Ultimamente è comparsa in rete la notizia di 30 bambini nati geneticamente modificati! La notizia in se non è propriamente una bufala, ma non è una news e le info riportate nell’articolo che mi hanno inviato alcuni lettori sono molto “disinformate”!

I primi esseri umani geneticamente modificati del mondo sono stati creati. 30 bambini sani sono nati dopo una serie di esperimenti negli Stati Uniti. Questo evento ha provocato un altro furioso dibattito sull’etica. Finora, due dei bambini sono stati testati e sono stati trovati per contenere i geni da tre ‘genitori’. Quindici dei bambini sono nati negli ultimi tre anni a seguito di un programma sperimentale presso l’Istituto di Medicina della Riproduzione e della scienza di San Barnaba, nel New Jersey.

Il sito dove ho letto la notizia altro non fa che copiare e tradurre pari pari una news del DailyMail (noto tabloid inglese famoso per la poca professionalità e il sensazionalismo). L’articolo, senza citare date o informazioni precise (nessun link, nessuna fonte attendibile) racconta appunto di come siano nati i primi 30 bambini modificati geneticamente, ponendo l’accento su come ciò sia eticamente sbagliato! Il lettore che si fermasse al titolo potrebbe pensare alla nuova razza ariana o tutti con gli occhi blu; invece leggendo si coglie che la modifica è stata un esperimento condotto su un numero imprecisato di donne con problemi di fertilità.  Queste “cavie” hanno ricevuto da una donna donatrice un extra gene inserito nell’uovo da fecondare cosicché i bimbi nati invece che due geni (uno di uomo e uno di donna, papà e mamma) si sono trovati con tre geni nel loro DNA, due di donna e uno di uomo. Probabilmente questa “anomalia” sarà ereditaria, quindi questi bimbi passeranno i geni ai loro figli e così via…

La cosa detta così può anche spaventare, non si sa che cosa possa voler dire per questi bimbi il terzo gene e così via! Ma c’è un piccolo problema, la notizia del Daily Mail non è datata in alcuna maniera, da nessuna parte si citano date precise…e questo ci ha messo sull’attenti…così siamo andati a cercarne le fonti!

Nell’articolo si parla del Dott. Jacques Cohen come ideatore della pratica, un olandese, e siamo andati a cercarlo. Beh il Dott. Cohen non lavora più presso il Reproductive Medicine and Science of St Barnabas in New Jersey, ma dal 2003 lavora presso dei laboratori dell’esercito americano (notizia che mette un po’ in allarme, visto che si occupa ancora di infertilità…starà testando le sue scoperte sugli alieni di Roswell…chissà)! La tecnica studiata si chiama cytoplasmic transfer , tecnica di cui abbiamo trovato la documentazione originale del Dott. Cohen, e guarda caso anche il documento che abbiamo trovato risale al 2001. La tecnica descritta sopra esiste, e il Dott. Cohen l’ha brevettata, ma al momento non è regolamentata da alcuna parte (se non in via sperimentale segreta- dico io). I bimbi che potrebbero esser nati da questa tecnica non hanno occhi azzurri o capelli biondi geneticamente ordinati, ma sono stati fatti nascere per cercare una cura all’infertilità… se poi siano davvero stati fatti nascere resta un mistero visto che dal 2001 ad oggi non vi sono stati aggiornamenti di alcun genere, se non da parte di blog come quello dove l’abbiamo letta noi che ripropongono ciclicamente lo stesso articolo del DailyMail databile tra il 2001 e il 2002!

Se questa è informazione giornalistica noi di BufaleUnTantoAlChilo probabilmente meriteremmo il Pulitzer viste le imprecisioni e gli errori pubblicati dagli altri! Ci vergognamo che ci sia gente che pubblica notizie così senza alcun controllo, ma aver reso l’accesso alla rete una cosa di massa provoca anche questo, insistiamo che ci vorrebbe un’esame d’ammissione per poter scrivere online, se lo superi puoi aprire tutti i blog che vuoi, altrimenti per te solo Tv e telefono tradizionale!

Qui le fonti da cui ho tratto le notizie sopra riportate:
Rebecca Taylor di Life news di Luglio 2012
La wiki di Jacques Cohen
L’articolo del Daily Mail

maicolengel at butac punto it