ANTIVACCINISMO12

La comunicazione sui social fa danni, gravi. E difatti come hanno riportato svariati siti la scorsa settimana:

CROLLO PER MORBILLO, CALO DELLE ALTRE: E’ ALLARME VACCINAZIONI

La notizia è reale, ed è davvero di quelle che a me fanno preoccupare.

Butac è nato partendo proprio dalla disinformazione sulle vaccinazioni pediatriche, e non smetterà mai di fare corretta informazione sulle stesse.

I bambini sono il nostro futuro, sono innocenti che nulla sanno di vaccini e medicina e vengono usati e strumentalizzati da genitori irresponsabili che hanno scelto di fare i “ribelli”. Nove volte su dieci questa scelta è fatta  solo ed unicamente per paura, causata dal terrorismo psicologico che certi soggetti (che vedrei volentieri radiati dagli ordini in cui operano) attuano nei loro confronti.

Fa parte di questo terrorismo psicologico la campagna che da qualche giorno sta circolando online.

Foto di genitori con bimbi in braccio e cartelli di vario genere, tutti a sostenere che il bambino nella foto è malato perché danneggiato dai vaccini.

NESSUNO di quei bambini ha una diagnosi che sostenga la cosa, sono bambini in cui sono venute fuori patologie anche gravi, ma patologie che già sappiamo non essere correlazionate ai vaccini. L’unica cosa che unisce le due cose è il fatto che la malattia si evidenzia proprio negli anni in cui il bambino si sottopone alle vaccinazioni pediatriche. Ma lo studio ha dimostrato che sarebbe venuta fuori CON o SENZA vaccino. Si tratta solo di coincidenze temporali, non nessi di causalità.

Ma chi è dietro ai movimenti antivaccinisti guadagna su questi poveri genitori, guadagna bene. Che siano avvocati (che cuccano qualcosa dalle cause che i genitori intentano contro lo Stato) o medici che si fanno pagare pubblicazioni fuffare e convegni di vario tipo poco importa, loro hanno da guadagnarci.

Noi no, non me ne viene in tasca nulla a scrivere quest’articolo, non sono un medico (cosa che invece è il DottPA che scrive per noi articoli ben più seri dei miei), non sono un avvocato. Io nella vita faccio altro, non ho nulla da guadagnare a perdere il mio tempo a difendere le vaccinazioni.

LEGGI ANCHE:  Otto lettere: mordere un bastoncino

E allora perché lo faccio? Perché ho figli, e so che il meglio per loro e per i loro amici è che ci sia corretta comunicazioniu sulle vaccinazioni pediatriche.12042977_1602895013292922_5127740259461876843_n

Non posso fare nomi, non posso puntare il dito contro chi (forte degli amici avvocati) altro non fa che passare all’attacco con querele e denunce. Io non sono lo stato che tanto sa che l’avrà vinta, sono solo un piccolo blogger, ma so che i vaccini sono da fare.

Esistono tantissimi siti ben fatti che vi possono spiegare perché le vaccinazioni pediatriche siano da fare, come esistono tantissimi siti che vi dicono perché siano pericolose.

Peccato che i primi portino dalla loro ricerche peer reviewed su riviste ad alto Impact Factor, i secondi non portino nulla che non sia già stato smontato dalle ricerche precedenti. Ma i genitori non sono scienziati, non sanno leggere una ricerca o uno studio. Bisogna comunicare loro con parole semplici, ma forse conviene iniziare ad usare la stessa arma che usano gli antivaccinisti, il terrorismo psicologico.

Magari mostrandovi le foto di Anne Geddes, nel progetto: Protecting our tomorrows, dove ci mostra i danni sui bambini causati dal meningococco.

 

vaccino
Danielle Weymark- 20 years old

Non c’è bisogno di cartelli che vi spieghino nulla, non c’è bisogno di sensazionalismo, queste sono persone danneggiate da una malattia micidiale, per cui il vaccino esiste, eppure secondo sedicenti medici, infermieri ed ostetriche le vaccinazioni sono pericolose, le malattie che prevengono no.

Ecco io vorrei davvero che chiunque di voi che si trovasse di fronte ad un operatore sanitario che sostiene una sciocchezza del genere lo denunciasse, non è così difficile, basta andare sul sito del FNOMCEO e mandare una mail con la spiegazione di dove, come e quando. Se davvero iniziassimo a farlo tutti e con costanza l’epidemia di antivaccinisti italiana potrebbe finalmente esaurirsi.

Io non ce l’ho coi poveri genitori che mostrano i loro figli nelle foto coi cartelli, reputo che i loro figli siano le prime vittime di quest’ignoranza senza quartiere, e reputo che loro siano vittime di riflesso. Ma chi li sta spingendo a questi gesti, chi li spòinge a fare campagna antivaccinazioni pediatriche merita di pagare per quello che sta facendo. Pagare caro tutto il male che fa al nostro paese e al futuro dei nostri bambini.

LEGGI ANCHE:  #iovaccino NO alla #disinformazione

Se volete maggiori informazioni sulle vaccinazioni pediatriche proprio qui su Butac abbiamo una bellissima serie di articoli scritta dal DottorPA, articoli che spiegano a chi non è medico quanto siano importanti e perché siano da fare.

Sempre sui vaccini e sugli antivaccinisti avevamo analizzato una serie di risposte ai quesiti più classici che vediamo girare.

maicolengel at butac.it

#teamvaxitalia

PS

Una delle testate che sta cavalcando di più la situazione è LoSai, che chi legge Butac ben conosce. Se leggete testate del genere perdonatemi ma non capisco cosa ci stiate a fare qui.

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!