bruno-groening

Rieccoci con la seconda parte dell’inchiesta sul “Circolo degli Amici” di Bruno Groening. Nella prima parte ho esposto le incongruenze, le contraddizioni e il comportamento illegale e pericoloso del santone polacco Bruno Groening. In questo articolo verranno descritte le metodologie ambigue con le quali il “Circolo” tenta da anni di imporre la propria autorevolezza e controllo su malati e vittime assortite.

Come sempre, mettetevi comodi, perché c’è tanto da leggere e molto da digerire.

– N.

==========

L’eredità di Bruno Groening: “Il Circolo degli Amici”

La vita di Bruno Groening è legata in modo indissolubile con la sua stessa creazione, il “Circolo degli Amici”. I primi semi del gruppo vengono piantati nel 1953, sotto l’unico nome di “Associazione Groening”. Il gruppo ha un obbiettivo ben preciso: dare un presunto supporto legale all’opera criminosa di Bruno Groening. Nel 1955 iniziano i primi smottamenti e alcuni degli associati si accusano a vicenda di aver “dimenticato i valori e la missione di Groening”. Inizia così una lunga diaspora tutta interna al circolo di persone vicine al santone, così confusa e contorta da rendere difficile anche una cronistoria per sommi capi. In realtà, tutto ha origine – per ammissione dell’Associazione stessa – dalla sentenza per omicidio colposo del 1957, vista come un masso insormontabile dai membri della setta.

hqdefault
Grete Hauser

Bruno Groening fonda l’Associazione per il Progresso dei Principi Spirituali e Naturali della Vita nel 1958, aventi come rappresentati Erich Pelz e Alexander Loy. A tutt’oggi, l’associazione è ancora esistente. Da essa, sempre per le solite divergenze di cui sopra, nel 1979 viene fondato il Circolo degli amici di Bruno Gröning per volontà di una delle “guarite” del santone polacco, ovvero Grete Häusler. La sua sede legale è il Centro per la Formazione della Vita Spirituale e ha “il compito di conservare l’eredità spirituale di Bruno Gröning ai posteri” e “offrire alle persone sofferenti la possibilità di ricevere aiuto e guarigione” (cit.). In che modo? Ovviamente tramite la preghiera.

La direzione attuale del Circolo degli Amici è affidata a Dieter Häusler, figlio di Grete e azionista unico della Grete Häuser GmbH. L’impresa si occupa di stampare e diffondere autonomamente libri, DVD e quant’altro legato alla figura del guaritore miracoloso, mantenendo così il culto della personalità nei confronti del santone.

Il “Gruppo medico-scientifico” (MWF)

Finora ho accennato a un “gruppo medico-scientifico” e ad alcune presunte “testimonianze” di guarigione. È giunto il momento di spiegare in cosa consista… e di quanto esso sia vuoto di ogni riferimento scientifico.

Il sito principale del Circolo degli Amici spiega così il “Gruppo medico-scientifico specializzato”. La sua funzione è quella di essere “complementare” alla medicina, in particolare quella alternativa. Non è un caso che il gruppo sia aperto a medici e naturopati.

Dalla sua fondazione, nel 1992, il Gruppo Medico-Scientifico (MWF) è diventato per migliaia di medici, psicologi e altre professioni sanitarie in tutto il mondo, uno straordinario simposio di confronto con la guarigione per via spirituale. Molti di essi erano alla ricerca di aiuto per se stessi o per i loro pazienti e hanno trovato nell’Insegnamento di Bruno Gröning un completamento efficace alla loro scienza medica tradizionale o alternativa.

Attraverso pubblicazioni, conferenze specialistiche e convegni medici, vogliono spiegare le connessioni spirituali della guarigione e della salute, chiarire il fenomeno di una guarigione attraverso lo spirito e informare. Di questo fa parte, al primo posto, l’accertamento medico delle testimonianze di successo e per quanto è possibile, della loro documentazione con relative diagnosi e controlli.

Si parla dunque di un “archivio” contenente un gran numero di testimonianze di guarigione. Queste testimonianze parlano di cure miracolose da angina pectoris, encefalomielite mialgica e la “non-malattia” osteoporosi. Un’intera sezione del sito è dedicata alle guarigioni, suddivise per categoria (fisiche, psichiche e mentali, da dipendenza). Si annoverano cure miracolose per cancro, allergie, disturbi mestruali (!), ernia del disco, morbo di Parkinson e sclerosi multipla.

Un lavoro certamente imponente e mastodontico… che nessuno, al di fuori del comitato e del circolo, ha mai visto. Stiamo parlando di pura aneddotica senza uno straccio di cartella clinica, corroborati da un sacco di video emotivi che elogiano l’effetto placebo della “forza divina”, lo Heilstrom. Si parla di “pubblicazioni”, ma una rapida ricerca su PubMed non restituisce alcunché in merito. Solo un articolo tedesco, per me non leggibile ahimè, sulla vita di Bruno Groening.

Finché queste persone non si sottoporranno all’attenzione della comunità scientifica, le chiacchiere stanno a zero. Non ci sono tracce di queste “testimonianze” su nessun giornale scientifico. Nessun paper, nessuno studio completo. Queste storie non sono mai state pubblicate né supervisionate dalla comunità scientifica. Non sono state dimostrate, dunque, e servono solo ad alimentare il culto della personalità di un santone, puntando tutto sull’emotività per convincere le vittime ad aderire. Se sono così sicuri della bontà delle loro testimonianze, perché non pubblicarle o sottoporle a un semplice controllo?

Responsabile di questo gruppo è il dottor Gerhard Blättner che, stando alle parole di Serge Blisko, esercita abusivamente la professione e il titolo di medico: è stato radiato dall’Ordine dei Medici.

“La deriva settaria è assoluta”

Nella parte precedente ho usato più volte il termine “setta” e i suoi derivati e purtroppo per loro, non è più di tanto un’esagerazione. In Francia, il Rapporto al Primo Ministro della Missione Interministeriale di Vigilanza e Lotta alle Derive Settariste (MIViLuDeS) datato 2005 richiede l’attenzione “su alcuni movimenti in ragione della loro opposizione alla medicina convenzionale”. Fra i vari nomi spicca il “Circolo degli Amici” con sede in Dordogna.

Il convient d’être plus particulièrement vigilant sur un certain nombre de mouvements en raison notamment de leur opposition à la médecine conventionnelle allant jusqu’au refus de soins. Sont cités […] le Cercle des amis de Bruno Groening en Dordogne[.] (pag. 33)

Nello stesso rapporto vengono messe in luce le “pretese terapeutiche pseudoscientifiche” nel Circolo tramite “riti di guarigione per preghiera”, avallati da “gruppi medico-scientifici” certificati dalla stessa associazione.

Parmi les cas de dérives avérées au sein de communautés pratiquant des rites de guérison par la prière, les communautés qui allient spiritualité et prétention thérapeutique pseudo scientifique sont certainement les plus sujettes à caution à l’instar des « groupes médicaux-scientifiques » du Cercle des amis de Bruno Gröning qui sont très puissants en Allemagne et interviennent en France surtout auprès des personnes âgées. (pag. 53)

Dieter Häusler
Dieter Häusler

Lo stesso MIViLuDES ritorna a parlare del Circolo degli Amici nel Rapporto datato 2009. In una preoccupante nota scritta a pagina 138, si denuncia la partecipazione di bambini ad alcune sessioni delle presunte “guarigioni miracolose” a opera dell’associazione.

Des cas de participation d’enfants […] à des séances de «guérisons miraculeuses » – Cercle des Amis de Bruno Groening – ont aussi été signalés au Service autrichien. (pag. 138)

Sempre in Francia, l’attenzione mediatica è piuttosto bassa, ma consistente: il 9 febbraio 2016, 20minutes riporta la presenza di una di queste “conferenze” all’Auberge de Jeunesse Yves Robert e di un tentativo di contrasto. Il commento di Serge Blisko, a capo del MIViLuDeS, è lapidario, definitivo, senza scampo: “La deriva settaria è assoluta”.

La dérive sectaire est absolue.

Tossicodipendenti e bambini nel mirino

Il Rapporto biannuale del CIAsOSN (Centro d’Informazione e Allerta sulle Organizzazioni Settarie Nocive) è forse il documento più esaustivo sull’operato della setta. In particolare il Documento 7, pagine 37-38, aggiornato al 2005, raccoglie e definisce l’operato del Circolo degli Amici sul suolo belga.

Fra le varie attività “promosse”, il Circolo annovera una presunta comunità di recupero per tossicodipendenti. Sulla stessa falsariga troviamo anche comunità dedicate all’infanzia e ai giovani, alla stregua degli oratori. Entrambe le iniziative muovono dagli insegnamenti di Bruno Groening sulla presunta “forza divina” che tutti, bambini inclusisarebbero predisposti ad accogliere se solo iniziassero a crederci. Gli stessi bambini vengono indottrinati dai membri dell’associazione attraverso “versioni ridotte” mirate ai giovanissimi.

A proposito, il Rapporto biannuale riporta che il movimento snocciola testimonianze di persone che sono riuscite a guarire i propri figli dai disturbi e dalle malattie più disparati, per esempio la sordità.

Le mouvement fait étalage de nombre de témoignages prétendant que ce courant guérisseur a guéri leur bébé, leur enfant de la surdité, de syndrômes atypiques, etc. Les éditions Grete Haüsler, qui s’occupe de faire connaître le mouvement de Bruno Gröning, édite également des livres pour enfants.

Come detto per il “Gruppo medico-scientifico”, non ci sono prove a dimostrazione della validità di ciò che propongono.

La vera storia del “Premio per la pace”

Fino a qualche tempo fa, complice un layout diverso, capeggiava in cima al sito un piccolo link che recitava così: “Il Circolo degli Amici di Bruno Gröning vince il premio internazionale per la pace alle Nazioni Unite“. Con questo titolo, si crea la falsa impressione che ci sia stato un interesse da parte delle Nazioni Unite. Basta leggere il primo paragrafo per capire che non è affatto così.

Il World Peace Prayer Society (WPPS) rende omaggio all’impegno più che trentennale del Circolo degli Amici

New York City. L‘associazione World Peace Prayer Society (WPPS), affiliata all’ Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) ha assegnato al Circolo degli Amici di Bruno Gröning il giorno 23 maggio 2013 il premio del Polo per la Pace. La cerimonia si è svolta nella Cappella ecumenica Tillman delle Nazioni Unite, su invito personale dello Staff Recreation Councils (UNSRC).

L’UNSRC (United Nations Staff Recreation Council) riunisce principalmente gruppi di natura sportiva, mentre la World Peace Prayer Society è una ONG che risponde al Dipartimento dell’Informazione Pubblica delle Nazioni Unite a New Yorknon ha alcun effetto vincolante sull’ONU.

Sì, insomma, avete capito… non è affatto un premio importante legato all’ONU, bensì un semplice riconoscimento dato sulla fiducia da una ONG che ha impatto zero sullo scacchiere mondiale.

Ultimo folio

Non c’è molto altro da aggiungere, se non un paio di pensieri personalissimi.

Se avete letto uno dei miei (finora pochi) articoli su BUTACMag, saprete molto bene quanto possa diventare emotivo, forse anche eccessivamente, su temi come questi. Lo sosterrò sempre: “Il prezzo della libertà è l’eterna vigilanza”. Scrivo su BUTAC non per il piacere di fare giornalismo o di diventare giornalista, cosa che dubito accadrà mai, bensì perché condivido gli stessi ideali del fondatore: denunciare, esporre, portare alla luce le malefatte di ciarlatani, truffatori, malversatori e imbonitori.

Nel caso vi stia scivolando di dosso, tornate un attimo agli insegnamenti di Bruno Groening. Egli sosteneva di poter guarire chiunque con l’uso della parola, ma non solo: era convinto che chiunque potesse ricevere questo dono – “basta crederci”, e la guarigione è dietro l’angolo.

Non me ne vogliano i tossicodipendenti o coloro che sono finiti nel tunnel degradante della droga, ma parliamo per un attimo dei bambini avvicinati da questa setta. Bambini costretti a credere alle favole di un uomo condannato per l’omicidio colposo di una ragazza che poteva essere curata. Bambini coinvolti attivamente nella lettura di un fenomeno, l’Heilstrom, che vorrebbe far credere loro di avere dentro di sé un potere curativo immenso – “basta crederci”, si ripetono. Bambini accuditi da genitori che credono a loro volta a irrealtà dogmatiche accettate a capo chino, con un sorriso tirato sulle labbra, che danno ai propri figli con la stessa leggerezza con la quale li hanno nutriti al seno.

Bambini che crescono con la convinzione di avere superpoteri che nessuno vede, che nessuno riconosce, che nessuno sembra accettare. Bambini che imparano a isolarsi, arrivando forse a negare di giocare perché “lo metterebbe fuori sintonia con il mondo”. Bambini ai quali viene insegnato a dubitare di chiunque, anche di chi ha una solida ragione per metterli in guardia da un pericolo reale.

Bambini malati di cancro, oppure affetti da malformazioni o malattie genetiche, ai quali viene imposto loro di rifiutare qualunque cura presente o futura.

Bambini che muoiono soli, confusione il loro epitaffio, davanti a genitori che piangono per un perché.

Se questo è ciò che succede con i bambini, immaginate quanti scrupoli potrebbero avere verso tossicodipendenti o malati terminali adulti.

Se tutto ciò non suscita in voi anche solo un miliardesimo della rabbia che provo, loro stanno vincendo.

Restate scettici, restate diffidenti.

Il Ninth
[[email protected]]

Ricordatevi di votarci ai MIA Macchia Nera Awards!

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!