nascosti dietro la sua gestione.

Bill e Melinda Gates hanno connessioni con i laboratori di armi biologiche situati a Kenema, epicentro dell’epidemia di Ebola sviluppatasi dall’ospedale dove erano in corso trial clinici sugli esseri umani per lo sviluppo del relativo vaccino, e ora, a seguito dell’avvio di un’indagine informale, emerge il nome di George Soros che, tramite la sua Fondazione, finanzia lo stesso laboratorio di armi biologiche.

Glenn Thomas era a conoscenza di prove concrete che dimostravano come il laboratorio aveva manipolato diagnosi positive per Ebola [per conto della Tulane University] al fine di giustificare un trattamento sanitario coercitivo alla popolazione e sottoporla al trattamento sperimentale del vaccino che, in realtà, trasmetteva loro Ebola. Glenn Thomas aveva rifiutano di andare avanti con il cover up, a differenza di taluni che lavorano al nostro Istituto Superiore di Sanità e sono adesso ben sono consapevoli che Glenn Thomas è stato assassinato.

Di tutto quello che vedete riportato qui sopra l’unica parte che ha collegamenti con la realtà è quella riguardo al fatto che lavorasse all’OMS ! Ma non per delle fantomatiche conoscenze sull’AIDS, o su Ebola, ma per le sue capacità comunicative, difatti Thomas era un ex giornalista della BBC con nessuna specifica competenza medica, solo era bravo, così bravo da lavorare all’OMS da oltre 10 anni non come medico, ma come parte del team che si occupa della comunicazione…come il nostro caro Paolo Costa (famigerato bassista), che non è all’OMS perché esperto di medicina, ma perché si è laureato in Scienza delle patatine della comunicazione e lavora anche  lui in quel team.  Nessun complotto, nessun segreto…lavori come se ne fanno mille, lavori che servono perché queste organizzazioni possano veicolare informazioni al mondo, lavori importanti e necessari…lavori che non possono venire infangati dalle farneticazioni di un complottaro!

LEGGI ANCHE:  Il pilota ucraino e le bufale sul web

opensociety

Nel pezzo su Glenn Thomas  si sostiene che un possibile mandante dell’assassinio sia George Soros che avrebbe avuto ragione di volerlo morto per i suoi investimenti nel triangolo della morte di Ebola…

Il miliardario George Soros, attraverso la Fondazione Soros Open Society, per molti anni ha attuato“investimenti significativi“ nel “triangolo della morte Ebola” della Sierra Leone, Liberia e Guinea. Pertanto,George Soros avevaun movente per uccidere il portavoce OMS Glenn Thomas per fermare la diffusione di notizie attraverso i canali ufficiali che l’epidemia di Ebola è stata orchestrata a tavolino in un laboratorio di armi biologiche.

È vero esiste quella fondazione, è vero ha reso disponibili grosse somme di denaro in Africa, ma in tutto il paese, non solo dove si è sviluppata l’emergenza…e lo fa da tempo: visto che lo scopo dell’Open Society è investire fondi in paesi poveri dove portare democrazia…non sono propriamente investimenti, si tratta di beneficenza fatta in forma diversa che donando all’offertorio…quindi con notevoli sgravi fiscali, non ho dubbi che se non ci fossero quegli sgravi tanti  non donerebbero fondi in questa maniera, ma da qui a vederli come mandanti di una strage come quella del volo MH17 ce ne possa di acqua sotto ai ponti…

Poi sempre questo stesso articoletto insinua che ci fosse dietro la chiusura dei fantomatici laboratori di Kenema in Sierra Leone, laboratori finanziati dai coniugi Gates e dallo stesso Soros oltre che dal ministero della difesa…peccato che il comunicato che si trova come fonte:

In a sign that the Sierra Leone goverment has begun to fight back against the orchestrated ebola outbreak, The Ministry of Health and Sanitation announced yesterday it had ordered Tulane University to stop ebola testing and the US bioweapons laboratory at Kenema to be relocated in response to growing anger from locals.

sia lievemente diverso da quello veramente apparso sulla pagina Facebook del Ministero della salute della Sierra Leone:

The EOC members under the leadership of the Honourable Minister of Health and Sanitation unanimously decided at the July 22nd 2014 meeting that the following actions be effected immediately:

  • That all new confirmed cases be admitted at the Treatment Center in Kailahun whiles the Ministry and its partners work on relocating the Treatment Center in Kenema out of the Kenema Government Hospital Premise to another location as requested by health workers and the people of Kenema
  •  The existing patients at the treatment center in Kenema continue to be cared for at that center with enhanced Infection Prevention Control and nursing care
  •  More health personnel be trained in Infection Prevention Control and nursing care
  •  Tulane University to stop Ebola testing during the current Ebola outbreak
  •  Center for Disease Control (CDC) to officially send their findings and recommendations from the assessment of the laboratory and treatment center in Kenema
  •  The Ministry of Health and Sanitation to proceed with the procurement of three vehicles currently in country for contact tracing and surveillance

Non vedo scritta da nessuna parte la parola bioweapons…sono congetture di gente paranoica…e difatti il post originale di questa fuffa sono articoli da pagine che trattano eugenetica, complotti e paranoie americane, tra cui l’unico ed inimitabile David Icke, capo fuffaro di tanti complottari di casa nostra!

LEGGI ANCHE:  Jo Cox e gli sciacalli

In Italia questa fuffa per ora l’ho vista condividere da: Affari Italiani, MedNat, Disinformazione.it, Il grande cocomero (che sembra il traduttore ufficiale) …e vari ed eventuali piccoli blog fuffari…io vedo una regia, che collega affariitaliani agli anti vaccinisti e alla pseudo scienza…ed essendo nel mucchio l’unica testata registrata, oltretutto con un discreto numero di lettori, vi prego, statene lontani, questa non è gente di cui fidarsi, che si tratti appunto di affari o di notizie….chi condivide roba che ha le fonti di cui sopra non può essere testata così letta…

Spero che chi ha redatto, tradotto e postato la robaccia che vi ho appena analizzato la notte dorma male, molto male, conto su casi di diarrea fulminante…

Non posso dire molto altro, io Glenn Thomas non sapevo chi fosse finché Paolo non mi ha raccontato quel che era successo, credo sia carino usare le parole che lo stesso Paolo aveva postato quel giorno:

Glenn was a dear friend of mine. We met only three months ago, but it was more than enough to understand how a wonderful person he was.

He was kind.
He was funny.
He was a great chef.

And unfortunately, he was on Flight MH17.

We will never forget you, my friend.

GlennThomas

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

Articolo precedenteLe sirene trovate a Lampedusa
Articolo successivoTop ten di BUTAC, 9 agosto 2014
45 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre duemila e trecento articoli come autore, oltre a qualche collaborazione esterna. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Butac in due anni e mezzo è passato da poche decine a svariate migliaia di utenti al giorno. Tre milioni di utenti singoli all’anno, confermando così la voglia e necessità di informazioni meno faziose. Come descrivermi? Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.