La Barbie transessuale è parte di un’esposizione del 2010 presso l’università di Alicante. E non un progetto della Mattel™ per vendere bambole penemunite.

C’è poco da fare, il mondo degli spacciatori di bufale (in questo caso scadute) è veramente senza fondo, ripescare una foto del 2010 e trasformarla nell’ennesimo annuncio contro una multinazionale è qualcosa di aberrante. Io non dico di amare le grandi aziende, sono conscio dell’appiattimento del mercato causato da monopoli troppo vasti, ma MAI mi sognerei di attaccare qualcuno usando menzogne di questo tipo.
Ma che almeno gli utenti controllassero le fonti… e invece no, da bravi uTonti tutti dietro a condividere, pagine come questa hanno più di 20.000 utenti, e spacciano boiate a tutto spiano! VENTIMILA persone che ogni giorno leggono una boiata, una bufala, della disinformazione, e le condividono coi loro amici… vi prego ISOLIAMOLI!

Qui la pagina incriminata:
https://www.facebook.com/pages/Informazione-Illuminiamo-le-Coscienze/189580441062453

Qui l’annuncio dell’Università di Alicante :
http://www.publico.es/espana/304114/barbies-transexuales-protagonizan-una-exposicion-en-la-universidad-de-alicante

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

Previous articleIl Vaticano e la Beretta!
Next articleLe matite dei cosmonauti
46 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre tremila articoli come autore, oltre a collaborazioni varie. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire, non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.