COMPLOTTISENZAFRONTIERE-ROSSRACHEL

E dopo i cristianocomplottari della domenica, permettete che vi presenti le new entry: i complottisti antifemministi!

Gironzolando su Facebook ho trovato una pagina che dovrebbe fronteggiare quello che per qualcuno è “l’evidente opera di lavaggio del cervello da parte delle femministe”. Non chiedetemi come ci sia finito lì.

La prima e ultima perla che ho beccato è stata questa, su un presunto “doppiaggio femminista”della serie Friends.

parastatali1

DOPPIATO IN ITALIANO: “E subito dopo il maschio Ross mi ha assalito…”

VERSIONE ORIGINALE: “And the next thing you know, out of nowhere Ross comes on to me.”

Non solo “il maschio” è stato aggiunto dal nulla, ma la doppiatrice ha anche visto bene di tradurre “comes on to me”, che letteralmente significa “farsi avanti”, “provarci”, con il termine “assalire”, che ha ben altri connotati (violenti).

 

1399572593_picardfacepalm

Da quando in qua il doppiatore sa tradurre? E anche volendo, sarebbe davvero capace di farlo così, su due piedi? Senza uno straccio di regolamento?

Qui c’è tanta di quella ignoranza che la metà basta. Saranno dieci anni che non guardo più un film doppiato – storie personali – ma so come funziona il doppiaggio italiano, e quell’immagine dice solo stronzate.

Le serie TV che passano in televisione vengono dapprima tradotte. Successivamente si passa alla fase di adattamento: per quanto la traduzione dall’originale possa risultare fedele, essa può subire grandi modifiche per venire incontro ad alcuni problemi logistici. Fra questi, il più grande è sicuramente la corrispondenza col labiale. Questo non significa che il doppiatore deve seguire le labbra; piuttosto, il numero di sillabe deve rientrare grossomodo in quelle pronunciate dall’attore nella versione originale.

Che poi le voci siano discutibili e che alcuni attori non sappiano neppure pronunciare l’inglese, è un altro paio di maniche. De gustibus.

Per quanto riguarda l’adattamento, il verbo come on to somebody ha diverse traduzioni. Wordreference, per esempio, lo equipara al nostro “provarci”; il Free Dictionary lo definisce come “to try to attract someone romantically or sexually“. Questa definizione non è sempre definibile come “provarci”, “sedurre” o “farsi avanti”, proprio perché in italiano questi verbi evocano spesso elementi più o meno sessuali. Forse non sarà stato il migliore degli adattamenti, ed è vero che gli adattamenti fanno spesso defecare macigni. Ricorderemo tutti quella volta in cui Sheldon snocciolò il suo sabato-tipo, vero?

Ogni sabato io mi sveglio alle sei in punto, metto la vestaglia, mi preparo una ciotola di cereali, aggiungo latte al 2% di grassi, mi siedo a quell’estremità del divano, accendo la televisione e guardo “Fisici si nasce”!

Ma in realtà Sheldon diceva tutt’altro (in grassetto le differenze)

Every Saturday morning I wake up at 6:15, pour myself a bowl of cereal, add a 1/4 cup of 2% milk, sit in my spot, turn on BBC America and watch Doctor Who!

Perché le “sei e un quarto” sono diventate “sei in punto”?! Perché nessuna menzione di BBC America? Ma soprattutto, perché non citare Doctor Who IN UNA SERIE CHE PARLA DI ROBE DA NERD?! Tutto lo humour è incentrato sui riferimenti nerd, E TU ME LI CANCELLI TUTTI?! Mi sa che qualcuno ha perso il lavoro!

A volte può capitare che l’adattamento non sia fra i migliori, ma in questo caso non mi sento di giudicare. Primo, non conosco la serie Friends, se non per sentito dire. Secondo, è probabile che l’adattatore, o il direttore di doppiaggio, abbia voluto cambiare pur cercando di mantenere il senso della frase. Questo vale a prescindere dal sesso di chi ha lavorato sulla traduzione!

GOMBLODDO!1! Le femministe ci vogliono lavare il cervello!!!11uno Vogliono un mondo fatto di maschi in cucina e strippers nudi l’OTTO MARZO!1! Tutto parte del NWO new women order!111uno SBELIAAAA

10606324_353133174844756_690979089637943200_n

 

AGGIORNAMENTO del 26 Agosto 2014:
L’autore di un commento che avevamo inserito qui  ha fatto delle rimostranze (le trovate nei commenti del blog) sul nostro aver riportato le sue parole. Quindi seppur il suo post era  anonimizzato e non riportava in alcun modo a lui  l’abbiamo rimosso, a seguito della sua legittima richiesta. Non siamo un blog femminista, come non siamo un blog maschilista, siamo solo per la corretta informazione, non prendiamo mai le parti di qualcuno in particolare, la bufala (o la disinformazione) da dove arriva arriva! Riporto le parole del Ninth (l’autore di questo pezzo):

Sono per il progresso e per il superamento della dicotomia antifemminismo/femminismo. Nel caso in questione per me non si può parlare di male bashing in questo caso proprio perché non possiamo dire che vi fosse davvero una volontà femminista androcida. Chiedo scusa se l’intento non era chiarissimo e ci vediamo alla prossima bufala.

Aaannamo bbene, proprio bbene.

Il Ninth