HOOVER

Chi non ha mai visto Ritorno al Futuro? Una trilogia fantastica, che da decenni fa sognare ed emozionare con grandi personaggi e idee eccezionali. Quella che più di tutti è rimasta impressa è lo skateboard “volante” che Marty usa nel secondo film, quello ambientato nel futuro 2015. Dal 3 Marzo sono apparsi su Youtube,  e sul sito www.huvrtech.com, alcuni filmati sorprendenti: gli hoverboard sono reali!! Sì, davvero! Hmm. Guardando bene…forse no.

Si vedono cantanti, attori, rapper e sportivi levitare sui volopattini ed effettuare fantastiche evoluzioni, ma c’è qualcosa che puzza. Per quanto sia fatto bene, alcuni sembrano non poggiare il peso sulle gambe, necessario se fosse la tavola a spingerti in su e non tu ad essere sollevato dai cavi, e se guardate bene le spalle di alcuni dei volontari sembra proprio che abbiano una imbragatura.

Immagine

Immagine2

Nella immagine seguente si vede un gancio sulla maglietta e si può notare anche l’ombra di una gru sul box bianco che segue il movimento dello skate…

Immagine4

Trovo anche bizzarro che per spostarsi in avanti bisogna muovere l’altra gamba proprio come uno skate normale o come fanno nel film.

Immagine3

I video sono senza dubbio ben realizzati, ma tralasciando i dubbi sul filmato ci sono anche tanti dettagli da considerare. Il capo del team è l’attore Nelson Cheng, quindi immagino che lo siano anche tutti gli altri e la pagina legal del sito della Huvr  dice delle cose un po’ bizzarre

HUVr Tech (“HUVr”), which operates this website, make all reasonable efforts to accurately display the attributes of our products, including the applicable colors; however, the actual color you see will depend on your computer system, and we cannot guarantee that your computer will accurately display such colors

La HUVr Tech, che gestisce il sito, ha fatto il possibile per rappresentare le caratteristiche dei prodotti nella maniera più fedele, tra cui i colori; purtroppo i colori che potete vedere dipendono dal vostro computer e non possiamo garantire che il vostro computer possa mostrarli correttamente

E anche

The inclusion of any products or services on this website at a particular time does not imply or warrant that these products or services will be available at any time.

La presenza di prodotti o servizi su questo sito in un momento specifico non implica ne garantisce che questi prodotti o servizi saranno mai disponibili

Tutto il resto della pagina sembra un modo per Huvr di scaricare le responsabilità per il contenuto e per l’utilizzo della pagina, oltre all’incredibile claim

Our team consists of materials science, electricity & magnetism experts who’ve solved an important part of one of science’s mysteries: the key to antigravity.

Il nostro team è composto da esperti di scienze dei materiali, elettricità e magnetismo che hanno risolto uno dei più grandi misteri della scienza: la chiave per l’antigravità

Assurdo. Anche il counter in alto con scadenza nel dicembre del 2014 (ricordo che il film è ambientato nel 2015) richiama il pannello dei tempo circuiti della DeLorean. Che sia un fantstico PR stunt per lanciare un nuovo film? O una creazione di una agenzia pubblicitaria per farsi notare? Non sarebbe la prima volta. Già dalla uscita del film nel 1989 girava la leggenda che gli hoverboard esistessero, Zemeckis dichiarò di aver usato dei prodotti veri, ma che essendo troppo pericolosi non vennero mai messi sul mercato!

Non ci rimane che aspettare cosa si inventeranno a fine anno, ma non aspettatevi di regalare uno skateboard volante a Natale

Grazie Denny per la segnalazione

UPDATE

Altro “indizio” che conferma la bufala arriva dal curriculum di una costumista che aveva inserito nel suo curriculum la partecipazione ad un video per Funny Or Die per la pubblicità di Hovr. Ovviamente ora è stato rimosso, ma potete trovare lo screenshot su knowyourmeme.

UPDATE 2

Dato il clamore sollevato, soprattutto negli States, oggi sono stati pubblicati dei video di scuse. In sostanza non voleva essere una presa in giro ma solo un lavoro di fantasia.

Tony Hawk si scusa in questo video e Christopher Lloyd dalle pagine di Funny Or Die si scusa in maniera toccante e simpaticissima.

Oramai è chiaro che si fosse trattato di un simpatico scherzo, ma mai smettere di sognare!!