Tumori che scompaiono in soli 30 minuti

41
244

TERMOABLAZIONE1

Dionidream ama spargere fuffa medica e lo fa senza guardare in faccia nessuno. Poco importa al caro admin se la gente ci crede, si illude al punto da prendersi una porta in faccia; poco gli importa se la sua disinformazione faccia male alla ricerca e dia ad intendere che ci sia qualcuno che nasconde le cure mediche per il benessere di pochi a discapito di tanti. È il caso di quest’articolo  che ci parla della Termoablazione cutanea:

Si chiama termoablazione per via percutanea ha permesso di rimuovere completamente la massa del tumore: si inserisce un ago sottile su cui viene trasmessa una energia elettromagnetica che produce calore riuscendo a bruciare il tumore. Questo è avvenuto nel 2009 e non se n’è più sentito parlare. I medici più all’avanguardia conoscono il potere delle frequenze e di come esse abbiano un’enorme efficacia in tutti i campi. Il medico italiano che ha usato questa tecnica è il Dott. Sandro Rossi che dal 2002 al 2009 l’ha usata con successo su migliaia di pazienti facendo scomparire con successo tumori al fegato, colon, reni, polmoni e pancreas. Come mai non ne sappiamo nulla?

Concludere così (“vedi, c’è la cura ma ce la tengono nascosta…”) fa leva solo ed esclusivamente sulla pigrizia del lettore. Il dott. Sandro Rossi esiste per davvero e ha una fondazione creata proprio allo scopo di studiare questa Termoablazione e altre forme di cure poco invasive. In questi anni non è stato zitto, tutt’altro: i limiti della termoablazione sono ben noti al momento e per migliorarne l’uso occorrono studi e ricerche che hanno costi elevati… e i soldi, come si sa, non nascono sigli alberi.

La pratica esiste, la si usa normalmente in svariate cliniche per quel ristretto numero di neoplasie in cui si può sfruttare. Per tutti gli altri casi, per ora la risposta del corpo è imprevedibile, a meno di non aver ultimato altre ricerche, per cui i fondi al momento sono scarsi.

LEGGI ANCHE:  I LED pericolosi per la retina?

Non c’è nessuna “nuova cura”, nessun “complotto” che la tenga segreta. Niente BigPharma che vi voglia morti. Vi lascio un articolo apparso sul Corriere che dimostra come sia una bugia dalle gambe corte.

Dioni è e resta un benemerito Pinocchio, e voi che seguite il suo sito dovreste rendervene conto. Smettetela di credere a questi benemeriti im******i come Dionidream, per favore.

maicolengel at butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

Articolo precedenteDonne nude contro i terroristi islamici!
Articolo successivoVietata la Via Crucis?
45 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre duemila e trecento articoli come autore, oltre a qualche collaborazione esterna. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Butac in due anni e mezzo è passato da poche decine a svariate migliaia di utenti al giorno. Tre milioni di utenti singoli all’anno, confermando così la voglia e necessità di informazioni meno faziose. Come descrivermi? Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.