MRTNONMORTO

Tranquilli, ragazzi, Mister T non è morto! È vero, il 2016 ci ha portato via alcune fra le più grandi personalità nel mondo della musica e dello spettacolo. Ma cerchiamo di non far consumare i cosiddetti di chi è ancora vivo a furia di… grattate!

Da qualche giorno, gira una voce nei corridoi anglofoni della presunta morte di Laurence Tureaud, passato nell’immaginario comune con il più noto soprannome di Mister T (o Mr. T, per brevità). La notizia del trapasso del membro dell’A-Team non esiste: spesso viene condivisa l’immagine qui sotto riportata, con l’anno di nascita di Mister T e il presunto anno di morte.

mr-t

In altre occasioni, soprattutto cercando su Google, può spuntare un sito di nome MediaMass, il quale diffonde notizie assolutamente discordanti allo scopo di fare satira sul mondo del gossip e dell’informazione due-punto-zero. Trovate tutto specificato sulla sezione dedicata.

Il nostro sito è nuovissimo (lanciato di nuovo alla fine di ottobre 2012) ed ancora in costruzione. La sezione “People” è l’unica attiva.

Il concetto è quello di selezionare gli articoli più tipici, rappresentativi e ricorrenti dalle riviste di gossip e di attualizzarli per tutte le celebrità nel nostro database.

La sezione “People” è una parodia umoristica di riviste di gossip, tutte le storie sono ovviamente false.

Così migliaia di celebrità, Bill Gates negli USA, Zhang Ziyi in Cina , Ranbir Kapoor in India, ecc, avranno tutte un cane che si chiama ‘Spinee’ che sta riprendendosi da un intervento chirurgico andato a buon fine.

Non cambieremo il mondo , ma almeno rideremo provandoci.

*Etciù!* Scusate, sono allergico alle cazzate. Siamo nel 2016, e c’è ancora gente che confonde la mancanza di talento con il genio.

Non c’è molto da dire: Mr. T non è morto, non c’è uno straccio di notizia a confermare la sua morte. Il nostro “Pessimo Elemento” ha però una pellaccia dura: è sopravvissuto a una forma di leucemia di che ha colpito i linfociti T!

Restate scettici, restate diffidenti.

Il Ninth
[Commenti, segnalazioni, minacce di morte, tette e birra? Scrivetemi a [email protected]]

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!