Vivere di aria, e vivere di aria fritta

4
64

BARBIE2

Negli ultimi 3 giorni una notizia shock sta sconvolgendo Internet!! Valeria Lukyonova si nutre di solo aria! Incredibile scoop, ma chi è?

Valeria, che risiede in Ucraina, è un personaggio web e negli anni è diventata un santone, Amatue il suo nome spirituale. A tutti i naviganti del web sarà capitato di vedere una sua foto almeno una volta

339702-valeria-lukyanova

Viene chiamata Barbie per la sua fortissima somiglianza con la famosa bambola Mattel anche se dichiara di non essere mai stata influenzata dal giocattolo, ma la loro somiglianza sarebbe dovuta alla comune ispirazione alle proporzioni della perfezione femminile (ovviamente sua opinione). Personaggio molto seguito su Facebook è praticamente un’ultimora sul web per via di questa dichiarazione:

“In recent weeks I have not been hungry at all; I’m hoping it’s the final stage before I can subsist on air and light alone.”

“Nelle ultime settimane non ho avuto appetito; spero che sia l’ultimo stadio per potermi sostentare di sola aria e luce.”

Sul carrozzone son saliti un po’ tutti, TGCOM24, sito noto per la precisione delle sue notizie, titola addirittura “VALERIA LUKYANOVA SHOCK: “VIVO DI ARIA E LUCE COME BARBIE”  mischiando e reinterpretando tutto quello che gira in Internet a loro piacimento, precisando poi “Le sue recenti dichiarazione hanno suscitato polemiche”. Usano tutti quell’aggettivo, in ogni articolo. Recentissime, infatti sono del 10 Febbraio 2013!!  e facendo la fatica di leggere l’articolo la bambola di carne non dice di nutrirsi di aria e luce, ma che aspirerebbe a farlo. All’inizio considerata un falso, si lascia intervistare dall’Indipendent e questa si svolge ad un pranzo dove lei mangia e la sua dieta è di soli liquidi da un anno

After much persuasion, Ms Lukyanova agreed to meet The Independent for lunch[…] “Lunch,” in her case, is a glass of freshly squeezed celery and carrot juice, mixed together with a trio of gloopy Indian chutneys into a devilish cocktail. “I’ve been on a liquid diet for a year now,” she says, taking small sips of the slimy drink. “In recent weeks I have not been hungry at all; I’m hoping it’s the final stage before I can subsist on air and light alone.”

Alcuni speculano che la “modella” sia breathariana, capace di nutrirsi di solo prana, cioè della sola energia dell’universo, senza cibo né acqua. In realtà  questo non lo dice mai e rimane speculazione sul suo riferimento a “aria e luce”. Lascio investigare su questa follia a chi proprio ne abbia voglia, ma basta leggere l’introduzione a questa pagina per capire di che bufala sia (qua invece se volete farvi due risate). Dettaglio paradossale è che lo stesso Indipendent scrive il 1 Marzo 2014 un articolo su di lei citando come fonte l’International Business Times Australia (fonte di tutti gli articoli attuali sembra) dimenticandosi di aver dato loro per primi questa notizia una anno fa! Ridicolo!

LEGGI ANCHE:  L'aria che respiriamo

Breatharianismo a parte, la Lukyanova insegna meditazione e come gestire esperienze fuori dal corpo. Da piccola sentiva le voci, dice di essere stata in cura da uno psichiatra che decise di sfruttare queste sue “capacità” (ho qualche dubbio sulla veridicità di questo dettaglio), crede nella reincarnazione e insieme ad altre amiche dichiarano di venire dalle Pleiadi, di essere stata nelle vite precedenti un re, un leader immolatosi col fuoco e di aver vissuto su Venere. Ognuno è libero di credere a quello che vuole, ma è un peccato che Venere non sia mai stato abitabile e avrebbe dovuto saperlo data la particolare attenzione sovietica per il pianeta (ricordo che Venere non è proprio il corpo celeste più favorevole alla vita nel sistema solare), altrimenti sarebbe stata una bella storia. VICE le ha dedicato un mini documentario  la scorsa estate dove vomita tanto altro.

È un personaggio particolare senza dubbio. Il suo look, estremizzato nelle foto super photoshoppate, è un sapiente mix di make up, qualche ritocco e trucchetti per far sembrare gli occhi e le pupille molto più grandi, e c’è una grande bravura nel “vendere” la propria immagine. Non so se è un prodotto per acchiappare adepti e rivenditori per la School of Out-of-Body Travel and Lucid Dream , carino che venga presentato come “Un nuovo modo per fare soldi”, o semplicemente è il classico personaggio che sparando un po’ a destra e un po’ a manca cerca un modo per rimanere sulla cresta dell’onda. Che la crisi in Ucraina l’abbia fatta uscire dalla polvere accumulata negli ultimi mesi?

La bottom line: vero che riciclare è una cosa positiva, ma le news dette male lasciamole nella raccolta indifferenziata. Sarà “bella” da guardare, ma meglio tenere le distanze.