Sta circolando su Facebook e Whatsapp un messaggio che riporta:

Il nuovo coronavirus NCP potrebbe non mostrare segni di infezione per molti giorni, prima dei quali non si può sapere se una persona è infetta. Ma nel momento in cui si manifesta la febbre e / o la tosse e si va in ospedale, i polmoni sono di solito già in fibrosi al 50% ed è troppo tardi! Gli esperti di Taiwan suggeriscono di fare un semplice verifica che possiamo fare da soli ogni mattina:

Fai un respiro profondo e trattieni il respiro per più di 10 secondi. Se lo completi con successo senza tossire, senza disagio, senso di oppressione, ecc., ciò dimostra che non vi è fibrosi nei polmoni, indicando sostanzialmente nessuna infezione.

In tempi così critici, fai questo controllo ogni mattina in un ambiente con aria pulita!

Questi sono seri ed eccellenti consigli da parte di medici giapponesi che trattano casi COVID-19.
Tutti dovrebbero assicurarsi che la propria bocca e la propria gola siano umide, mai ASCIUTTE. �Bevi qualche sorso d’acqua almeno ogni 15 minuti.

PERCHÉ?

Anche se il virus ti entra in bocca … l’acqua o altri liquidi lo spazzeranno via attraverso l’esofago e nello stomaco.
Una volta nella pancia … L’acido gastrico dello stomaco ucciderà tutto il virus. �Se non bevi abbastanza acqua più regolarmente … il virus può entrare nelle tue trombe e nei polmoni.
È molto pericoloso.
Condividi queste informazioni con la famiglia, gli amici e a tutti i conoscenti!
Preoccupati di chiunque e presto il mondo guarirà dal corona virus.
Possano tutti essere felici e contenti.

Si tratta di un messaggio falso, o meglio informazioni inventate che non trovano riscontro in nessuna delle indicazioni dei medici che stanno studiando il COVID-19, condividerlo e diffonderlo come vedo fare a tanti serve solo a inquinare il pozzo. Anzi, probabilmente serve ad aumentare il diffondersi dell’infezione.

Il post circola già da qualche giorno a livello globale, tanto che lo stesso New York Times, il 28 febbraio 2020, è stato costretto a inserirlo in una lunga lista di fact-checking sul Coronavirus. Vi riporto, tradotto, quanto spiegavano:

L’acqua potabile impedisce la disidratazione ma non impedisce l’infezione dal nuovo coronavirus. Il Dr. William Schaffner, un esperto di malattie infettive alla Vanderbilt University, ha spiegato che le affermazioni (del post di cui sopra) sono errate.

Purtroppo basta un giro su facebook per accorgersi di quanti invece stiano diffondendo questa sciocchezza.

Questa è l’ennesima dimostrazione di come vada insegnata l’attenzione nel condividere roba. Nessuno dei soggetti qui sopra è un medico, ma tutti ritengono sensato condividere consigli medici su un qualcosa di serio come l’infezione da COVID-19. Tutti convinti di aiutare il prossimo, mentre invece stanno soltanto contribuendo alla diffusione di disinformazione.

Voi mi direte: “Ma che ce frega”, tanto male non fa. Purtroppo è qui che sbagliate, qualcuno seguendo i consigli potrebbe trovarsi indotto un falso senso di sicurezza: “Ho fatto il test dei 10 secondi trattenendo il respiro, ho bevuto un sorso d’acqua ogni 15 minuti, impossibile che mi prenda il virus.” Quando invece come spiegava il Dr. Schaffner quanto riportato è assolutamente inutile come prevenzione.

Condividete con la testa, non di pancia, anzi, non condividete affatto…

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!