Ci stufiamo di parlare sempre delle stesse identiche cose, ma purtroppo il numero di cialtroni che pubblica notizie senza verificarle in alcuna maniera, e il numero di lettori che in quelle notizie ci casca perché dicono cose in cui loro credono fermamente, è alto. In questo caso basterebbe un filo d’attenzione in più.

La ragazza Paralizzata dopo il Vaccino HPV che Canta e Commuove il Mondo

Questo il titolo con cui la notizia viene passata in Italia da svariati blog pseudoscientifici. La notizia come sempre su questi siti non ha link alla fonte, ma basta una veloce ricerca su Google per scoprire che la storia circola su testate come il Daily Mail, il Sun, il Mirror, tabloid inglesi alla stregua di Cronaca Vera, o su siti antivaccinisti americani e inglesi. La cosa che salta all’occhio è che in molti titoli di testate giornalistiche, seppur tabloid, la notizia viene data così:

Schoolgirl claims she was left PARALYSED by cervical cancer HPV vaccine

Notare l’uso del verbo to claim (sostenere): una studentessa sostiene di essere rimasta paralizzata dal vaccino contro il papilloma virus.

Mia is paralysed from neck down after alleged HPV vaccine reaction

E qui sul Daily Mail l’uso di alleged: Mia è paralizzata dal collo in giù per una presunta reazione al vaccino per il papilloma virus.

Come spiegato molto chiaramente negli articoli inglesi:

When Mia was admitted to hospital, the doctors said it was a form of self-harm and she was doing it to herself. They discharged her after a few days. They gave her no treatment.

Quando Mia è stata ammessa in ospedale i medici hanno detto che si trattava di una forma di auto mutilazione che la ragazza stava provocando a sé stessa. L’hanno dimessa in pochi giorni senza nessuna prescrizione.

Sono le parole della madre, sul Daily Mail, che ci raccontano perlomeno qualcosa, ovvero che alla ragazza è stato diagnosticato un disturbo noto, la sindrome da affaticamento cronico, nella sua forma più estrema. Avevamo già parlato di questo disturbo, e di come sia il risultato della diagnosi fatta a quasi tutte le ragazze che lo hanno denunciato come reazione data dal vaccino HPV. Il problema è che questo disturbo lo si conosce da prima dell’uso del vaccino, e che non c’è stato un apparente incremento di casi da quando si è cominciato ad usare il Gardasil.

Questa è la semplice osservazione dei dati, fatta qui su BUTAC a suo tempo, riprendendo e traducendo altri studi. Che i blog che oggi vogliono spaventare ulteriormente i genitori con questa storia non facciano cenno a questo disturbo, e agli studi che fino ad oggi hanno scagionato il Gardasil come causa dello stesso, ci dimostra quanto siano in cattiva fede. Questo non significa che la povera dodicenne non stia male, i disturbi psicologici possono fare male esattamente come quelli che invece hanno motivazioni biologiche, solo gli ignoranti non se ne rendono conto.

Ma sono probabilmente gli stessi ignoranti che ancora condividono roba sulla Blue Whale.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!

Previous articleAnalisi di una catena
Next articleLe bufale, Benito e i Fatti dal Web
46 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre tremila articoli come autore, oltre a collaborazioni varie. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire, non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.