xavier dor

 

Sta (ri)circolando una notizia vecchia di settembre, ma rilanciata una seconda volta sui social networks italiani per fare un po’ di effetto.

Regala due scarpette da neonato a una donna incinta e viene condannato per “Abortofobia”

Così tanto per scatenare un vespaio di lunedì mattina. I fatti non stanno come ci vengono raccontati, o meglio non sono tutti li.
Xavier Dor non è un simpatico vecchietto, ma un ex pediatra fondatore di uno dei più attivi movimenti ProLife di tutta  Europa, arrestato più e più volte nella sua vita per proteste anche violente nei confronti di chi ha eseguito un aborto e sulle donne che sono viste nei pressi di ospedali dove si pratica l’aborto.
Nel 2012 il signor Dor  ha superato la sorveglianza di una clinica si è intrufolato nel reparto dove si praticavano le interruzioni di gravidanza e tra urla e proteste (così perlomeno riportato dalle testimoni in tribunale) ha consegnato le scarpette sopracitate ad una donna che sarebbe stata sottoposta ad interruzione di gravidanza in pochi minuti.
Tutte le donne presenti hanno testimioniato in tribunale della furia con cui sono state assalite da Dor.
Farlo passare per un simpatico vecchietto che regala le scarpine è davvero pseudo informazione ridicola (e l’han fatto in tanti a suo tempo quando la sentenza è stata emessa, tipico di un paese dove regna ancora imperante il legame religione stato, pur non essendoci più nulla di scritto, l’Italia ricordiamolo è un paese laico).
Ho già avuto modo di farvi capire come io sia favorevole all’aborto, ciò non vuol dire che reputi  un cretino chi non la pensa come me, ma esistono modi e luoghi per esternare il proprio dissenso, una clinica dove ci sono dei degenti non è uno di quei luoghi, chi supera certi confini va punito.
Detto ciò, alcuni degli articoli sentenziano come il Signor Dor sia stato arrestato (balla), altri come si sia macchiato di poco o nulla, un rosario recitato e delle scarpette donate, ma le cose secondo le Monde (che vi ho linkato poco sopra) non stanno proprio così. Inoltre andando a spulciare indietro negli anni si trova che nel 1997 il Signor Dor per sfuggire ad uno dei tanti arresti e condanne che ha collezionato chiese di venire accolto in Vaticano, come rifugiato politico, ma il Vaticano rifiutò di accoglierlo…il che è tutto dire.
Dor ha subito una condanna pecuniaria di 10.000 euro per le sue azioni, cifra che credo l’associazione che gestisce non farà fatica a raccogliere.

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!