La top ten delle bufale Vol.5

0
45

TOPTEN

Ebbene sì, siamo giunti alla fine anche di questa settimana e come di consueto ecco la nostra top ten delle bufale più lette di questi sette giorni. È triste notare come in testa alla classifica stavolta ci sia una truffa acchiappalike, appena arrivata e diventata subito virale…sbufalata in 5 secondi ma letta molto più di tanti altri articoli che invece hanno avuto studi e ricerche ben più lunghi. Insomma come sempre tirano di più le buffonate che le cose serie…ma si sa la mamma degli uTonti è sempre incinta! Vi  lascio alla classifica…sia mai che vi sia sfuggita una bufalotta…

10 La prova delle scie chimiche

9 C’è bisogno di sangue RH negativo

8 Vietato il bikini in spiaggia, offende le musulmane

7 Il Papa e la Kyenge

Euro agli immigrati

The Black List – la lista nera del web italiano (aggiornata)

4 L’uomo più vecchio del mondo

3 Cari genitori vi stanno mentendo

La sposa che spara in aria (e uccide 8 persone)

1 Incidente a Eurodisney

Stupisce trovare in questa top ten che la notizia più letta sia quella di un acchiappalike senza stile, né carne né pesce. Mi autocito: spero vivamente che uno di quei like sia andato su pagine di dubbio gusto, perché chi clicca video a caso merita di esser fan di pagine così.

Che so una bella bacheca dedicata alla coprofagia…ecco di quella sarebbe bello diventassero fan inconsci in milioni di uTonti, forse quando si rendessero conto che tutto questo è controproducente smetteranno di clikkare a caso su link del cacchio…(anche se ci spero pochissimo)!

Articolo precedenteLa bufala è servita!
Articolo successivoMoriremo tutti, la MERS è qui
45 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre duemila e trecento articoli come autore, oltre a qualche collaborazione esterna. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Butac in due anni e mezzo è passato da poche decine a svariate migliaia di utenti al giorno. Tre milioni di utenti singoli all’anno, confermando così la voglia e necessità di informazioni meno faziose. Come descrivermi? Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.