Tanti ci state segnalando la puntata di Porta a Porta del 6 novembre 2018 (la potete trovare qui). Durante la parte di trasmissione in cui si parla dell’alluvione viene intervistato il dott. Antonio Raschi, direttore dell’istituto di Biometeorologia del CNR di Firenze.

Al minuto 24:58 della trasmissione riporta:

Siamo al centro di un esperimento planetario, chiamiamolo così, un esperimento di cambiamento del clima del quale non sappiamo ancora quali saranno gli effetti nel lungo periodo. Le previsioni con più anticipo, con un maggiore anticipo, sono un tema sul quale si sta facendo ricerca.

Esperimento planetario? Due termini così funzionano come miele per attirare le mosche, e difatti le mosche complottare attirate dalla frase sono subito accorse. Dall’onnipresente Rosario Marcianò a Mida Riva, tutto il parterre dei complottari italiani è sceso in campo, e anche amici non affini alle teorie del complotto hanno trovato post allarmisti che giravano sulle loro bacheche.

Non ci vuole molto a capire a cosa faccia riferimento Raschi: cinque minuti prima parla di riscaldamento globale, ed è proprio a quello che si ricollega.

Il nostro pianeta da anni sta subendo questo “esperimento” e non abbiamo la più pallida idea dell’entità dei danni che stiamo facendo al nostro pianeta. Basta ascoltare tutto l’intervento per rendersi conto che il riferimento corretto è quello. E difatti lo stesso Raschi, intervistato da Luogo Comune (sito in black list che però per una volta ha fatto una verifica corretta, ma il video non ve lo linko, se volete ve lo cercate da soli) ha riportato:

…”noi ci stiamo comportando come delle persone che hanno detto: – facciamo un esperimento su noi stessi, inquiniamo l’atmosfera e vediamo che succede.- Come se noi, coscientemente ci fossimo trasformati volontariamente in cavie di un esperimento.

Nell’intervista di Mazzucco Raschi riporta anche la sua opinione sulle scie chimiche (che giudica  come “balle”) che distrarrebbero dal problema vero, ovvero l’effetto serra.

LEGGI ANCHE:  Il capo della CIA e le scie chimiche

Fa sorridere la lettera che certi sedicenti complottisti invitano ad inviare al nostro Presidente della Repubblica:

Gentile P.d.R Sergio Mattarella

Il giorno 06/11/2018 durante la trasmissione Porta a Porta in onda su Rai 1 è stata data una notizia in termini ufficiali dal sig. Antonio Raschi direttore dell’Istituto di biometeorologia del CNR di Firenze. La notizia consiste nel rendere noto un esperimento planetario di geoingegneria con modifica del clima. Esperimento in atto anche in Italia e che sembra direttamente coinvolto negli eventi climatici anomali attuali rispetto al passato. Si può ascoltare il Sig. Raschi dal minuto 24 al seguente link.https://www.raiplay.it/…/Porta-a-Porta-9905fa73-d2ca-4e4a-8… 

Chiedo a Lei, come Presidente della Repubblica e come primo difensore della Costituzione della Repubblica Italiana, di attivarsi per interrompere questi esperimenti nocivi o meno per la salute pubblica e per il territorio italiano in quanto non autorizzati dal Popolo Sovrano e rivolti verso il Popolo Sovrano stesso.

Al contempo nego, fortemente nego, la mia autorizzazione a qualsiasi sperimentazione di geoingegneria sul suolo e nei cieli italiani. Come Cittadino esprimo il mio diritto a non essere usato come cavia. La Repubblica Italiana attraverso la sua Costituzione è garante della salute dei suoi Cittadini. Riterrò lo Stato italiano e i suoi rappresentanti, consapevoli o meno, responsabili penalmente e civilmente di ogni patologia che in me si manifesti a causa di questi esperimenti.

Fiducioso che Lei si attivi immediatamente attraverso il suo ruolo istituzionale le porgo i miei saluti.

Ricorda un po’ i messaggi in cui si dice che non si è dato il consenso a Facebook per usare foto e post della propria bacheca, fuffa allo stato puro.

Se seguite soggetti come Mida Riva (Attivo TV) o Marcianò e company, so bene che quanto vi ho riportato qui sopra non vi convincerà di alcunché. Ed è un peccato, perché il riscaldamento globale è una piaga davvero seria, che sta portando il nostro pianeta a un punto serio di non ritorno. Smettere di perdere tempo in sciocchezze diffuse da soggetti di nessuna affidabilità potrebbe aiutare a concentrarsi tutti insieme su un problema con cui dovranno fare seriamente i conti i nostri figli, e che noi finora non abbiamo fatto nulla per evitare.

LEGGI ANCHE:  Assegni da 1400 euro agli immigrati

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!