Replay: il grande complotto

27
10

complotto

The never ending story comes back

REPLAY: IL GRANDE COMPLOTTO

Oh, no, ancora scie chimiche?

I cazzari oggi sono molto di moda.

Da quando la rete globale ha permesso a tutti di dire la propria, questi cazzari hanno prolificato come nessun’altra categoria a confronto. Se poi sommiamo il fatto che gli sponsor pagano un tot a clic, a prescindere dai contenuti “tu pubblica ciò che vuoi ma ottieni clic che io ti pago” capiamo perché terrarealtime esiste.

Inutile dire che abbiamo parlato di loro già migliaia di volte, che da secoli sono nella nostra black list e che non badano a nulla pur di sostenere le loro assurde teorie, quasi brigliadoriane.

Parlare degli sciachimicari, quelli che Ci stanno avvelenando con gli aerei, anzi no, ci cambiano il clima, cioè, spostano… creano uragani, anzi, scusate, creano terremoti, no, volevo dire eruzioni, anzi maremoti, nebbie chimiche, cioè no, elettroniche è tempo perso.

L’articolo di oggi lo potete leggere qua, ma non vi farò il classico copia-incolla perchè è una pappardella infinita di… solite cose che già sapete, a prescindere se siate sciachimicari o meno.

La prima cosa invece che andremo a fare sarà notare come gli articoli che circolano tra questi siti fuffa siano sempre gli stessi. Ovviamente quelli con argomenti simili tra loro come ad esempio le scie chimiche, spesso adottano forme di collaborazione abbastanza scontate: uno scrive un articolo e tutti gli altri copiano e incollano, così lavora sempre solo uno a turno. Va da sé che la rete fuffara si estende ben oltreconfine, infatti terrarealtime e simili copiano anche articoli non italiani previa traduzione (con relativi aggiustamenti ad hoc).

Questo articolo è copiato da un altro sito di fuffa, ovvero hackthematrix .it che come tale è ovviamente inserito nella nostra black list. L’articolo parte da un dato OMS di 12,6 milioni di morti nel mondo all’anno a causa dell’inquinamento. Detta così sembra molto più grave di quello che è: lo 0,18% della popolazione mondiale, ovvero quasi due persone su 1000 muoiono a causa dell’inquinamento.

Ben inteso: non voglio minimizzare il fatto, ma solo evidenziare che sembra un numero altissimo (e decontestualizzandolo, lo è) ma se consideriamo che la maggior parte delle persone su questa terra vive in megalopoli molto inquinate, c’è da capire che 2 morti su 1000 per inquinamento è… un miracolo!

Naturalmente secondo questi fuffari i 12 milioni di morti non sono da inquinamento industriale e automobilistico, ma da scie chimiche. Cioè i piloti di aeroplani spruzzano veleno anche sopra le teste dei loro figli, genitori, mogli, parenti e amici. E su migliaia di tecnici, ingegneri, piloti ecc… che sarebbero a conoscenza del “grande complotto”, mai nessuno che pentitosi abbia portato una minima prova di come queste macchinazioni funzionerebbero!

È come lo yeti o gli extraterrestri: tutti ne parlano ma nessuno li ha mai visti, se non nei film!

LEGGI ANCHE:  "Ci chiamerai ancora complottisti?"

Vogliamo prendere qualche frase per analizzarne i contenuti?

La notizia è del 16 febbraio, il senato statunitense informa che le chemtrails sono reali e ci stanno ammazzando!

La “notizia” che si dice essere del 16 febbraio (2016) viene citata un po’ in ritardo: il 29 settembre 2016?

E non è nemmeno del febbraio 2016, in realtà risale al… 1978. Naturalmente nessun senato né statunitense né di altro paese ha mai fatto queste dichiarazioni. Sono solo notizie inventate dai complottisti! Una bufala risalente al 1978, quando una relazione del Committee on commerce science and transportation del senato USA dal titolo “Weather modification: programs, problems, policy and potential” analizzò eventuali responsabilità federali sulle modificazioni climatiche, cioè si pose la questione se l’inquinamento (non solo aeronautico) avrebbe potuto creare problemi climatici (come oggi è quasi accertato a causa dei gas serra, che sarebbero i maggiori responsabili del global warming).

Alcune parti di questa relazione sono state opportunamente tagliate e incollate a uso e consumo degli sciachimicari. Fra tutti Dane Wigington, super complottista nonchè sciachimicaro, che tramite opportuni aggiustamenti ha trasformato questa parte di documento originale in questo pubblicato sul suo sito. Questa è la politica che adottano coloro che parlano di scie chimiche: non ci sono prove? Ce le inventiamo con taglia e cuci!

Nell’articolo di terrarealtime copiato da hackthematrix, si legge addirittura che tutto è imputato alle scie chimiche: asma, mortalità infantile e difetti congeniti, radioattività, starnuti, bruciore agli occhi, influenza, fischi respiratori (!) e (alè!) il morgellons.

Si sono dimenticati il singhiozzo e la flatulenza.

Non mancano spassosi passaggi tipici dei “gombloddisdi” dove i soliti loschi ignoti stile men in black di qualche anonima agenzia governativa dettano oscure e malcelate minacce:

…nell’anno 2000, un alto dirigente di una compagnia aerea statunitense, rivelò che il suo ufficio fu visitato da due uomini di un’agenzia governativa non identificata e, citò testualmente: ‘Ci dissero che il Governo avrebbe pagato la nostra compagnia aerea ed altre ancora, perchè erogassimo sostanze chimiche speciali da aerei commerciali.
Quando gli abbiamo chiesto di quali sostanze chimiche si trattava e perchè avremmo fumigato, ci dissero che questa informazione si forniva solo se era necessario e che noi non avevamo l’autorizzazione.
Ci fecere firmare un documento di confidenzialità che dichiarava, in sostanza, che se raccontavamo a qualcuno quello che sapevamo saremmo andati in prigione’.
Quindi, qual è lo scopo di avvelenare la nostra aria?
Il principale obiettivo è letteralmente il lento assassinio dell’umanità attraverso il debiltamento del sistema immunitario.

Naturalmente come sempre in queste storielle fantasiose manca il benché minimo riscontro: tutto infatti è tassativamente anonimo. Quando mancano i riscontri, come si fa a credere ai fatti?

Ed ora vogliamo parlare delle foto (spudoratamente taroccate) che gli sciachimicari portano a supporto dei loro deliri?

LEGGI ANCHE:  Fonti? Non pervenute

Perché mettere foto taroccate? Se i fatti di cui tu parli sono veri, ci saranno immagini reali a supporto. Questa è già la prima implicita deduzione logica che dietro le scie chimiche non ci sia nulla di concreto se non… tarocchi!

Vediamole:

tarocca-1

Chiedete a un medico se questa eruzione cutanea sia verosimile!

Chiedete ad un truccatore che trucco (del cavolo) è questo.

Si vedono persino le ditate con cui si è sporcata la pelle con un rossetto: ma chi vogliono prendere in giro?

Abominevole!

tarocca-2

Chiedete a un’infermiera se si è mai visto un ago che piega la pelle?

Durante un prelievo di sangue o un’iniezione quando l’ago è in vena (o sottocute o intramuscolo) la pelle sta così piegata?

tarocca3

E di questa foto cosa dire?

Semplice: che anche uno stupido vede lo scontorno, segno del copia incolla malfatto!

Guardate bene la “strana nuvola” ingrandita: la fascia bianca della zona A dimostra un pessimo lavoro di scontorno (rispetto alla zona B in cui è migliore)

tarocca3a

Scusate il vanto, ma io faccio di molto meglio!

ufobologna2

La mia chiromante mi aveva detto di non andare assolutamente in Piazza Maggiore a Bologna il 30 febbraio alle ore 12 perchè avrei rischiato la vita. Ma in preda alla curiosità, con la macchina fotografica, salii sulla Torre Asinelli quando iniziai a sentire un sibilo fortissimo. Un enorme disco volante del diametro circa di 18 metri e 47 cm è comparso dal nulla. Stava lì, fermo, sospeso a circa 382 metri da me. Sul suo lato inferiore si è accesa una luce azzurra: era calda e a forma di raggio conico che dapprima ha puntato un passante in piazza poi lo ha rapito. Io sono riuscito a fare solo questa, ma il giorno dopo due uomini vestiti in nero, in giacca e cravatta nera, con gli occhiali neri e col cappello nero (i Blues Brothers?) e con la voce metallizzata vennero a suonare a casa mia chiedendo cosa avevo visto. Mi dissero che era un pallone sonda e che non dovevo dire con nessuno  ciò che avevo visto. Mi chiesero se avevo fatto foto, ma io dissi di no e loro dissero che era meglio così perché avere anche solo una foto del pallone sonda mi avrebbe procurato seri guai con la loro agenzia governativa di cui non mi hanno voluto dire il nome. 

Con questo simpatico siparietto chiudiamo il nostro articolo.

Ricordatevi sempre che più una foto è incredibile e più è in-credibile.

E che se si usano foto in-credibili vuol dire che mancano quelle credibili.

Lola Fox

Ricordatevi di votarci ai MIA Macchia Nera Awards!

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!