TETRAPAK2

Circola già da anni, ma ultimamente l’abbiamo rivista condividere su Facebook!
Sì, è vero che sotto le confezioni di TetraPak ci sono dei numerini rossi, ma non hanno nulla a che vedere con ri-pastorizzazioni e ri-sterilizzazioni di alimenti scaduti! Chi mette in giro queste notizie è un povero uTonto, al quale toglierei l’amicizia sui social network (come se non l’avessi già fatto!). Gli sarebbero bastati 5 minuti cinque di ricerche su Google per scoprire quanto di falso vi sia nel messaggio!
Analizziamolo per intero:

guardate quei numerini rossi….ci avete mai fatto caso?sapete cosa sono?la maggior parte di voi non lo sá e ve lo dico io……123456….sono i numeri di volte che la legge consente di riutilizzare il prodotto…il prodotto che ho preso é della semplice panna con scadenza nel 2014 prodotta alla fine 2012 quindi 2 anni di vita…poniamo un esempio che nel negozio in cui era in vendita non la venda…che fá ci perde soldi?certo che no la ridá indietro ed avrá in cambio una nuova…lo scopo di questo gesto?il prodotto verrá ribollito e pastorizzato ed ecco che sotto la confezione mancherá il numero uno così la catena puó continuare fino al numero 6..cioé un prodotto puó anke avere ben 12/18 anni sembra impossibile ma é una veritá nascosta…quindi consiglio a tutti di guardare sempre sotto le confezioni…e se i numeri ci sono tutti il prodotto é nuovo altrimenti é stato riusato…

Iniziamo col dire che in Italia non vi è nessuna legge che regolamenti una cosa del genere, quindi già nella seconda riga l’uTonto sbaglia di grosso! Poi veniamo alla cosa dei numerini veri e propri: sono sì presenti sotto ai contenitori di TetraPak, ma non sono altro che indicatori di bobina che rendono tracciabili alcune informazioni sullo stabilimento TetraPak che li ha piegati (e non ancora stampati, se si eccettuano appunto i numerini rossi). Le bobine di stampa arrivano fino a 7, dunque le cifre possono arrivare a 7, e non a 6 come indicato nel messaggio. Normalmente sono riportate solo 6 cifre in tutto e il numero mancante nella sequenza è la bobina di provenienza. Se non manca alcun numero (nessuno spazio vuoto) la bobina sarà la n° 6 nel caso di TetraPak normali, formati da 100ml, 500ml e 1 l. Altrimenti, per il formato da 200 ml, sarà la bobina 7! Tutto qui, nessun segreto nascosto, nessun mistero da svelare!

LEGGI ANCHE:  Il formaggio senza latte ci seppellirà?

Qui la fonte delle info, un’intervista di SpesaCritica a un dirigente TetraPak:
http://www.spesacritica.com/2012/02/03/intervista-a-tetra-pak-sui-numeri-presenti-sotto-la-confezione-del-latte