jonbenet

Stavo cercando info per aggiornare il mio articolo su JonBénet Ramsey che trovate su BUTACmag quando Google mi ha messo sotto gli occhi questo:

Katy Perry è JonBénet Ramsey? Una teoria spiega così l’omicidio della reginetta statunitense: “Una messinscena”

JonBénet Ramsey non è morta. È cresciuta e ha preso il nome di Katy Perry”: è quanto afferma una bizzarra teoria, diventata virale, che cercherebbe di spiegare, a vent’anni di distanza, un caso di cronaca nera statunitense mai risolto. A sei anni, Ramsey, popolare reginetta di bellezza, fu trovata morta nella cantina della casa di famiglia, otto ore dopo la denuncia della sua scomparsa. E se fosse stata tutta una messinscena? Secondo lo youtuber Dave Johnson, i genitori organizzarono la recita per permettere alla figlia di crescere e diventare una popstar: Katy Perry, appunto.

Quando ho scritto il vecchio articolo nel 2012 trovare informazioni su JonBenét Ramsey era stato abbastanza facile, specialmente su siti americani, e non ricordo di essere incappata in teorie strane. Oggi invece scopro che JonBenét Ramsey è al centro di teorie complottiste che coinvolgono satanisti, illuminati, l’FBI e ovviamente i suoi genitori: una delle poche che è arrivata anche in Italia, dove il caso non è così diffuso (specialmente perché ormai sono passati diversi anni, era il 1996) è quella che riguarda appunto Katy Perry, messa sotto i riflettori su YouTube da un terrapiattista… e non dico altro. Nel video, pubblicato nel 2014 ma di cui si parlava ancora solo qualche mese fa, si fa leva sulla somiglianza tra la bambina e Katy Perry, e sulla somiglianza dei genitori della cantante con i coniugi Ramsey, dei quali la moglie è tra l’altro morta nel 2006. Per il resto, non c’è altro. Se anche quelle tre persone davvero si somigliassero, e la cosa è alquanto dubbia, mi pare un po’ poco per affermare

JonBenét Ramsey became Katy Perry and thats a fact.

Il movente per cui i genitori avrebbero inscenato l’omicidio della figlia sarebbe stato quello di volerla nascondere per poi farla diventare famosa con un altro nome. Sì ma… perché? Una cosa esclude l’altra? Come Britney Spears da bambina è comparsa su Disney Channel non vedo perché Katy Perry dovrebbe voler nascondere di aver fatto la baby pageant. Inoltre, c’è un altro piccolo particolare che sfugge al nostro terrapiattista:

JonBenét Ramsey did not die, nobody died, nobody got hurt.

C’è un corpo. C’è sempre stato un corpo, per quanto ritrovato ore e ore dopo la denuncia della scomparsa nello scantinato della casa della famiglia stessa. Nessuno ha mai messo in dubbio che la bambina fosse JonBenét , ma anche se non fosse stata lei, esiste il corpo di una bambina: altro che nobody got hurt! Se così non fosse, questo diventerebbe un complotto che coinvolge un numero alto di persone, da chi ha effettuato i rilievi ai medici dell’ospedale, dalla famiglia stessa alla polizia, e probabilmente anche qualcuno più in alto… Dunque si ripropone la solita domanda: perché? Dovevamo scomodare anche il Governo degli Stati Uniti perché JonBenét diventasse una cantante pop famosa senza far sapere a nessuno di essere stata una baby pageant?

32325734

Ovviamente anche l’età non torna, Katy Perry è nata nel 1984 mentre JonBenét nel 1990, ma dopotutto un complotto di queste dimensioni potrebbe aver coinvolto anche l’ufficio anagrafe, e soprattutto la faccia della sottoscritta è la prova che esistono persone di 32 anni che ne dimostrano 26, quindi my argument è del tutto invalid. Ma tanto non credo ci fosse altro da aggiungere, un personaggio che sostiene che la Terra sia piatta non ha la minima attendibilità nemmeno se porta prove credibili, figuriamoci queste.

Joyce Carol Oates ha scritto un libro bellissimo ispirandosi alla storia di JonBenét e cercando di ipotizzare una conclusione a uno degli omicidi irrisolti più famosi d’America, che vi consiglio.

noemi @ butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!