Nadia Toffa, Amicizia e clickbaiting

30
694

Nadia Toffa

Davvero due righe stavolta, ma le svariate migliaia di condivisioni in poche ore di questa fotografia necessitano del nostro intervento:

Pagine come Amicizia (oltre 700mila follower su Facebook) la stanno condividendo con post tipo questo:

Nadia Toffa questo sorriso ci riempie di gioia!!! Scriviamo tutti un messaggio per lei affinché possa leggere e sorridere ancora 🙏❤️

Chiunque veda la foto condivisa in questi giorni in cui Nadia è effettivamente in ospedale è ovviamente portato a pensare che si tratti di uno scatto di questi giorni, peccato che questo sorriso risalga ad aprile 2014; se volevano semplicemente usare una foto di repertorio con un suo bellissimo sorriso potevano evitarne una dall’ospedale. Come riportava Il Giornale nel 2014:

Ciao ragazzi! Sono appena uscita da una piccola operazione. Niente di preoccupante, ma vorrei ricordarvi le visite di controllo. Sono andata ad aggiornare la mappa dei nei…e ne hanno trovato uno brutto – scrive la conduttrice de Le Iene sul suo profilo Facebook.

Con questo messaggio Nadia raccomanda tutti di fare prevenzione e di aggiornare regolarmente la mappa dei nei. “Non sottovalutate queste cose, dietro potrebbero nascondersi seri problemi” – scrive la conduttrice. La Iena ha voluto informare personalmente i suoi fan dell’operazione e oltre a tranquilizzarli, ha invitato tutti a prevenire il male invece che curarlo.

Sia chiaro, che la Toffa stia meglio ce lo dicono sempre le Iene che in questi giorni hanno tenuto aggiornati i fan (e i detrattori) della conduttrice Mediaset. Ma la foto che circola sui social e condivisa dalla Iene è questa:

“… volevo ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicino… ho preso una bella botta, ma tengo duro. Adesso parlo con i medici e cerchiamo di risolvere questa scocciatura. Stasera le Iene me le guardo da questo lettino, e vediamo che combinano senza di me… Torno presto.” Nadia

A noi fa solo piacere che Nadia stia meglio, speriamo di vederla magari ad uno dei prossimi raduni CICAP a spiegare questa storia degli esperimenti radioattivi. Ma vedere condividere una foto di un anno e mezzo fa solo ed unicamente per fare incetta di like è davvero squallido; dare ad intendere ai proprio follower che quella sia davvero una foto di questi giorni è fregarli, truffarli, spacciare loro una bufala.

LEGGI ANCHE:  Il selfie appena sbarcata

Se seguite pagine che hanno condiviso la foto con quel post, fatevi un piacere, togliete il like, smettete di seguirle, sono solo l’ennesima macchinetta per fare soldi di qualche furbetto del quartiere.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, puoi sostenerci su PayPal! Può bastare il prezzo di un tabloid !