Per chi legge BUTAC da tempo Mida Riva non è un nome nuovo, parlammo di questo personaggio già anni fa: antivaccinista, complottista, sovranista e decisamente ottuso in certi atteggiamenti. Poi per un discreto periodo di tempo nessuno mi ha più segnalato articoli che avessero lui come fonte.

Ieri un lettore mi ha inviato il link a un video su YouTube, video che circola con questo titolo:

Caos in Europa

Il video mostra delle persone di colore mentre distruggono auto e protestano in strada e in negozi. Sarà davvero un video che viene dall’Europa? No, è un video che circola da tre anni, girato negli Stati Uniti, a Baltimora per essere precisi. E Mida Riva, che è un informatico, non può non saperlo. Ma ovviamente se ne infischia, perché la logica è sempre la solita: diffondere materiale che possa indignare chi non ha alcun interesse a informarsi ma gode a vedere confermati i propri pregiudizi sulle minoranze etniche.

Spaventare mostrando immagini come quelle del video è un sistema ormai collaudato. L’over 50 che se li trova sulla propria bacheca non ha le competenze necessarie per verificarlo. Alcuni sono addirittura convinti che se il video non rappresentasse ciò che viene raccontato sarebbe automaticamente rimosso dalla rete, che chi lo diffonde avrebbe conseguenze sanzionatorie. E invece come ben sapete non succede nulla a chi diffonde fuffa online, a meno che non possa essere ipotizzato qualche rischio di diffamazione.

Ma il video mostra le proteste a Baltimora dopo che un cittadino americano di colore è morto dopo uno scontro con la polizia. Non si tratta di proteste di immigrati, non si tratta di musulmani integralisti, non si tratta di Europa.

Quello che per me è sconcertante è che il video mostra come hanno reagito ai soprusi della polizia nei confronti di una minoranza etnica. Da noi, anche quando ci sono sentenze che mostrano come alcuni soggetti abbiano messo in atto soprusi pesanti nei confronti di un cittadino, magari italiano, non mi pare ci si sia ribellati alla stessa maniera, anzi, soggetti come quelli che condividono il video di Mida Riva plaudono all’operato delle forze dell’ordine, sempre e comunque.

LEGGI ANCHE:  Impostare la privacy per i profili di Facebook

 

Non credo sia necessario aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!