Allarme scabbia?

31
10

scabbia

Non sono poche le testate online che hanno riportato una notizia che arriva da Trapani:

LO SBARCO DEI 256 INFETTI A TRAPANI: HANNO TUTTI LA SCABBIA

Notizia che trova riscontri anche su testate più serie, e che non ha ragione di essere falsa: su 412 immigrati sbarcati a Trapani sembra che 256 siano infettati dalla scabbia. Quello che però quasi nessuna delle testate che ho visto circolare spiega è che la scabbia non è una malattia scomparsa dal nostro paese, visto che ogni anno (anche prima dell’emergenza immigrati) abbiamo circa 6000 casi. Come non siamo di fronte a una malattia così grave da causare allarme. Ne avevamo già parlato qui su BUTAC, anche tre anni fa, quando alcune testate erano riuscite a fare allarmismo sostenendo che fossimo di fronte a un’epidemia di una malattia scomparsa dal nostro paese. Quella era una bufala grossa, per cui nessuno si è mai scusato, ma sappiamo bene come fanno alcuni “giornalisti”: lanciano il sasso e poi si nascondono per vedere che effetto fa.

Stavolta la bufala manca, la notizia è vera, viene lanciata apposta per fare un po’ di sensazionalismo, contando che in tanti non sappiano cosa sia la scabbia e che in tanti si facciano spaventare. Ma non c’è  nulla per cui spaventarsi, la scabbia verrà trattata in tutti i pazienti su cui è stata riscontrata e in poche settimane dovrebbero essere tutti guariti.

Avere ben chiaro che se ogni anno nel nostro paese (da prima dell’arrivo delle ondate di immigrati attuali) ci sono seimila casi che non portano gravi conseguenze è importante per capire che 256 infetti in più non cambiano affatto la situazione. Riporto da Wiki:

È stata classificata dalla Organizzazione Mondiale della Sanità come una patologia legata all’acqua.[1] È causata dall’acaro Sarcoptes scabiei, un parassita molto piccolo e di solito non direttamente visibile, che si inocula sotto la pelle del soggetto colpito provocando un intenso pruritoallergico. L’infestazione negli animali causata da specie di acari simili viene chiamata rogna sarcoptica.

La scabbia è una delle tre malattie della pelle più comuni nei bambini, insieme alla tinea e alla piodermite.[7] Gli acari sono distribuiti in tutto il mondo e allo stesso modo colpiscono tutte le età, le etnie e le classi socio-economiche nei climi diversi.[8] La scabbia si riscontra più frequentemente nelle aree affollate in condizione di vita non igieniche.[9] A livello mondiale a partire dal 2009 si stima che si verifichino 300 milioni di casi di scabbia ogni anno, anche se questo dato è molto discusso.[10][11] Si stima che dall’1 al 10% della popolazione mondiale sia infestata dalla scabbia, ma in alcune popolazioni il tasso di infezione può raggiungere il 50-80%.[7]

Malattia dell’acqua, comune nei bambini, qui parliamo di gente che in acqua c’è stata a lungo… lo capite che non c’è nessun allarme e che chi lo sta lanciando si diverte solo a gettare taniche di benzina sul fuoco?

LEGGI ANCHE:  Troppo effeminato, tolto alla madre

Non credo serva aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!

Articolo precedenteLa Mongolia e l’immunità di gregge
Articolo successivoFake news: bimbo in coma irreversibile da vaccino
45 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre duemila e trecento articoli come autore, oltre a qualche collaborazione esterna. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Butac in due anni e mezzo è passato da poche decine a svariate migliaia di utenti al giorno. Tre milioni di utenti singoli all’anno, confermando così la voglia e necessità di informazioni meno faziose. Come descrivermi? Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.