VACCINI-ARGENTINA-NIGERIA

E anche stavolta un po’ di sana disinformazione sui vaccini non ce la leva nessuno! Circola da qualche giorno un post sui social italiani accompagnato da questa immagine:

11168019_806613146087079_3107779098955421492_n

L’articolo che accompagna la foto qui sopra è evidentemente scritto da I-Care Italia, visto che in fondo s’invitano i lettori ad informarsi sulla pagina appunto di I-C, purtroppo non viene linkata.

Ma cosa ci raccontano?

Nel 2012 il gigante della farmaceutica GlaxoSmithKline (Gsk) è stato condannato a pagare 400mila pesos per aver sperimentato in Argentina un vaccino che ha portato alla morte 14 bambini.

FALSO: la GlaxoSmithKline è stata si condannata, ma a pagare una multa per irregolarità riscontrate nel reclutamento dei giovani sottoposti a quel determinato vaccino.  “Judge Marcelo Aguinsky found the company responsible for “irregularities” in the recruitment of young children- ci spiega SkyNews -and also fined two doctors nearly £45,000 each.” Anche il Ministero della salute argentino ha spiegato che i 14 morti su 15mila bambini non sono un tasso di mortalità così alto, lo 0,093%. Per capirci, secondo Index Mundi in Argentina, negli anni della sperimentazione Glaxo ogni mille bambini nati vivi ne morivano circa 15 prima di raggiungere l’anno d’età. In paragone in Italia negli stessi anni ne morivano 5,72, circa un terzo. Sia in Argentina che in Italia per fortuna le cose migliorano ogni anno.

La sperimentazione ha coinvolto oltre 15mila bambini, anche minori di un anno di età in varie città argentine, e di queste migliaia 14 bambini sono morti. Alcuni medici hanno denunciato il fatto che ad essere coinvolti erano in maggioranza i bambini delle famiglie più povere ed analfabete. Una volta ottenuto il consenso delle famiglie, nella maggioranza dei casi dietro pressioni e false rassicurazioni, i bambini venivano sottoposti alla somministrazione del vaccino sperimentale.

MIX DI VERITÁ/DISINFORMAZIONE: SI è vero erano 15000 i bambini su cui si è testato un vaccino, e sicuramente venivano da tutta l’Argentina, per sottoporsi al test era necessario compilare un consenso, e probabilmente veniva offerto qualcosa in cambio. È pertinente ritenere si siano fatti avanti gli strati sociali più poveri, sia per avere una qualche copertura sanitaria per i loro bimbi, sia per magari il miraggio di una piccola retribuzione. Quindi è  chiaro che ci sono state irregolarità nell’accettare i soggetti da vaccinare, ma questo non è causa dei 14 bambini morti. La Glaxo sempre su SkyNews riporta che: “GSK said the babies were given placebos and that no links were found between the vaccine and the deaths”.

 

Altro colosso farmaceutico americano, che e’ stato accusato di aver tenuto nascosto alle autorità della Nigeria test clinici effettuati su bambini nel corso di una cosiddetta “operazione umanitaria”,e’ la Pfizer.

VERO: L’accusa è che nel 1996 durante un’epidemia di meningite a Kano la Pfizer abbia somministrato un suo farmaco (destinato agli adulti) su 100 bambini mentre ad altri 100 sia stato somministrato il farmaco corretto. Il governo nigeriano dice che nessuno era stato informato della cosa, neppure i genitori dei bambini.

La Pfizer ha approfittato dell’emergenza sanitaria per testare un nuovo prodotto, il Trovan, approvato nel 1997 dalla Food and Drug Admistration per essere somministrato unicamente agli adulti

PROBABILMENTE VERO: Non posso metter la mano sul fuoco, ma probabilmente è vero, la Pfzier ha scelto di testare un farmaco in maniera scorretta, ed è vero che lo stesso è stato approvato l’anno dopo dal FDA.

La Pfizer è stata citata in tribunale, ed è stata condannata al risarcimento delle vittime di Kano, Nigeria, che, secondo le famiglie delle vittime, sono state deformate o uccise come risultato di test clinici con un antibiotico a largo spettro, il Trovan.

MIX DI VERITÁ/DISINFORMAZIONE: La Pfizer è stata condannata (qui trovate tutta, ma proprio tutta, la storia), come è giusto che sia, perché ha testato un farmaco senza chiedere i relativi permessi per il trail. Sono morti dei bambini, vero, ma c’è un problema, vi ricordate, 100 sono stati trattati con il farmaco testato, 100 no. Nel primo gruppo, quello sotto accusa, ne sono morti 5, nel secondo 6. In totale quell’epidemia di meningite in Nigeria fece 12mila morti. Dodicimila. Non esiste traccia (negli atti processuali) di prove di bambini deformati dall’uso del Trovan. Il fatto che la percentuale di morti tra i 100 trattati con il Trovan  e i 100 no sia così simile, a qualsiasi mente razionale fa ipotizzare che in realtà non vi sia alcun legame tra la mortalità e il tipo di farmaco usato. Lo capite vero che diffondere la notizia come fatto qui è distorcere la notizia al proprio volere?

La Pfizer si è comportata male? Probabilmente si, ma senza che questo abbia causato più danni di quanto non ce ne sarebbero stati comunque. Attaccarla per il modo in cui ha condotto il test è corretto, evitare tutto il resto sarebbe meglio.

Lascio perdere il resto del messaggio, visto che si tratta del solito inno alla sperimentazione alternativa abbandonando quella animale, basato su proclami e poco più.

Spero di essermi spiegato al meglio.

Se proprio dovete leggere di scienza e medicina fatelo su siti più seri, ad esempio Medbunker, che proprio di recente ha upubblicato n interessante articolo sulle sentenze dei tribunali italiani (vale la pena, sopratutto per il botta e risposta nei commenti).

maicolengel at butac.it