EBOLAVIRUS3

Eh no, stavolta non parliamo del virus Ebola, o meglio non di quello relativo all’epidemia di cui il DottPA ci ha ampiamente parlato negli scorsi mesi. No, oggi parliamo di una cosa meno grave ma comunque pericolosa per la rete web.

Leggere attentamente: il pericolo sta aumentando.
È salito ormai a più di 4.500 infezioni e 1033 vittime il bilancio di quella che è stata definita la peggior epidemia di Ebola della storia. Aumenta inoltre il numero di paesi europei raggiunti dal virus.
Ora si teme per la possibile diffusione senza controllo del virus in quella che, con oltre 750 milioni di abitanti, è uno tra i più popolati continenti del mondo: l’Europa. Ma perché ebola fa tanta paura? Il problema è che si tratta di una malattia estremamente letaleI sintomi.
Ebola è un virus che causa una febbre emorragica. Inizialmente la malattia si presenta con sintomi comuni, come dolori muscolari sia interni che esterni, che possono eventualmente portare al decesso. Nei primi giorni dell’infezione la malattia può quindi essere facilmente scambiata per una semplice sindrome influenzale, con il rischio che i pazienti ignari diffondano il virus nei loro spostamenti, aiutati dall’altissima contagiosità del virus. La malattia presenta inoltre un’elevata mortalità, che per alcuni ceppi può raggiungere anche il 90%.
Scarica e compila il questionario tramite il link sicuro indicato qua sotto per sapere se tu o i tuoi amici/conoscenti siete a rischio di contagio.
https://sourceforge.net/projects/XXXYYYZZZ

Si consiglia vivamente di inoltrare la presente e-mail a più persone possibili così da metterle a conoscenza della grave situazione Ebola

E ricorda che la prevenzione è sempre la migliore strategia.

Questa mail mi è arrivata ieri, i miei filtri antispam l’hanno subito riconosciuta come pericolosa e messa nel cestino, ma la curiosità mi ha spinto ad andare a leggermi la cosa. Non esiste un sito del “progetto SARPMI (Studio Associato Ricerca e Prevenzione Malattie Infettive) come non esiste un sito, no un progetto così “importante” ha solo una paginetta su sourceforge per scaricare un allegato, che nella mail stava male mettercelo. E ci credo anche io che nella mail non ci stava volentieri, è un file exe, eseguibile, che se provo a scaricare da sourceforge il mio antivirus va in brodo di giuggiole dai tanti campanelli d’allarme che suonano al solo gesto. Ma basta guardare le stat di sourceforge per accorgersi che già oggi oltre 600 persone (la mail ha iniziato a circolare da poco, il file è disponibile da 4 giorni) l’hanno scaricato.

ebolavirus

600 persone che rischiano di trovarsi il pc infettato, o ancora peggio rischiano che dietro quell’exe si nasconda un ransomware.

ebola-quetsionario

L’epidemia di Ebola è già di per sé un’immensa tragedia, trovare anche il modo di usare il panico generato per diffondere virus e quant’altro dimostra il livello di bassezza a cui certa gentaglia è abituata, nessuna morale, nessun problema a usare cose così serie per diffondere la propria epidemia, anche se solo informatica.

sarpmiOcio alla penna, per paura dell’epidemia di Ebola

non cuccatevi il virus di Ebola!

Siate utenti, non uTonti, per favore!