RENZI-ACCISA-OLIMPIONICA

Ci arriva questa succulenta segnalazione da Facebook – grazie Luca Virgili – su una possibile “accisa olimpionica”. La segnalazione riguarda una foto pubblicata da Il popolo si piega ma non si ribella, pagina di controinformazione ad alto tasso di indignazione.

 

10849940_491137937692323_4660177450995427606_nhdfasodjasio

La fonte dell’affermazione di questa pagina è tutta riportata dal meme: “L’osservatore politico”. Una rapida ricerca su Internet – 0,27 secondi – ci porta a un sito e una pagina Facebook sinceramente curiose, dallo stile piuttosto familiare.

osspolburla

Il blog, il cui indirizzo è addirittura diverso dal titolo, e cioè “la Voce a Cinque Stelle”, si definisce “uno sguardo aristofanico sull’Europa” e promette di portare, con la lingua nella guancia, “news, interviste, satira politica, economia, abigeato, gossip, scultura, disinformazione, web, news, burle, sport”. Ebbene sì: la pagina promette anche il furto del bestiame. Magari di belle bufale, chi lo sa. Come quella su Cristina D’Avena pronta ad appendere il microfono al chiodo e condurre “spettacoli erotici”, o del deputato PD che passa il periodo della votazione a rifarsi gli occhi con un po’ di carnazza. Notizie costruite sul calco di fatti accaduti in maniera diversa, completamente travisati per il gusto dell’iperbole.

Sono storielle assolutamente innocue, ma che per qualcuno rappresenta il pane quotidiano. Il governo Renzi non piace, non ha convinto e non convincerà le persone a lungo termine. Cavalcare l’onda del malcoltento e della distanza percepita fra mondo politico e mondo reale non è solo sbagliato, ma tratta il vostro diritto all’informazione alla stregua dell’osso per un cane. Vi viene data una notizia apparentemente succulenta, poi ve la lanciano e voi dovete riportargliela ansimando. È così che succede quando condividete l’antipolitica dell’indignazione: credete che faccia “il suo giro”, ma in realtà state solo facendo il gioco di chi gode nel vedervi indignati a suo comando.

La storia di Renzi e dell’accisa olimpionica è qui, con tutta la sua eco muggente. Basterebbe scorrere la pagina, superare la fine dell’articolo e oltrepassare la colonna dei commenti per arrivare a un disclaimer piuttosto eloquente.

disclaimer

“Blog satirico, a volte serio, spesso satirico”. L’osservatore politico è un blog satirico, dunque articoli o titoli contenuti al suo interno possono essere totalmente o parzialmente inventati e/o manipolati, a fini esclusivamente goliardici. Si invita sempre a verificarne la veridicità. Non ci assumiamo responsabilità per l’altrui ignoranza.

Perché si sa, esiste un solo rimedio all’ignoranza. E c’è qualcuno che tifa affinché questo non venga somministrato, favoreggiando così un business pubblicitario e politico davvero notevole.

Per fortuna, almeno questa volta la fonte si è rivelata essere satirica.

Il Ninth