eleconi

Oppure, come li ho visti chiamare da uno dei siti che ha riportato la storia, Elefanigli. Di cosa sto parlando? Eccoli

leggocacca

 

CUCCIOLI DI ELEFANTE NATI DA UN CONIGLIO, INDAGINI CHOC: “POTREBBERO ESSERE MUTAZIONI GENETICHE”

GAZA – Proboscide, orecchie grandi e pelo di elefante, peccato si tratti di un cucciolo di coniglio. A partorire questo strano animale è stato infatti un coniglio che ha messo al mondo una cucciolata dalle strane e misteriose sembianze morte dopo un giorno dalla nascita. A trovare le strane creatire è stato Abu Jihad, 23 anni, di Gaza e proprietario dell’animale.

Il ministero delle Politiche agricole e veterinarie si è interessato di questo caso singolare, anche perchè nessun veterinario è riuscito a dare una spiegazione. Si pensa possa trattarsi di una mutazione genetica della mamma.

Leggo.it ci delizia con questo pezzo dove riescono a trasformare una notizia curiosa in un pezzo scandalistico. Non sono gli unici a riportare la notizia in Italia, il testo è più o meno lo stesso tranne in un caso, ma il loro titolo è un piccolo capolavoro. Ovviamente non sono cuccioli di elefante, anche volendo da un coniglio non possono uscire cuccioli di elefante, non credo che ci sia bisogno di immagini a supporto di ciò. Su LaPresse.it trovate una gallery più ampia e le informazioni riportate sono le stesse. Mi accingo a cercare fonti della notizia dato che nessuno le linka e stranamente trovo quasi solo siti turchi. Inizialmente mi puzza un po’, ma noto che i siti di news turchi sono molto attenti a ciò che accade in Palestina, la trovo anche in inglese e bosniaco però c’è qualcosa che non va. Il nome del proprietario negli articoli in italiano è Abu Jihad ma negli articoli nelle altre lingue no.

In inglese

inglese
In inglese http://goo.gl/qlcFpF

E in turco

turco1
In turco http://goo.gl/sNAumN

Il ragazzo di 23 anni che ha ritrovato questi cuccioli è sempre chiamato Cihad Ebu Mur, non Abu Jihad. Ma indovinate cosa succede se traduco con Google Translate l’ultimo articolo in turco?

traduttore1

 

Anche gli “ottimi” bosniaci sono cascati nell’errore di Google Translate

bosniaco
In bosniaco http://goo.gl/xhfOKy

 

Ecco l’effetto lost in translation : Cihad Ebu Mur diventa il signor Abu Jihad. Perchè il copia incolla non è abbastanza, bisogna fare anche i danni col traduttore! E non finisce qui perchè anche il resto è tradotto con una grande dose di fantasia.

Solo 3 cuccioli su 11 sono nati con quell’aspetto, non una intera cucciolata, sarebbero morti il giorno dopo il parto, non dopo alcuni giorni come riportato in alcuni casi, e il difetto genetico è dei cuccioli ovviamente, non della madre. Viene ipotizzato che sia stata una infezione o una malattia della madre durante la gravidanza a portare a questa malformazione di alcuni poveri cuccioli, non che la madre sia una coniglia mutante. Perchè giocare coi termini? A parte la necessità di sensazionalismo a tutti i costi, il non sapere valutare in maniera corretta i risultati dei traduttori automatici è un fattore da non sottovalutare. Giocare poi con lo spauracchio delle mutazioni genetiche come se fossero uno scoop è ridicolo, veramente siamo in un nuovo medioevo intellettuale. È ovvio che SONO mutazioni, non che POTREBBERO essere mutazioni! L’aggiunta del “pelo di elefante” è veramente triste, come si riconosce il pelo di elefante?

tavsandan-fil-dogdu-sok-olacaksiniz3

 

Aggiungo anche altre due considerazioni. Innanzitutto il colore del cucciolo non è tanto diverso dai suoi fratellini che vediamo in questa foto, mica i conigli sono tutti bianchi, e il pelo deve ancora crescere. In altri pezzi si fa leva sul colore da elefante, come se gli elefanti fossero solo grigi. Seconda cosa, non credo proprio che sia propriamente una proboscide quella, ma confrontandolo con il primo coniglietto in basso, o osservando altre foto di cuccioli, mi sembra semplicemente che manchi la parte frontale del cranio o che non si sia sviluppata e questo porta ad un “eccesso” di pelle e carne che forma questo lungo “naso”.

Come dicevo prima è una notizia curiosa, vedere un coniglio con un naso del genere è strano, ma di fatto non è successo niente. Certo poi maneggiare in quel modo il corpicino del coniglietto morto non è un bel vedere (la foto quando lo tiene per il naso).  Non è possibile avere certezza della assoluta genuinità della storia, ma dato il numero e il dettaglio delle foto non vedo motivi per dubitarne però. Niente elefanti da appartamento signore e signori, circolare, non c’è nulla da vedere.

Ricordatevi di amare col cuore, ma per tutto il resto di usare la testa.

neilperri @ butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!