L’antica civiltà congelata istantaneamente

4
405

Più che una bufala sembra una storiellina per bambini con un po’ di Indiana Jones…

Noi siamo soliti dire “basta la parola”: ci riferiamo ai nomi inclusi nella nostra inossidabile black list, pagine a credibilità zero. Se lo dicono loro, allora è una bufala! Siccome però ritengo che questa nostra vecchia usanza stia dando i primi segni di obsolescenza, dovremmo fare un’integrazione coadiuvante: basta l’immagine. Ovvero se vedete come immagini come a seguire, prese dal sito raggioindaco.wordpress, allora è fuffa doc.

È fantastica, vero? Anche il nome del sito è molto pittoresco!

Esistono mille colori possibili, che tutti conoscono a menadito sin dall’infanzia (giallo, rosso, verde, blu…) ma l’indaco è bastardissimo: secondo Wikipedia è ciano + magenta, ma secondo Google immagini sembra che nessuno sappia esattamente cosa sia: un po’ viola, un po’ blu… Non ci credete vero? Controllate!

Se io dovessi spacciare fuffa, userei certamente questo bel colore misterioso, in associazione proprio all’immagine sopra perché non dice niente: grattacieli periferici senza infrastrutture, peggio dei quartieri malfamati di qualche metropoli, quelli che da lontano sembrano bellissimi ma quando t’avvicini vedi fatiscenza e degrado. Poi abbiamo non uno, ma due astri prossimi a schiantarsi sulla Terra. Naturalmente gli intenti degli autori sarebbero ben altri: stimolare la fantasia onirica (per la verità più femminile che maschile) con questi scenari da (pseudo) sogno.

Ma quale sogno? Qua c’è un’apocalisse in atto… Ma non è detta l’ultima parola sull’imminente duplice collisione perché l’astro di sinistra contiene… stelle! Che significa? A parte il fatto che qualcuno dovrebbe spiegarci come un presunto asteroide/satellite/pianeta dell’apparente diametro di decine/centinaia/migliaia di km possa contenere stelle (che sono enormemente più grandi dei pianeti), noi però potremmo spiegare la cosa con … uno “star gate”: una “porta per lo spazio” siderale. La filmografia in proposito è molto generosa a partire dal famoso e omonimo film con Kurt Russell.

Ovviamente non si poteva ambientare la scena a mezzogiorno, l’ideale era durante l’alba o il tramonto (non sappiamo come la veduta sia orientata) perché ogni “cartolina” che si rispetti, da quelle da Bellaria a quelle da… Sciarmelsceic (*) ritraggono il mare al tramonto o all’alba per far sognare chi le vede. Qua però siamo in assenza di atmosfera perché il sole è giallo/bianco, esattamente come sarebbe visto dalla Luna, mentre sappiamo tutti che quando esso è visto prossimo (o sotto) all’orizzonte terrestre, la luce emessa ci appare rossa perché dall’aria è più filtrato.

Molto simpatico infine è il ponte senza pilastri né guard-rail, e molto stretto, percorso da un uomo senza la tuta pressurizzata (manca l’atmosfera), un ponte che conduce… alle stelle dentro l’astro in collisione. Ma se il ponte è pedonale, a cosa serve la riga di mezzeria?

E adesso dite: ma tutto ciò non è fantastico?

Domandatevi perché un sito o blog deve ricorrere a immagini simili. Cosa si vorrebbe comunicare, se non fuffa?

E badate bene, qua non si tratta di vendere (o far scaricare gratis) immagini da sogno, wallpaper per lo sfondo del vostro desktop. Qua si promette la… superonda galattica (bella eh?). Che cos’è, nessuno lo sa, ma l’immagine (sotto) a riguardo parla chiaro. Anzi no, non dice proprio una mazzuola. Che sia l’ennesima fine del mondo? Ma che noia…

Ce n’è di cazzari al mondo, eh?

E vogliamo parlare anche delle onde ascensionali e della guerra transdimensionale? Pensate che gli autori italiani del blog in questione manco hanno pensato di perdere tempo nel tradurre queste pataccate, che per i non romagnoli sono le cazzate! Le parole senza nessun fondamento autorevole, quelle che in nessun istituto dall’asilo all’università ti insegnano, in questo blog dilagano.

Dentro la notizia.


Ok, su questa pagina di raggioindaco leggiamo nientepopodimenoché (tutto d’un fiato):

SCOPERTA IN ANTARTIDE CIVILTÀ CONGELATA ISTANTANEAMENTE

La  scoperta di una civiltà avanzata in Antartide che è stata congelata all’istante ha sconvolto  sia personaggi politici che scientifici , ne sono testimoni, e, in base al programma spaziale segreto l’informatore Corey Goode lo svela in un aggiornamento del 11 dicembre.
A parte la sintassi un po’ scassata, avete capito bene? Congelata istantaneamente! Zac, e sei un ghiacciolo.
Di fatto questo articolo linka un altro articolo sul blog sadefenza.blogspot.it che a sua volta hanno preso la notizia da questo sito anglosassone che mi pare, per contenuti, non si discosti molto da quelli italiani. Vedere immagine di testa qui sotto.
L’articolo italiano di sadefenza è molto lungo per cui commenteremo solo i punti più salienti. Innanzitutto si cita la fonte dell’articolo originale in inglese: Michael Salla. Chi è costui? Beh, dai libri che pubblica, direi che è uno di quelli che crede che siamo circondati da UFO e alieni. Questa è l’intervista in italiano che ha rilasciato a Paola Harris (anch’essa ufologa… ma va…): le immagini di contorno parlano abbastanza chiaro. Attenzione! Paola Harris ha il sito multilingue ma la sezione italiana è bloccata per sospetta attività malware come avverte il sistema di sicurezza del browser.
Ovviamente uno che crede agli UFO e che scrive libri sull’argomento dovrà preoccuparsi anche di venderli. Siccome non puoi scrivere sempre le solite cose già dette e stradette, se per caso arrivano nuovi contenuti da condire in future pubblicazioni è meglio. E l’antica civiltà che abitava in Antartide è una storiella abbastanza simpatica: il popolo viveva felice e rigoglioso nel continente, all’epoca senza ghiacci, ma l’improvviso cambiamento dei poli terrestri avvenuto circa nell’ 11.000 A.C. per un non meglio specificato “evento devastante” (collisioni spaziali?) ha congelato all’istante la popolazione. Zac!
E ora questa civiltà sarebbe stata ritrovata ma nessun media lo dice (opporcamiseria): niente TG, niente giornali, niente notiziari radiofonici, niente agenzie di nessun paese. Zero totale! Tutti collusi dunque nel grande complotto? La verità la sanno solo Michael Salla, quelli di raggioindaco e quelli di sadefenza. Alquanto bizzarro, non trovate?
Chissà chi sono gli anonimi e sconvolti personaggi politici e scientifici citati dall’articolo che sarebbero a conoscenza del popolo ghiacciato e del Programma spaziale segreto? Se è segreto come fanno questi ciarlatani a conoscerlo? Se lo conoscono allora non è più segreto!
Il fuff-o-meter sale… sale…
D’altronde non poteva che essere così per un sito che tenta di spacciare l’assassinio di Donald Trump con ridicole immagini adescatrici, come se nessuno guardasse i TG o comprasse i giornali.
Questo sorprendente conferma della ricerca condotta da Sir Charles Hapgood, che ha già studiato la prova dello spostamento dei poli che hanno portato l’asse di rotazione spostandola, drammaticamente, in un breve periodo di tempo, in cui le aree sub-tropicali potrebbero improvvisamente trovarsi ai poli della Terra.
Piuttosto sgrammaticato il nostro redattore: chissà se è andato a scuola oppure si è affidato ai traduttori automatici online? Noi a scuola ci siamo andati e queste barzellette non le beviamo! Guardate l’immagine a lato:
  • In A abbiamo la Terra con l’asse di rotazione come è oggi, a 23° e qualcosina rispetto al piano di rivoluzione.
  • In B abbiamo la Terra con l’asse di rotazione fortemente inclinato, passante però per la Siberia e il Pacifico australe, che quindi sarebbero i due nuovi poli. Quindi questo significherebbe che l’attuale Antartide sarebbe più temperato. La forte inclinazione amplificherebbe però la differenza termica stagionale tra estate e inverno: più caldo in estate e più freddo in inverno. Il Polo Nord in estate avrebbe 24 ore di sole continuo sempre prossimo allo zenith, con temperature molto calde, mentre in inverno si avrebbero temperature freddissime e le tenebre più totali. Al Polo Sud tutto il contrario.
  • In C abbiamo la stessa situazione di oggi sulla Terra (A), con Artide e Antartide ai due poli ma con una inclinazione maggiore che come abbiamo visto prima amplificherebbe il caldo estivo e il freddo invernale.
LEGGI ANCHE:  Vero o falso?

Se ne conclude che per avere le citate aree subtropicali ai poli geografici, come ipotizzava l’articolo, servirebbe una configurazione di tipo B; ma questo non è possibile, almeno non in un solo istante. Anche se un grosso asteroide ci colpisse tangenzialmente da sud a nord, cioè di “striscio verso l’alto”, aumenterebbe solo la precessione perché l’attuale rotazione verrebbe comunque conservata, anche se solo in parte. Insomma ruoteremmo in maniera molto instabile con l’asse terrestre che più che da una linea sarebbe rappresentato dalla superficie di due coni uniti sulle punte.

Ne deriva che sia molto più facile causare un cambiamento di stato dalla rotazione A alla C: basterebbe applicare una forza “laterale” istantanea a un’estremità di un asse (uno dei due poli) per fargli crescere l’angolazione. L’asse terrestre è una conseguenza della rotazione terrestre ed è a essa strettamente vincolato. Va infine precisato che i due suoi movimenti attuali sono la polodia, che “sposta” i poli geografici di 15 – 20 metri rispetto all’asse di rotazione, e la sopracitata precessione degli equinozi, che però non ha effetti sull’esatta posizione dei poli. La figura B rappresenta un caso di forte polodia, volutamente esagerata a fini di esempio.

Nel suo libro del 1958, Lo Spostamento della crosta terrestre , caratterizzato da una prefazione di Albert Einstein avalla il rigore della ricerca di Hapgood. Hapgood ha riassunto la sua teoria come segue:
Il vagare dei Poli si basa sull’idea che il guscio esterno della terra si sposta  di volta in volta, spostando alcuni continenti ed altri continenti lontano dai poli. La deriva dei continenti si basa sull’idea che i continenti si muovono individualmente … Alcuni autori hanno suggerito che forse la deriva dei continenti provoca il vagabondaggio polare. Questo libro avanza l’idea che vagabondaggio polare è primario e provoca lo spostamento dei continenti … .Questo libro presenterà le prove che l’ultimo spostamento della crosta terrestre (litosfera) ha avuto luogo negli ultimi tempi, alla fine dell’ultima era glaciale, e che era causa del miglioramento del clima “.
La deriva dei continenti comporta tempi di centinaia di migliaia di anni o di milioni di anni, mentre la popolazione surgelata sarebbe di 13.000 anni fa. Quindi anche ammesso il vagabondaggio polare, questo non poteva riguardare i tempi indicati.
La tesi di Hapgood che l’ultimo spostamento dei poli si era verificato alla fine dell’ultima era glaciale circa nel 11.000 ac. e apparentemente è stata sorprendentemente confermata dalla scoperta di un congelamento lampo della civiltà dell’Antartide.
Ecco, appunto, una tesi. Una teoria se vogliamo, molto criticabile. E comunque (anche ammesso) uno spostamento non certo dovuto alla significativa deriva dei continenti. E poi il “congelamento lampo” è una cosa assolutamente ridicola. Una barzelletta.
Ammettiamo che per magia si abbia una fortissima polodia in un tempo molto breve, poniamo dieci secondi (vedi esempio B nello schema sopra): per avere il congelamento lampo serve infatti un tempo molto basso e allo stesso tempo un alto potere frigorifero, altrimenti si muore per ipotermia. Quindi, ammesso tutto questo, significherebbe che:
  1. La popolazione terrestre verrebbe sbalzata via per inerzia dal cambio di rotazione della terra, che prima ruotava su un asse e dopo (per magia) su un altro.
  2. Lo spostamento apparente del sole dovuto al cambio di rotazione non ti raffredda in un secondo e nemmeno in un giorno. Il freddo arriverà nei giorni/settimane seguenti, causato dal fatto che prima ti trovavi in una zona sub-tropicale e dopo al Polo Sud.
LEGGI ANCHE:  Il CICAP ti fa provare le scie chimiche!

Quindi per queste ragioni un congelamento istantaneo causato da polodia è impossibile.

Il fuff-o-meter continua a salire.

Inoltre, questo conferma anche che la mappa di Oronteus Fineus , che mostra una Antartide libera dai ghiacci, si basa su antichi documenti storici in cui l’Antartide, una volta possedeva una civiltà fiorente prima di un evento devastante dello spostamento dei poli.

Ci sono quasi più bufale sulla storia di questa mappa che non tutte le bufale trattate da Butac dalla sua nascita.
Il 50% dei siti che ne parlano la attribuiscono falsamente a Piri Reis, mentre la sua mappa famosa è un altra che nulla c’entra, tuttavia nell’articolo si cita correttamente la sua paternità: Oronzo Fineo. La domanda è: come faceva Fineo a conoscere i contorni di un’Antartide senza ghiacci nel 1531, 39 anni dopo il primo viaggio di Colombo e solo 10 dopo l’impresa di Magellano?
Tanti tra coloro che devono scrivere e vendere libri applicano volutamente il meccanismo “non c’è una plausibile apparente spiegazione, ergo… segue il mistero, alieni o misteriose civiltà che siano”. È nel loro tornaconto trovare situazioni al limite del credibile. Non gli passa minimamente nell’anticamera del cervello di andare a documentarsi per avere una risposta plausibile.
Per fortuna che in questa pagina la spiegazione ce la dà Diego Cuoghi, una vecchia conoscenza tra appassionati di di missioni Apollo nonché collaboratore del Cicap: un insieme di approssimazioni cartografiche, riconducibili a mappature fatte a vista di terre come l’Australia, l’Indonesia e la Terra del Fuoco, tracciate con i sistemi primordiali e imprecisi di allora di quella che veniva chiamata “Terra Australis recenter inventa sed nondum plene cognita”.
Era una spiegazione semplice, vero?
Troppo semplice: meglio condirla di mistero, inventarsi la civiltà congelata istantaneamente e tentare di vendere l’ennesimo libro. Con buona pace dei tanti siti fuffa che campano su queste scemenze contando anche sulla condivisione nei social network.
Capito il giochino?
Prima però di congedarmi però, vi voglio donare l’ultima chicca di fuffa doc:
Goode ha continuato a descrivere gli abitanti di questa antica civiltà Antartide secondo Sigmund:
Ha descritto come “pre-Adamiti”  esseri con teschi allungati, con i corpi stranamente proporzionati che non sono stati ovviamente progettato per la pressione della gravità e l’atmosfera terrestre. Questo gruppo a quanto pare era arrivato qui da un altro pianeta del nostro sistema solare che non era più ospitale. Sono arrivati ​​qui circa 55.000 / 65.000 anni fa e hanno cominciato a creare ibridi della loro specie e della popolazione umana in via di sviluppo.

Ancora una volta, si tratta di una scoperta archeologica sensazionale che conferma che i crani allungati trovati in luoghi come Paracas, in Perù, appartenevano a un’altra specie di esseri umani, piuttosto che essere deformità create artificialmente.
Uhmm… facciamo una piccola sommetta:
Uh… ma che scarsità di fantasia! Io avrei fatto decisamente di meglio! (cmq anche su BUTAC avevamo parlato dei teschi di Paracas e forse ne parleremo ancora)
Lola Fox
(*) Sciarmelsceic: nome di località turistica balneare sul Mar Rosso, foneticamente uguale alla sua corretta dicitura, impiegata per ironizzare sulle vacanze nazionalpopolari dell’italiano medio.
Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!