Come sa che segue BUTAC da tempo esistono bufale e bufale, o meglio esistono cose che pur non essendo materialmente notizie false, foto manipolate o simili rimangono comunque veicolo di forte disinformazione.

Il caso di oggi parla proprio di questo, un’immagine che viene condivisa da tonnellate di profili “pro vita” per attaccare la legge sulle interruzioni volontarie di gravidanza.

L’immagine che vi mostro solo censurata raffigura un soggetto seduto in terra con attorno a sé svariati feti umani. Il post con qui la cosa viene condivisa ci dice:

Se osservassimo un minuto di silenzio per ciascuna vittima dell’aborto legale in Italia, resteremmo in silenzio per dieci anni, sta ora a tutti noi rernderlo non solo illegale, ma anche impensabile!!

La foto però viene dal Vietnam, paese dove si registra un numero di aborti decisamente alto. Si calcola che ogni donna in età riproduttiva abbia fatto una media di 2,5 interruzioni di gravidanza.

“Vietnam has one of the highest [abortion] rates in the world. It is just sad,” Dr. Nguyen Thi Ngoc Phuong, a seasoned obstetrician, said at a recent workshop on contraception and reproductive health services.

che tradotto:

“Il Vietnam ha uno dei tassi di [aborto] più alti al mondo. È triste “, ha detto il dottor Nguyen Thi Ngoc Phuong, un ostetrico esperto, in un recente seminario sui servizi di contraccezione e salute riproduttiva.

Perché sfruttare un’immagine dal Vietnam per un messaggio relativo al nostro Paese? L’intenzione è chiara: si vuole colpire al cuore, anzi ancor meglio, alla pancia. Senza magari spiegare che prima dell’attuale legge sull’interruzione volontaria di gravidanza gli aborti clandestini fatti nel nostro Paese erano tantissimi. E che di aborti clandestini si muore, con la perdita non solo del feto, ma anche della donna che lo porta in grembo.

Nel 2018 continuare ad avere soggetti che cercano di attaccare in questo modo leggi dello Stato, votate dalla maggioranza dei cittadini, è incredibile. Vederli poi atteggiarsi in questa maniera cercando le immagini più scioccanti in rete per cercare d’indignare ancora di più i propri follower a mio avviso è squallido.

Nessuno è “pro” aborto, a tutti piacerebbe vivere in un mondo perfetto dove i sistemi anticoncezionali siano talmente diffusi tra tutti coloro non intenzionati ad avere figli da non dover ricorrere all’interruzione volontaria di gravidanza. Ma anche in un mondo perfetto ci sarà sempre bisogno della libertà di scelta. Voler imporre le proprie credenze, le proprie preferenze sugli altri è un sopruso, ed è esattemente quello che cercano di portare avanti i pro vita, che come si schierano contro l’aborto da tempo si schierano strenuamente contro l’educazione sessuale a scuola. Se le cose andassero come vogliono loro oggi avremmo migliaia di gravidanze indesiderate in fasce d’età decisamente basse. Ritenete abbia davvero senso?

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!