Ammetto che faccio parte di quella generazione per cui Linus non è l’uomo di Radio Deejay, ma il nome di una delle più belle testate a fumetti (e non solo) pubblicate in Italia. Da quando Linus – quello della radio – è diventato famoso sono state tante le volte in cui mi è venuto da dannarlo per aver influenzato (in parte) quel ricordo.

In realtà Linus nasce come il nome di uno dei protagonisti dei Peanuts, quelli che le generazioni più giovani conoscono come il fumetto di Snoopy. Linus era il bimbo con la coperta che non voleva mai lasciare: un personaggio che guarda caso apparve sulla copertina del primo numero di Linus.

Ecco, la testata Linus per me era come la coperta, che un deejay usasse lo stesso nome mi stava profondamente sulle scatole. Ma tutto questo non ha decisamente nulla a che fare con l’argomento di cui stiamo per parlare. Sabato 27 ottobre Linus, il deejay, è caduto a Milano, ha postato una foto con la sua faccia contusa e la stessa foto è stata usata in pochissimo tempo da alcuni follower del Movimento.

Dal post: “Linus è caduto per colpa di una buca a Milano e non se lo caga nessuno … se fosse caduto a Roma titoloni in prima pagina apertura in tutti i tg e telefonata di Mattarella”

In pratica il follower del Movimento sosteneva che la collocazione della buca a Milano ha fatto sì che la notizia avesse poco risalto. Fosse successo a Roma, pur di dare addosso al Movimento, ne avrebbero parlato tutti. Un post come quello qui sopra ha avuto oltre 30mila condivisioni. La maggioranza ha condiviso indignata, senza nemmeno preoccuparsi dei fatti.

Non so voi, ma io noto del vittimismo. Ed è curioso che ci siano ancora follower del Movimento che lo usano: hanno vinto le elezioni, sono stati i vincitori assoluti (anche se poi han dovuto scendere a patti con l’amico Salvini), che ci sarà da fare le vittime? Non lo capisco.

Linus da subito ha spiegato che era caduto a piedi:

Caduto. In bici? No, a piedi. Come un cretino. Tre punti e naso rotto. Stamattina ho gli occhi neri e gonfi che sembro Rocky Balboa.

E sulla pagina di RadioDeejay le cose erano state ulteriormente chiarite:

Niente bici, ma una brutta caduta a piedi inciampando in una radice, durante una corsa. Migliaia i commenti degli utenti arrivati sul profilo nel giro di qualche ora

Quindi niente buca, come sostenevano i fan di Virginia Raggi, e neppure bici come invece sostiene Il Messaggero:

Linus cade dalla bici e sui social Fiorello posta la foto del suo collega di Radio Deejay dopo l’impatto a terra.

Non credo sia necessario aggiungere altro, tanto gli oltre 30mila che hanno condiviso la bufala della buca non vengono a leggere BUTAC, non hanno bisogno d’aiuto con le fonti, loro sono le fonti. Io torno alla mia coperta di Linus.

LEGGI ANCHE:  Di Maio a Harvard

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!30