OPZIONIBINARIE

Giusto ieri vi mettevo in guardia verso un tipico esempio di “lavoro in tempi di crisi”, che già oggi fioccano altre segnalazioni. Stanno girando di nuovo i siti che promettono lauti guadagni con le opzioni binarie.

I siti nelle loro spiegazioni restano sul vago, occorre iscriversi, chiedere un contatto per avere un quadro più completo della situazione, ma per fortuna è un sistema che viene usato da tanti anni ed esistono altri che hanno indagato per noi, altri decisamente più titolati se parliamo di azioni e investimenti. Difatti il primo sito che sconsiglia questo tipo di affari è Forbes, con un lungo articolo dove viene spiegato per filo e per segno del perché si tratta di fuffa.

Non vi posso tradurre tutto l’articolo, ma voglio evidenziarne le parti più importanti.

Ci sono tantissimi modi per perdere i soldi a questo mondo, ma ce n’è uno che non avevo mai incontrato prima: i siti sulle opzioni binarie. Sono diventati popolari negli ultimi anni, con un nuovo sito creato quasi ogni giorno.

Questi siti si rivolgono allo stesso genere di persone che gioca a poker online (o comunque a coloro che amano scommettere). Ma a differenza dei siti di scommesse questi hanno un'”aura” più rispettabile, visto che sembrano offrire programmi d’investimento.

Don’t kid yourself. (non pigliatevi in giro da soli)

Questi SONO siti di scommesse, puri e semplici.

Questi siti si presentano così: “Quando un’opzione binaria viene comperata sulla nostra piattaforma viene creato un contratto che dà al compratore (conosciuto come l’investitore) il diritto di comperare un bene sottostante a un prezzo fisso, entro uno specifico periodo di tempo, da noi, i venditori.” L’opzione deve essere mantenuta fino alla sua maturazione (anche solo 5 minuti) e a differenza delle azioni regolari non si può cedere prima.

Questi siti promuovono se stessi come posti con “offerte a rischio controllato” (non puoi perdere più di una determinata cifra), costi bassi, grandi guadagni se si indovina, facilità d’uso. Puoi scambiare azioni da casa ogni volta che i mercati sono aperti,  il tutto usando semplicemente la tua carta di credito.

Tre punti per far capire che il sistema è fallato:

Per cominciare questo genere di cose può renderci “addictive” in poco tempo. Anche se l’ammontare delle singole scommesse può essere piccolo, il totale fa in fretta a crescere se tanti scambi vengono fatti in un singolo giorno. Non ci vorrà molto perché le cose possano sfuggire di mano.
In secondo luogo, nessuno, poco importa che livello di conoscenze abbia, può predire in maniera certa l’andamento di un’azione o di una commodity in una finestra di tempo così ristretta. Le azioni di AppleAAPL saliranno di un 0,13% nei prossimi 10 minuti? A meno che non ci sia stato un annuncio da parte della compagnia, non c’è modo di sapere cosa succederà. E per concludere: il “banco” ha sempre un ampio vantaggio. Nel caso del sito da noi preso in esame il “banco” paga 70 dollari per ogni corretta scommessa da 100$, ma se l’esito è nefasto ci restituiscono 15$. Quindi facciamo l’esempio di avere fatto 1000 transazioni, e di averne vinte 545, il nostro profitto sarà di 38,695 su quelle vinte, ma con quelle perse ci avremo rimesso 38,675 dollari. 20 dollari di guadagno, non un grande affare, per poter esser sicuri di fare pari siamo obbligati a “indovinare” l’esito della transazione il 54,5% delle volte.

Ma Forbes non è l’unico a parlare male delle Binary options, lo fa anche la CONSOB che fino all’anno scorso non aveva autorizzato tanti degli operatori che oggi invece vediamo sul mercato italiano, muniti per lo più di regolare autorizzazione.

LEGGI ANCHE:  17 anni a produrre scie chimiche e...

La CONSOB non fa altro che informarci delle modalità e delle autorizzazioni richieste per operare in Italia, non spiega i rischi associati a questo tipo d’investimento, ed è un peccato, specie in momenti di crisi come quello attuale, perché il rischio (molto concreto) è che a giocare ci si mettano i poveretti, gli stessi che sperano di vincere al superenalotto, gli stessi che scommettono sulle partite di calcio, gli stessi che poi a fine mese non ci arrivano, con gli scarsi guadagni che questo tipo di attività dà!

Io fossi in voi ci andrei molto cauto, e mi farei prima di tutto una domanda: mi fiderei a dare dei soldi a un totale sconosciuto anche solo per dieci minuti, se sapessi che si trova in un Paese estero dove l’Italia non ha giurisdizione? Io no, guarda caso il 90% di coloro che offrono questa tipologia “d’investimento” non hanno sede italiana, ma a Cipro, strano eh?

E per coloro che invece che in opzioni binarie stiano pensando a fare soldi con il Multi Level Marketing, beh c’è un articolo tutto per voi.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!