Uomo arrestato perché parlava troppo contro il PD

26
107

Domenica mi è stata portata all’attenzione l’ennesima pagina social che diffonde fuffa per portare acqua al mulino dei propri partiti di riferimento. La segnalazione che mi è arrivata era già in parte la sbufalata necessaria.

Salve, tra i tanti post che girano in rete, mi sono imbattuto in questo video:

Riprende il presidente di avvocati senza frontiere mentre viene allontanato energicamente dal palazzo di giustizia milanese dove si trovava per contestare Berlusconi, allora premier, durante l’udienza per il caso Mills. Il tutto è spacciato come “un uomo arrestato per aver parlato contro il pd”. Ho provato a segnalare a FB, ma la cosa che scopro che tra le motivazioni per segnalare una notizia non c’è la causale “notizia palesemente falsa” . Praticamente se non riporta nudi o incita contro una religione o una etnia, puoi scrivere qualsiasi panzana.

Confermo quanto veniva riportato dal nostro lettore, le immagini che si vedono nel video mostrano Pietro Palau Giovannetti mentre viene portato via a forza di fronte al Palazzo di Giustizia di Milano, il motivo del suo venire allontanato è perché stava manifestando contro Berlusconi. I fatti risalgono al 9 maggio 2011, non a ieri o a ieri l’altro, diffondere un video del genere oggi, senza inquadrarlo nel suo contesto, è disinformare, e unire allo stesso video la frase:

uomo arrestato perché parlava troppo contro il PD

è diffondere una bufala. Notizie88 non è una pagina d’informazione, il sito a cui faceva riferimento era su altervista, che ne ha sospeso l’account:

Account sospeso

Questo account è stato sospeso perchè non in linea con il regolamento della comunità.

Nota: per ulteriori dettagli vedere l’email di notifica o la schermata di login del pannello di controllo.

E il dominio di riferimento era .tk, ovvero uno dei tanti domini gratuiti che chiunque può ottenere dalla società DOT TK. Non sono purtroppo in grado di risalire materialmente a chi si celi dietro Notizie88, ma poco importa, è una delle tante pagine social che pur di portare acqua al proprio mulino ha scelto la via facile: la diffusione di bufale per indignare il lettore.

Non credo serva aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!