ARTICOLO AGGIORNATO ALLE 14:40

Lo so, avevo detto che non sarei ritornato sull’argomento Bibbiano ma in questo momento nel nostro Paese è l’unica notizia che sembra avere davvero rilevanza (e non è così, ci sono tantissime cose di cui dovremmo occuparci meglio, e invece Bibbiano ha attratto tutta l’attenzione)…

Su venti segnalazioni ricevute almeno la metà riguarda Bibbiano. Quindi vediamo di trattare l’ennesima verifica che ci avete richiesto in merito. Circola una foto che mostra la consegna di un importante assegno da parte del Movimento 5 Stelle a un’associazione di volontariato:

Nel testo allegato all’immagine: Oggi Di Maio ha definito il Pd “il partito di Bibbiano”, ora per i fatti di Bibbiano le indagini sono in corso e la magistratura farà il suo corso, nell’attesa che Nicola Zingaretti quereli Di Maio, vi ricordiamo che il M5S del Piemonte fece una donazione proprio alla Onlus coinvolta nel caso di Bibbiano

Alcuni di voi mi hanno scritto chiedendo se fosse vero. Davvero il Movimento 5 Stelle ha donato 195.036,45 euro a un’associazione di volontariato coinvolta nel caso? E la risposta, come dimostra questo titolo de la Repubblica edizione di Torino è sì.

Torino, M5s rivuole indietro il contributo assegnato un mese fa a Hansel e Gretel

Il M5S ha donato quasi 200mila euro a 11 associazioni di volontariato tra cui la onlus Hansel e Gretel (per come avevo scritto in originale sembrava fossero andati tutti alla stessa, ho aggiornato per specificare). La donazione è stata fatta di propria iniziativa dopo selezione degli enti meritori di un aiuto economico. A fine giugno 2019, quando la storia di Bibbiano ha iniziato a prendere piede sui giornali, prima hanno chiesto i soldi indietro (non credo siano stati restituiti, non ne vedo per ora una ragione valida legalmente parlando), poi hanno deciso che la strategia di difesa migliore fosse l’attacco, in primis nei confronti di un altro partito a cui appartiene il sindaco, indagato però per fatti che riguardano illeciti amministrativi non direttamente collegati agli affidi sospetti.

Non credo di dover aggiungere altro, trovo la donazione fatta un bellissimo gesto, la richiesta di restituzione però la vanifica. Ricordiamo che nel nostro Paese, quello della Costituzione più bella del mondo, finché non siamo condannati restiamo innocenti fino a prova contraria.

Prima che arriviate a commentare dicendo che hanno fatto bene a chiedere la donazione indietro, vi riporto la conclusione dell’ottimo articolo di Mario Neri su Next Quotidiano del 29 giugno 2019:

…va registrato che la Onlus all’epoca della donazione da parte del M5S era già stata chiamata in causa dall’inchiesta Veleno di Pablo Trinca.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!