LoSai ci delizia con una perla di pseudo giornalismo.

L’eutanasia è (secondo loro) pubblicizzata dai medici (nei paesi in cui si pratica come il Belgio) a scopo di recuperare organi per trapianti!

Insomma senza tanti giri di parole LoSai ci dice che:
“è estremamente pericoloso far credere alle persone deboli di mente, o disabili, o comunque disperate che la loro morte ha più senso e valore della loro vita. ”

Peccato che alla conferenza citata da LOSai l’intervento dei medici abbia posto l’accento sul rendere maggiormente informati SOLO i pazienti che abbiano scelto di sottoporsi ad eutanasia, e non di far pubblicità alla pratica della morte dolce raccontando che facendosi eutanizzare si potrebbero salvare vite.

Non si tratta di esser pro o contro la suddetta pratica, ma di fare INFORMAZIONE, traducendo per bene la frase incriminata:
“More euthanasia donors are to be expected with more public awareness.”

Più DONATORI d’organi che si sottopongono ad eutanasia sono da aspettarsi con più consapevolezza da parte del pubblico

Sono senza parole…

Previous articleIl Giappone e il vaccino contro il papillomavirus
Next articleChemioterapia agente cancerogeno?
46 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre tremila articoli come autore, oltre a collaborazioni varie. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire, non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.