Sull’argomento che tratterò oggi ci starebbe benissimo un’analisi approfondita come quelle che furono fatte contro la Bobina Bac, o la Free Energy.

Ma la chiave di lettura a mio avviso deve essere semplice, chi rischia di cadere in acquisti avventati come quello di cui andremo a parlare non ha le competenze per capirne di scienza, se no non avrebbe il minimo dubbio su quanta fuffa gli viene propinata.

Quindi oggi, invece che fare un’analisi in profondità (che però potete trovare qui), vediamo di capire insieme quali siano i segnali che dovrebbero mettere in guardia chiunque dall’acquistare una Rife Machine.

Il sito di riferimento italiano per la Rife Machine sembra essere questo: Spooky2.it, registrato in Germania, tramite ITtrust Domain Services LTD, a nome Li Rong. Non esistono altri dati sui registranti.

Cosa è una Rife Machine? Non è ben chiaro, sul sito italiano il dispositivo viene presentato così:

Una Macchina Rife o Rife Machine, utilizza i principi del Dr. Royal Rife, un brillante scienziato vissuto nel secolo scorso, che scoprì che i microrganismi possono essere devitalizzati utilizzando specifiche frequenze.

Il Dott. Rife oltre ad essere l’inventore dei primi microscopi elettronici capaci di poter vedere, fotografare e filmare virus e batteri vivi, è stato anche l’inventore di un apparato che generando frequenze elettromagnetiche, poteva devitalizzare gli agenti patogeni. Rife effettuò migliaia di esperimenti, dimostrando che anche il cancro aveva una origine virale e che devitalizzando questi virus era possibile ristabilire lo stato di salute.

E ancora…

…una Rife machine può agire positivamente anche per la disintossicazione e il ripristino della funzionalità ottimale di un organo o di un sistema.

Per la disintossicazione, l’applicazione ripetuta dell’energia a determinate frequenze, serve per “smuovere” gli inquinanti fuori dalle cellule e dai tessuti in modo che possano entrare nel sangue o nella linfa ed essere poi eliminati dagli organi emuntori.

Per ripristino della funzionalità di un organo, o di un sistema, il processo funziona secondo il principio della frequenza di trascinamento (o sincronizzazione per risonanza).

Questo principio si attua quando due o più sistemi o apparati che possiedono una frequenza simile, vengono fatti oscillare sullo stesso supporto, in modo non sincronizzato. L’effetto è che dopo un lasso di tempo variabile, i sistemi oscilleranno in sincronia.

E’ quello che si verifica quando due pendoli vengono appesi sulla stessa parete o alcuni metronomi poggiati sullo stesso piano, ma è anche un fenomeno che sorprendentemente accade nei collegi e dormitori femminili, dove è stato notato che nel giro di pochi mesi, i cicli mestruali delle ragazze si sincronizzano nell’ambito di un paio di giorni.

Quindi se si conoscono ad esempio, le frequenze di un organo sano e le trasmettiamo in un organismo in cui questo non funziona bene, dopo un periodo di tempo la frequenza di trascinamento prenderà il posto di quella esistente e le cose inizieranno ad andare decisamente meglio.

Non ci viene raccontato esattamente cosa facciano queste Rife Machine, perché come viene scritto chiaramente sulle loro pagine Facebook in inglese:

LEGGI ANCHE:  La bufala del laetrile (detta anche Vitamina B17)

WE DO NOT PREVENT, CURE, HEAL, TREAT OR DIAGNOSE

Ovvero: NON preveniamo, curiamo, guariamo, trattiamo o diagnostichiamo.

In USA sono obbligati a scriverlo perché questo è quello che prevede la legge. In Italia evidentemente le cose sono più libere visto che nel sito di riferimento in italiano non c’è un avviso in bella evidenza che spieghi queste cose. Al Ministero della Sanità evidentemente basta che l’oggetto venga venduto come dispositivo medicale senza avvertenze in bella vista.

Quello che però sarebbe importante notare è come il sito italiano non riporti da alcuna parte un numero di partita IVA, obbligatorio in Italia per le aziende che facciano commercio. Da nessuna parte ci sono indicazioni di chi sia il rivenditore italiano delle tante macchine vendute sul sito.

Quello che però è molto chiaro sono le cifre, che partono per le macchine più semplici da circa 500 euro per arrivare a oltre 2000 per quelle più complesse. Non credo ci sia la coda per acquistarle, ma sappiamo bene come certi venditori siano capaci di piazzare prodotti assurdi a persone ingenue. E viste le cifre bastano pochi ingenui per fare il colpaccio.

La macchina si chiama Rife Machine perché chi la vende sostiene che venga dalle idee di Royal Rife, inventore morto nel 1971. Ma basta una veloce occhiata alla wiki a lui dedicata per scoprire che in realtà è solo dopo la sua morte che è cominciato il commercio e la diffusione delle macchine di Rife.

Interest in Rife’s claims was revived in some alternative medical circles by the 1987 book The Cancer Cure That Worked, which claimed that Rife had succeeded in curing cancer, but that his work was suppressed by a powerful conspiracy headed by the AMA.[5] After this book’s publication, a variety of devices bearing Rife’s name were marketed as cures for diverse diseases such as cancer and AIDS. An analysis by Electronics Australia found that a typical ‘Rife device’ consisted of a nine-volt battery, wiring, a switch, a timer and two short lengths of copper tubing, which delivered an “almost undetectable” current unlikely to penetrate the skin. Several marketers of other ‘Rife devices’ have been convicted for health fraud, and in some cases cancer patients who used these devices as a replacement for medical therapy have died

Che tradotto:

L’interesse per le affermazioni di Rife fu ravvivato in alcuni circoli medici alternativi dal libro del 1987 The Cancer Cure That Worked, che sosteneva che Rife fosse riuscito a curare il cancro, ma che il suo lavoro fu soppresso da una potente cospirazione guidata dall’AMA.  Dopo la pubblicazione di questo libro, una varietà di dispositivi recanti il ​​nome di Rife furono commercializzati come cure per diverse malattie come il cancro e l’AIDS. Un’analisi di Electronics Australia ha rilevato che un tipico “dispositivo Rife” consisteva in una batteria da nove volt, un cablaggio, un interruttore, un timer e due brevi tratti di tubo di rame, che fornivano una corrente “quasi inosservabile” che non penetrava nella pelle. Diversi commercianti di “dispositivi Rife” sono stati condannati per frode sanitaria e in alcuni casi sono morti i malati di cancro che usavano questi dispositivi come sostituto della terapia medica.

Io onestamente non credo sia necessario aggiungere altro.

LEGGI ANCHE:  The Big Pharma strikes back

Spero che qualcuno intervenga, denunci, blocchi la vendita di prodotti che possono essere pericolosi per la salute. Ma sono sempre più deluso per come vanno le cose.

Un grazie a chi mi ha segnalato la storia, studente di liceo che concludeva così la sua mail:

 …vi chiederei un articolo in merito, perché chi si affida a tale metodo pur essendo ignorante non merita di morire inutilmente per un cancro che sarebbe stato altresì curabile.

Siamo d’accordo, nessuno merita di morire quando la sua unica colpa è l’ignoranza.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di una rife machine!