Karim Musa è scappato dal manicomio

31
436

… ma davvero qualcuno ci è cascato in questa cosa? Ossegnùr.

YOTOBI1

Qualche giorno fa mi sono divertito a postare questo meme irriverente sulla mia pagina personale, che potete trovare qui.

12670511_814660561971965_1616109419233908775_n

Lui è Karim ÀBU BAKR AL-MÙSA ed è scappato dal manicomio criminale di Baghdad. Oggi vive in Italia, riceve 80 euro al giorno dallo Stato, vitto e alloggio con PC e connessione Fastweb a spese degli italiani. Condividi se sei incazzato.

Soldi dati agli immigrati, criminali che sembrano godere di favoritismi, “vitto e alloggio” alle spese degli italiani… e poi c’è lui, il mitico Karim Musa! Avevo anche scherzato, in pagina, su cosa mi sembrasse di vedere: sembra un tizio vissuto in schiavitù nello scantinato di un centro sociale abbandonato dagli anni ’90 per calcolare quanto tempo ci volesse per caricare una gif porno con il 56k.

L’espressione sembra dire, “FINALMENTE DEGLI ESSERI UMANI! È DAL ’92 CHE NON NE VEDO UNO”. Un po’ come quando fai una maratona del Signore degli Anelli e di Lo Hobbit in versione estesa.

La foto è apparsa su DR. COMMODORE lunedì, anche se mi sa che proviene dal gruppo Giente honesta – a proposito, un saluto dal FOND. NINTH.

Sapete perché fa ridere? Perché oltre a essere una presa in giro delle immagini populiste tipiche dei siti xenofobi come VoxNewsRiscatto Nazionale e altri dello sterco bufalaro, il meme è un enorme in-joke per chi conosce Yotobi! 

La fonte originale proviene dall’account Twitter di Yotobi, che ha postato le foto di quando era adolescente.

La scelta del nome arabeggiante segue il filo del discorso di un suo vecchio video. È una cosa sulla quale lui stesso ha scherzato. Come ha spiegato nel video “FINALE – La mia storia”, uscito in concomitanza con la fine della serializzazione delle sue recensioni (sigh), il vero nome di Yotobi è Karim Musa. Fin da piccolo “tutti lo scherzavano” per il nome che aveva… perché suonava straniero.

LEGGI ANCHE:  Hanno ucciso Max Pezzali, chi sia stato non si sa...

Se proprio dobbiamo mettere i puntini sulle i… lui è torinese di adozione, ma è pugliese di origine.

(E voi sapete che la Puglia non fa parte dell’Italia, vero? VERO?)

Insomma, non c’è molto da sbufalare: non c’è nessun Karim-CTRL+V che si becca tutto quello che è stato scritto. Solo una burla, e niente più. Ci auguriamo solo che non se la sia presa, il siòr Yotobi! Chissà, magari sarà d’ispirazione per il suo prossimo episodio del LATE SHOW. (Ammesso che non chiuda tutto dopo tre puntate).

A proposito, se non lo avete ancora fatto… SEGUITELO! Dopo alcuni anni in cui ha basato la sua comicità sui cosiddetti internet reviewers, Yotobi è cresciuto sia artisticamente che qualitativamente parlando. In più ha affinato la sua comicità, diventando quello che ha sempre voluto essere: uno stand up comedian italiano.

Questo pezzo doveva essere scritto, in origine, da Maicolengel. Ho voluto prendere la palla al balzo per un semplice motivo. Sono sempre stato una persona colma d’ansia e di paure. Ancora adesso sto lottando contro di esse – spesso fallisco, spesso ci riesco, come è normale e umano che sia. Quando avevo bisogno di farmi una grande risata, fra i tanti modi che conoscevo, c’erano anche i video di Yotobi.

Ho passato anni a guardare e rivedere le sue recensioni prima, poi i nuovi format comici. Soft AirParentesi TondeLe notti del terrore (eh no, non puoi ricordare le review di yotobi senza la palma d’oro del festival della tv italiana, la recensione di Alex l’Ariete ndr Maicolengel).  Il primo Mostarda contro “Fuga di Cervelli”. Ce le ho ancora lì, tra i miei preferiti; ogni tanto le riguardo perché non solo fanno compagnia, ma ti tirano su. E tanto. Specialmente dopo un forte periodo di confusione emotiva e personale.

C’era Yotobi con Albakiara, l’Uomo Puma con la scena più bella dell’intera esistenza, passata presente e futura, talmente bella da aver generato l’umanità, il cosmo e tutte le altre stelle…

LEGGI ANCHE:  La balena esplosiva sulla costa ligure

Non ho altro da dire e non sono capace di esprimere in questo momento, perciò… Yotobi, se stai leggendo questo, grazie per avermi fatto ridere anche quando pensavi di non riuscirci.

Il Ninth
[[email protected]]

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!