Mi avete segnalato un video su YouTube pubblicato il 17 maggio 2020. Il video è pubblicato su una bacheca con 97 iscritti, ma ha avuto oltre 18mila visualizzazioni in meno di 24 ore.

Titolo del video:

BELGIO TUTTO L’OSPEDALE CONTRO LA TRUFFA DEL COVID

Descrizione su YT:

BELGIO 🇧🇪 L’umanità si sta svegliando…. 💪🏽 COPIARE E CONDIVIDERE OVUNQUE… LA TELEVISIONE È COMANDATA INFAMI SENZA PIETÀ DI NESSUNO…..

Il video mostra una macchina che arriva a una struttura ospedaliera, con tanti infermieri disposti ai lati della strada, e via via che la macchina passa loro si voltano dando le spalle ai passeggeri della stessa. Il video è stato condiviso partendo da un post Facebook in olandese:

Ma il post in olandese non fa cenno di “truffa COVID-19”, spiega solo che questa è l’infermieristica di un ospedale di Bruxelles che volta le spalle al ministro Wilmès per protesta. Bisogna andare a cercare sulle testate belghe per capire di cosa si tratta.

Ma come era facile immaginare nessuna manifestazione contro la presunta truffa COVID-19. Sono infermieri che protestano per una rivalutazione della loro professione. Nessuna truffa, nessun inganno, ma più che altro nessun complotto. Solo una pacifica protesta per rivendicare un miglior trattamento contrattuale. L’occasione è stata ottima per far sì che la protesta avesse più visibilità di quanto probabilmente ne avrebbe avuta in un altro momento storico.

Il nostro Youtuber italiano è un fuffaro che si diverte evidentemente ad avvelenare il pozzo. Sarebbe interessante capire come un canale da 96 follower abbia avuto così tante visualizzazioni in poche ore, da chi è stato condiviso per avere quella visibilità?

Cercando il video l’ho trovato condiviso da alcune pagine FB e da un sito di nome 0585news, che ho inserito in blacklist.

La cosa che mi fa sorridere è che il post in olandese lamentasse che questa protesta avesse avuto scarsa visibilità. Quando invece ne ha avuta molta anche all’estero. Il dubbio è che anche il signore che ha fatto il post in olandese in qualche maniera stesse tentando di parlare alle pance dei propri follower.

Non credo ci sia altro da aggiungere.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!