AGGIORNAMENTO del 24 Gennaio 2015
10941959_765851976839609_1962824202_o
L’immagine qui sopra vi dimostra come sia facile raggiungere numeri folli con le raccolte firme, firmandosi Paperino, Pippo e Rossella O’Hara. Smettete di condividere le petizioni online, servono solo a raccogliere dati e spacciare un po’ di sano SPAM!

Siete in tanti che mi avete chiesto di varie petizioni online per fermare questo o quest’altro, ultimamente in moltissimi mi avete segnalato petizioni che riguardano pelli di gatto e cane usate in pelletteria!

Premesso: le petizioni online NON HANNO ALCUN VALORE specie se l’unica cosa richiesta è un indirizzo e-mail e poco più, servono solo ad aumentare l’ego di chi le crea e a fornire indirizzi mail e altre info per eventuale spam successivo!

per quanto riguarda le petizioni su pelli di cani e gatti vorrei ricordare a tutti che in Italia vige un ordinanza del Ministero della salute che dice così:

1. E’ vietato:
a) utilizzare cani (Canis familiaris) e gatti (Felis catus) per la produzione o il confezionamento di pelli, pellicce, capi di abbigliamento e articoli di pelletteria costituiti od ottenuti, in tutto o in parte, dalle pelli e dalle pellicce di dette specie animali;
b) detenere o commercializzare pelli e pellicce di cane e gatto delle specie di cui alla lettera a);
c) introdurre nel territorio nazionale pelli e pellicce di cane e di gatto delle specie di cui alla lettera a), per qualsiasi finalità utilizzo, nonché capi di abbigliamento e articoli di pelletteria costituiti od ottenuti, in tutto o in parte, dalle pelli e dalle pellicce di dette specie animali.


L‘ordinanza la trovate pubblicata nella sua interezza sulla Gazzetta Ufficiale di Gennaio 2003 o sul sito del Ministero della salute, qui:
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_normativa_364_allegato.pdf

Per quanto riguarda la legislazione svizzera in merito ho delle lacune, ma da quel che ho trovato anche da loro il gatto e il cane domestico sembrano protetti e tutelati, quindi ho il dubbio che anche li si tratti di bufalona…ma non la certezza!

La certezza resta sull’inutilità di queste petizioni, fatte ad hoc per generare traffico e spingerci a lasciare una mail. Lo capite vero che una petizione firmata con una mail NON PUO’ SERVIRE A NULLA, vero? Che senza una firma digitale ad accompagnare il tutto potremmo rifirmare lo stesso documento con tutti gli indirizzi mail che vogliamo…quindi siti che offrono questo servizio, o lo fanno richiedendo la firma digitale o sono FUFFA, da NON CONDIVIDERE e da segnalare!

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

Previous articleCorsi di masturbazione a 4 anni?
Next articlePorcino Monster Edition
46 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre tremila articoli come autore, oltre a collaborazioni varie. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire, non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.