La pagina “Noi creature della terra” pubblica un video che mostra una montagna di peperoncini con topolini che spuntano da ogni dove. Il post che viene fatto circolare (e ri-circolare, visto che la prima volta l’avevano pubblicato a fine febbraio ma non contenti l’hanno ricondiviso) riporta come descrizione:

Peperoncino rosso che viene macinato e confezionato e immesso nel mercato ne vogliamo parlare 🐀 escrementi e dell’urina del topo meglio comprarlo intero e lavarlo in acqua calda prima di metterlo in tavola.🐀

Da dove viene il video? Non ce lo dicono! Chi ci assicura che sia peperoncino che verrà venduto e non magari bruciato proprio a causa dell’infestazione di topolini? Nessuno. Il video, prima di venire fatto circolare da questa pagina Facebook, negli ultimi due anni è passato prima sui social al di là dell’oceano, poi si è detto venisse dal Messico, poi dall’India e anche dall’Indonesia. Insomma, nessuno sa esattamente da dove arrivi, ma è importante? No, perché basterebbe essere davvero “creature della terra” per sapere che il peperoncino piccante è un forte repellente per topi, come si può verificare facilmente in rete.

Rats are repelled by very spicy seasonings such as chili peppers. … The smell is so potent that rats are turned away by the smell of the spices. If eaten, they can also be painful to the rat, so they’re likely to flee after encountering one of these spicy substances.

Quindi è probabile che quello non sia il peperoncino usato per produrre polverine piccanti e peperoncini secchi. Può essere che nel raccogliere tonnellate di peperoncini vi siano finiti in mezzo anche dei topi, ma che questi ci vivano in mezzo facendo i loro comodi è decisamente poco probabile, alla luce appunto di quanto sopra. Anche quando viene raccolto il grano succede che ci finiscano in mezzo topolini di campagna, che poi vengono eliminati via via che il materiale viene lavorato.

LEGGI ANCHE:  L'acido tartarico sintetico

Non credo sia necessario aggiungere altro, tanto se avete il like a una pagina come “Noi creature della terra” difficilmente leggete BUTAC.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su Paypal! Può bastare anche il costo di un caffè!