Oggi non parliamo di medicina, o meglio non in senso lato, perché non serve avere competenze mediche per sbufalare l’ennesima truffa ai danni di inconsapevoli malati.

Sta circolando in rete un link che rimanda a finte pagine governative:

Il link sembra ufficiale, chi arriva sulla pagina è convinto di essere su un qualche sito affiliato al Governo e quindi autorevole. Nel testo si parla di un programma statale:

Circa un mese e mezzo fa è iniziato il programma statale “Italia in salute”, indirizzato alla lotta contro i problemi al sistema motorio, che ha già permesso a migliaia di italiani a ripristinare la salute delle proprie articolazioni. In ambito di questo progetto sociale ogni cittadino italiano può curarsi sostanzialmente gratis!

Poi si cita un fantomatico primario dell’Istituto di Reumatologia:

Abbiamo chiesto al dottore in scienze mediche, professore universitario e primario di ortopedia e traumatologia presso l’Istituto di Ricerca Reumatologico italiano Luigi moretti di raccontarci di più sul programma “Italia in salute”.

Esistono due Luigi Moretti medici in Italia, nessuno dei due è primario di quest’istituto visto che lo stesso Istituto non esiste, nessuno dei due Moretti è quello che viene mostrato in foto.

In Italia abbiamo il SIR, Società Italiana di Reumatologia. Il Presidente è Luigi Sinigaglia, non Luigi Moretti. Il finto sito governativo non è altro che una marchetta truffaldina per un prodotto, l’Artrovex:

39 euro cacciati dalla finestra, a mio avviso. Sulla pagina in cui viene pubblicizzato il rimedio abbiamo anche il parere dell’esperto:

Peccato che quello in foto sia un analista che lavora in Estonia e non si occupa di reumatologia. E no, non si chiama Lorenzo Pellegrini, ma Aivar Voog. Fossi nella SIR (ma anche nel Governo e nella Ministra Grillo, visto l’uso del logo della Repubblica Italiana) denuncerei pubblicamente il prodotto come truffaldino, perlomeno come sistema di vendita.

Ma sono solo un blogger che spera di aiutarvi a non cascare nell’ennesima truffa web.

LEGGI ANCHE:  Ragazze leggete... tiroide e raggi X

Non credo sia necessario trattare il prodotto, il sistema di vendita è quanto di più bufalaro possibile, dovrebbe bastarci a stare alla larga da questo rimedio da 39 euro a cranio.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!