The Keshe foundation

19
169

kf9

 

Keshe Foundation: Mi è stato segnalato da un  lettore sulla pagina Facebook un video che parla di SLA e di speranze per i malati, un video che ci racconta storie incredibili di progressi nelle cure, tutto merito delle loro incredibili ricerche.

Come più volte detto IO non sono un medico, mi avvalgo del supporto di consulenti esterni quando serve o altrimenti utilizzo un approccio diverso, da debunker, in questo caso basta la seconda via per metterci subito in odore di truffa.

Chi è la Keshe foundation? Su internet si presentano così:

keshe1

SPACESHIP PROGRAM ORGANIZATION (organizzazione del programma spaziale).

Ma passiamo oltre, è vero che in prima pagina sul loro sito si parla subito di SLA (ALS), ma con che credenziali? Chi sono veramente questi personaggi? Sul loro sito l’unico indirizzo di una sede è in Belgio, annunciata come apertura nel 2012, l’immagine qui sotto è come la Keshe Foundation annuncia l’inaugurazione della sede:

kf2
E qui come la stessa posizione ce la mostra Google Maps:

kf3

Non notate anche voi che si tratta della stessa identica immagine?, Ma come tu compagnia “seria” e grossa che stai per aprire una sede (anzi hai aperto da due anni) in Europa non usi una foto fatta dal vivo ma un’immagine presa da Google Maps?

Voi mi direte, ma magari chi cura il sito in Europa non c’è mai stato, benissimo. In due anni da quando hanno inaugurato nessuno ha provveduto altre immagini del fantomatico centro? Sempre sul sito di Keshe Foundation c’è un modulo contatti, solo per appuntamenti relativi alla salute… nessun indirizzo, nessun telefono, il nulla.

Ma non ci stanchiamo mai, seguiamo le tracce che la Keshe Foundation lascia per strada e troviamo alcuni siti che raccontano altre cose, non positive, nei confronti di questo pseudo santone scienziato che si cela dietro la Keshe.

Intanto diciamola, la KF esiste da svariati anni e ha promesso sempre innovazioni che non sono MAI avvenute. 

LEGGI ANCHE:  Disinformazione: I primati europei dell'Italia.

Nel 2012 doveva avvenire la presentazione ufficiale di un reattore che doveva generare 10 Mw di potenza in soli 100g di peso, ad oggi di quel generatore si sono perse le tracce. E così vale per le cure della sclerosi, e per tante delle altre invenzioni supposte di Mehran Tavakoli Keshe, il fondatore di questa “Fondazione”!

Mr.Keshe è un ingegnere nucleare iraniano, nato nel 1958, che sostiene di avere realizzato anche sistemi di intercettazione droni e di esser dietro la cattura appunto di uno di questi nel 2011, drone militare americano che è precipitato sul confine tra Iran e Afghanistan. Da allora non si tiene più, sono tre anni che sostiene che aver venduto svariati suoi generatori nel mondo (anche se nessuno che si sia fatto avanti per dire, sì l’ho comperato, eccolo, guardate come funziona bene).

Sostiene di poter curare la sclerosi (ma anche li nessuno che da malato si sia fatto prima controllare da un medico vero e poi post trattamento si sia rifatto controllare, strano eh?).

Sostiene di avere un programma spaziale che partirà quest’anno, ma anche su questo credo poco, pochissimo. Eppur anche in Italia c’è gente che ci crede, che lo difende, che spaccia le boiate di quest’individuo per scienza, probabilmente senza capirne di scienza.

Volete degli esempi?
kf4m5sIl post qui sopra viene dalle pagine del sito di un partito politico italiano…e se questo non basta a farci venire i brividi, guardiamo i commenti:

kf7 kf6

Invasati che hanno il prosciutto di fronte agli occhi, Keshe è un truffatore che negli ultimi 10 anni ha fatto i soldi prendendo soldi da malati terminali e uTonti senza MAI ridare nulla in cambio, né la salute, né i generatori promessi. Continuare a spacciare per buone le assurdità di questo personaggio è da criminali.

Insomma non bisogna fidarsi di quest’azienda (che al momento sembra aver aperto una sede in Italia). Non so,ma anche questa notizia sa di bufala, visto che viene presentata così a novembre 2013:

A meno di un anno dal momento in cui il Direttore della Fondazione Keshe ha trasferito la propria residenza dal Belgio sul territorio italiano, l’apertura della Keshe Foundation Italia e l’avvio imminente delle attività dello Spaceship Institute è segno della sua volontà di rimanere stabilmente nel nostro paese per svilupparvi applicazioni delle tecnologie Magrav in grado di proiettare nel futuro molti ambiti della nostra vita e per fare dell’Italia un polo di attrazione dell’avanguardia tecnologica.
Ma come, la sede belga sostenevate che era stata inaugurata nel 2012, qui dite che il direttore a novembre del 2013 si è trasferito in Italia da un anno. Quindi la sede belga (inesistente) è stata un flop? Non è mai stata aperta? È stata aperta e chiusa nel giro di pochi mesi? Non si capisce, e questo porta ad altri ulteriori dubbi!
Non so se abbia davvero aperto la sede italiana, a parte queste info copiate e incollate in rete su siti vari ed eventuali non ho trovato molto altro. So che ci sono dei seguaci di Keshe in Italia che ci credono (e probabilmente verranno a commentare anche questa volta) o che ci sperano, ma si tratta solo di fuffa. Dimostrata dai tanti proclami MAI mantenuti. Quindi che si tratti di cure miracolose, generatori economici o viaggi nello spazio, state lontani da questa fondazione e da questo individuo!
maicolengel at butac punto it
Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

Articolo precedenteI rifiuti dell’industria del latte!
Articolo successivoLe piramidi ghiacciate
45 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre duemila e trecento articoli come autore, oltre a qualche collaborazione esterna. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Butac in due anni e mezzo è passato da poche decine a svariate migliaia di utenti al giorno. Tre milioni di utenti singoli all’anno, confermando così la voglia e necessità di informazioni meno faziose. Come descrivermi? Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.