l’NWO e la morte di David Crowley

95
457

nwo-regista

Non credo che questa notizia sia arrivata ai giornali e TG italiani dato che non è molto importante, ma ovviamente per chi si nutre di controinformazione è una storia ghiotta. Eccola raccontata nella solita maniera:

crowley

 La fine di un Filmaker e il suo film sul Nuovo Ordine Mondiale

In parole povere il 18 Gennaio è stato trovato morto, insieme alla moglie e alla figlia di 5 anni, un ragazzo, ex militare, che stava lavorando ad un film e/o un documentario. Segnatevi che l’articolo è del 21 di Gennaio. I tre vengono trovati distesi sul pavimento, uccisi da un colpo di pistola, ritrovata vicino al ragazzo. Tragedia non rara, ma perché allora di così interesse?

L’intento del film è molto chiaro: parla apertamente di un Nuovo Ordine Mondiale, una visione del futuro Orwelliana, dove uno stato di Polizia trasforma i cittadini in pedine, in schiavi da controllare, senza diritti. Un brackdown (!!!) sociale disastroso e l’instaurazione della legge marziale.

Quindi invece che sabotare il film, l’NWO avrebbe deciso di mettere in scena questa tragedia per fermarlo. Peccato che sia un’opera di fantasia, non un film denuncia. Senza dubbio prendeva ispirazione dalla realtà, ma non era una raccolta di eventi reali o reportage dalle strade, ma un viaggio in un futuro possibile, esasperando alcuni aspetti della società americana. Ovviamente partendo da basi totalmente surreali:

Non è un caso che il film veda protagonista la FEMA poiché è l’organizzazione governativa di crisi che dovrebbe entrare in azione durante scenari domestici eccezionali come disastri naturali e simili. La FEMA è stata oggetto di critiche sin dalla nascita perché dispone di fondi ingenti ma non ha mai fatto la differenza nei casi di emergenza come uragani e terremoti, anzi, l’organizzazione è stata usata più che altro in operazioni politiche di repressione di dissidenti.

La FEMA è l’equivalente statunitense della nostra Protezione civile

FEMA’s mission is to support our citizens and first responders to ensure that as a nation we work together to build, sustain and improve our capability to prepare for, protect against, respond to, recover from and mitigate all hazards.

Non so a quali “operazioni politiche di repressione di dissidenti” si riferisca dato che non viene indicato nessun evento specifico – quindi accuse generiche presumibilmente inventate – ma davvero è stata criticata per la sua inefficienza, soprattutto nella gestione dell’uragano Katrina. Quindi si sostiene che una organizzazione che non sarebbe in grado di fare bene il suo lavoro possa in qualche modo prendere il controllo della nazione. Ma in che modo?

Fa riflettere che proprio tale organizzazione, con una firma del presidente, può sospendere il Bill of Rights e instaurare la legge marziale, senza contare la diffusione di notizie che vedono l’organizzazione dietro la costruzione di campi di concentramento “vuoti” in tutti gli stati uniti.

Ovviamente è il contrario: non è la FEMA che può influenzare le scelte del presidente, ma è lui che può prendere questa decisione al massimo, ma neanche questo è vicino alla realtà. Questa idea, insieme a quella più famosa dei campi di concentramento della FEMA citata poco dopo, sono due tra le bufale di più basso livello negli Stati Uniti. Come sempre partono da qualcosa di reale – in questo caso quelle che si chiamano Executive Orders – che viene sconvolto e reinterpretato a proprio piacimento. Per essere brevissimi, un Executive Order è un documento col quale un presidente può prendere dei provvedimenti, anche molto gravi, in caso di emergenza, come può essere una guerra o una catastrofe. In realtà nei 200 anni di storia gli EO hanno cambiato forma e sostanza in base alle necessità, e ogni presidente ne ha emesso almeno uno. Roosvelt durante la Seconda guerra mondiale più di tremila per esempio.

LEGGI ANCHE:  Il confine tra finzione e realtà

In realtà non esiste alcun Executive Order che possa dare il potere alla FEMA di controllare gli Stati Uniti e comunque:

Congress can overturn an executive order, although it requires a supermajority vote to do so. A president can sign an executive order rescinding an executive order of his predecessor. And the courts can overturn an executive order, although they have done so only twice.

Il Congresso e i tribunali possono annullare un EO, che dimostra come il sistema possa difendersi da solo. Quella dei “campi” della FEMA è un’altro mito che maicolengel aveva affrontato tempo fa. Un po’ come le storie delle basi aeronautiche che ospitano gli UFO, si susseguono da anni segnalazioni di “campi” che servirebbero come prigioni o campi di lavoro per la popolazione, gestiti ovviamente dalla FEMA. Esistono dei siti dove vengono sbufalate queste location e anche Popular Mechanics ha trattato l’argomento insieme agli EO. Riassumendo si parte da queste due bufale arcinote per condire questa tragedia, usandole come pretesto per creare un alone di mistero.

Tutto quello che le notizie riportano sulle cause della morte sono colpi di arma da fuoco e un laconico “an apparent murder suicide, police say.” Ovvero la polizia DICE che PARE sia un caso di omicidio-suicidio.
L’apparenza, e non la certezza, dell’omicidio suicidio è un tratto distintivo di tutte le notizie che riportano il fatto, tanto quanto che questa informazione derivi da semplici dichiarazioni della polizia e non da elementi probanti di altro genere.

Ovviamente la polizia non può sbilanciarsi appena ritrovati i cadaveri, quindi il condizionale è d’obbligo, non capisco perché si voglia rendere sospetto anche questo. Davvero assurdo.

Ma era davvero così pericoloso questo film? In realtà esistono solo un “concept trailer” e un teaser ad un “documentario” che risalgono al 2012. Concept trailer significa che non è un trailer realizzato su scene del film, ma un trailer con scene girate per quell’unico scopo, cioè mostrare quale sia l’idea del film.

Il film, già in lavorazione, si è assicurato un budget di 30 milioni di dollari da una Major del cinema per la sua realizzazione.

Davvero? Quanto è stato girato del film? Da quello che ho capito praticamente niente, perché David stava cercando finanziatori ancora il 17 Dicembre scorso. Dopo quattro anni dall’inizio del progetto ancora questo non era decollato.

Forse siamo di nuovo di fronte ad un sanguinoso bavaglio che si stringe attorno alla bocca di chi dice cose troppe scomode.

Il problema, che viene taciuto, è che finora David non aveva raccontato nulla. Erano solo idee, trite e ritrite, su un futuro possibile basato su una visione complottista della società americana. Vi dissi di appuntarvi la data di pubblicazione perché il 21 è stata annunciato l’esito delle autopsie

The Hennepin County Medical Examiner says all three died of a gunshot wound to the head. Ranita and Komel Crowley’s deaths were ruled homicides, while David Crowley’s death was ruled a suicide.

Tutto buono per raccontare una storia affascinante, ma un ex soldato che si suicida dopo anni alla ricerca di realizzare un progetto fallimentare non è, purtroppo, una cosa così lontana dalla semplice realtà.

LEGGI ANCHE:  Gli organi asportati a Macerata e l'indignazione

Neil

Aggiornamento 05/02

Negli ultimi giorni in tanti son tornati a leggere questo articolo. Ho visto anche che l’autore dell’articolo analizzato non l’ha presa proprio bene e ha fatto una contro sbufalata. Divertente.

Per chi volesse approfondire, potete trovare qui un articolo di David Kirk West, altro regista americano che conosceva David Crowley, dove pubblica anche alcune chat che in qualche modo aiutano a capire il possibile stato d’animo di David. Tipo questo:

David-Crowley-to-David-Kirk-West

È lunghetto, ma merita la lettura se davvero si vuole capire cosa sia successo. Cito solo la parte relativa ai famosi 30 milioni di dollari di budget:

Now, switching gears again, one common question I keep seeing people ask is, “Why would he kill himself?” ”Gray State” was set to go into production with a thirty-million-dollar budget soon!” I think that this idea comes largely from a post that my friend and liberty-musician Jordan Page made on his Facebook page, but I’m almost positive it’s not true and that Jordan made the statement in error based on some kind of misunderstanding (Jordan, if you have solid evidence that this is true, please forgive me, and please share it with us!).

First of all, while Crowley definitely HAD met with some big producers and been working towards a deal like this, to the best of my knowledge (And yes, I do have at least a LITTLE BIT of inside knowledge here), nothing had ever been made concrete. Certainly if that much money had ever been set in stone and the film had really been about to go into full-on production, it would have been announced on the “Gray State” page.

Secondly, the last time Crowley and I ever chatted was October 28th, 2014, when he contacted me and asked if I would be interested in producing for Pacific Northwest scenes in a potential nationwide Gray State web-series. You know what the fact that he was looking into making Gray State into a web-series tells me? That there’s almost NO WAY he had a thirty-million-dollar budget secured. If he did… Why would he have been considering a web series? In fact, just knowing that he was considering a web-series makes me think that he may well have been getting desperate to just get the project made SOME HOW even if it has to be with a budget MUCH smaller than he had originally intended..

Su Facebook, West ha pubblicato anche un testo scritto da  Mitch Heil, amico, ex collega ed ex socio di David Crowley

Anche questo merita di essere letto per intero, ma cito giusto la sua conclusione:

And for you people saying David was killed by the government. Go fuck yourself right out of our lives and stay out.

Vorrei anche far notare che esiste una raccolta fondi per la suocera di Crowley che, oltre ad aver perso una figlia e una nipotina, è malata di cancro. In 16 giorni hanno donato 143 persone. Considerando i milioni di complottisti che gridano all’omicidio di stato, mi sembra un po’ scarso come numero… (raccolta fondi ora sparita.)

Potete trovare anche uno degli ultimi aggiornamenti sullo stato delle indagini qui.

Ovviamente chiunque sostenga che non si tratti di una strage commissionata dalla pericolosissima FEMA è stato pagato profumatamente.

Ricordatevi di amare col cuore, ma per tutto il resto di usare la testa.

neilperri @ butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!