ATTACCOALIENO2

 

Non scrivo da molto tempo ma ho imparato che ci sono almeno un paio di regole importanti da seguire: controllare le fonti e non spaccarsi di LSD prima di scrivere. Ora vediamo un esempio pratico di come non seguire queste regolette produca degli scempi.

Venerdì 21 Marzo su Affaritaliani (presunto sito di informazione) viene riportata una notizia sconvolgente: secondo una relazione della Federal Space Agency in Texas gli Stati Uniti sarebbero stati attaccati “dagli alieni” nel Febbraio 2013 per riprendersi della antica tecnologia aliena ritrovata in Afghanistan. Siamo d’accordo che potrei già concludere qui, ma è importante capire dove sono i veri problemi nel proporre una notizia del genere.

Come fonte viene linkato un blog di “informazione”, My World, che è uno pseudoportale di news (principalmente M5S e la squadra di calcio del Palermo) non aggiornato da Luglio 2013, ma non c’è il link alla notizia diretta (eccola). A sua volta non cita fonti, chissà perché, e non ho fatto ricerca perché ci sono troppe cose belle da analizzare. Innanzitutto la news su My World è dell’11 Febbraio 2013 ma gli eventi di cui parlano e il video linkato sono dell’11 Maggio 2011!!! Time travel!! Nel video potete vedere una serie di flash colorati che sarebbero le prove di un attacco di alieni (invisibili a quanto pare) dove sarebbero morti 500 tra militari e tecnici a detta di questi “reporter”. In realtà quella notte caddero circa 330 fulmini e le “esplosioni” che si vedono furono causate dai danni subiti dalla rete elettrica provocando una serie di blackout in tante zone della città. Questo ovviamente se volete credere alla “versione ufficiale” delle autorità, ma se invece volete avventurarvi nella mente di questi geni proseguite.

Uno rapporto che – se confermato – sarebbe molto preoccupante è stato preparato dalla Federal Space Agency (FKA/RKA ) per il presidente russo Putin e che afferma che una delle strutture spaziali degli Stati Uniti più importanti, con sede a Fort Worth in Texas, è stata aggredita nel febbraio 2013 da ingenti forze aliene. L’intento era distruggere  i Vimana “una tecnologia aliena catturata dalle truppe statunitensi in Afghanistan.

Importante da notare sulla tecnologia “Vimana” è che questo velivolo misterioso è la mitologica lunga macchina volante  descritta negli antichi poemi epici che e che esistevano ancora prima dell’ultimo sconvolgimento della nostra Terra ed erano capaci di utilizzare armi stranamente simili alle bombe atomiche di oggi

Festa della bufala. La Federal Space Agency sarebbe la Russian Federal Space Agency e i Vimana non esistono e non sono mai esistiti nel senso attuale del termine. Negli antichi testi vedici i Vimana non sono altro che i palazzi volanti degli dei: sono delle strutture fantastiche volanti tipo il palazzo del Supremo di Dragon Ball. Il termine nel tempo divenne sinonimo di qualunque cosa che potesse volare sia nella mitologia che nella realtà. I Vimana a cui si riferiscono ufologi e simili sono quelli dei Vimanika Shastra cioè un testo del 1918, di cui non c’è più traccia, riscritto nel 1952 che fu “dettato” da uno spirito. Questo libro assomiglia ad un manuale tecnico con molti dettagli su come fossero fatti i Vimana e di come funzionassero parlando di supercazzole come i “motori a vortici di mercurio”. Uno studio degli anni ’70 dimostrò che questi tipi di velivoli non avevano nessuna possibilità di alzarsi in volo e, citando il commento di un giornalista a proposito, dubitano che l’autore avesse neanche la minima idea su “fisica di base, chimica, elettricità, aereodinamica, strutture aeronautiche, sistema di propulsione, materiali e metallurgia” oltre ad essere scritti in uno sanscrito moderno, in poche parole un pessimo falso clamoroso.

vimana-tripura
Uno dei Vimana. Notate la elica sulla punta presumibilmente alimentato a pedali

Non capisco perché i palazzi volanti delle divinità indù dovessero essere in Afghanistan e come abbiano potuto trasferirli negli Stati Uniti date le loro dimensioni gigantesche. Con la quantità di UFO moderni caduti nell’ultimo secolo cosa se ne farebbero gli americani di tecnologia di millenni fa? Boh. Dettaglio tragicomico è che la Aviation Systems Division della NASA citata negli articoli non ha niente a che fare con lo sviluppo di vettori spaziali o velivoli in generale, ma sviluppa strumenti per il controllo dei voli civili e simulatori di volo! Hanno una struttura vicino a Fort Worth perchè è l’areoporto più importante del sud ed è in prossimità di alcune delle compagnie aeree più importanti. La morte di 500 persone nel bel mezzo degli USA sarebbe stata insabbiata così facilmente senza che nessuno se ne accorgesse? Vi sembra possibile?

20081004_NTX_lab_logo_330
La segretissima e gargantuesca base della potentissima Aviation Systems Division

Non ho investigato sul perché questa notizia sia stata riesumata, ma altri blog serissimi la stanno rilanciando anche dopo essersi accorti della età della news dell’attacco a Fort Worth. Non sprecherò fatica a cercare questo report della agenzia russa, scommetto che sia super segreta a differenza dei documenti americani, ma infilare dentro la news il nome di Putin è un po’ sospetto. Tentativo di far sembrare gli americani “deboli” e i Russi quelli svegli? Finchè si tratta di blog di svitati (suggerisco di leggere il link su My World, veramente ben scritto) posso capire, ma su siti di news? Volete fantascienza complottistica? Compratevi i cofanetti di X-Files, fatto meglio e con più fantasia.

Ricordatevi di amare col cuore, ma per tutto il resto di usare la testa.

neilperri @ butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!