Premessa, non so di cosa si tratti veramente, non ho alcun interesse a speculare sulla perdita di una persona cara da parte della famiglia Smith, può essere che sia tutto vero, ma credo sia giusto condividere con voi quello che ho trovato in giro per la rete oggi.

Entriamo in quel territorio che è difficile da spiegare, qualcosa mi è scattato dentro mentre leggevo questa news americana riportata anche sui quotidiani italiani, tanti, forse tutti i più noti, mentre all’estero è una di quelle notizie che è passata su migliaia di siti ma nessuno di quelli più grossi: BBC, CNN, Reuters, nessuno di loro in 2 giorni ha passato la news…quindi non sono l’unico ad avere grossi dubbi…

 

Tennessee, dodicenne scrive una lettera a sè stessa tra 10 anni: suo padre la trova dopo il suo funerale

La notizia è tragica, una bimba di 12 anni sarebbe morta a causa di complicazioni date da una polmonite. Bruttissima cosa (anche se par strano che una polmonite nei progrediti Stati Uniti possa uccidere, ma succede, non è impossibile)…Non so, la notizia mi suonava falsa, fasulla, buonista…non so se sia buona o meno, ma le mie indagini sono iniziate…
Subito mi accorgo che in Italia l’han pubblicata tanti quotidiani “seri” (nel senso che la gente che ci lavora ha uno stipendio e sono considerati giornalisti..hanno il tesserino e sono probabilmente iscritti all’albo, anche se tanti non lo meriterebbero)…ma negli States è una notizia che è finita su testate online o tabloid di gossip…e guarda caso foto e articolo più “importante” sono pubblicate dai nostri amici contapalle del Daily Mail!!!!
Vabbè, questo non vuol dire, non è che TUTTE le notizie del mail siano false…
Però resto col dubbio e proseguo con la ricerca, e mi salta fuori questa pagina:
Si tratta di un sito dove si crea una pagina personale con il proprio sogno sperando che la gente doni denaro per farcelo esaudire, Taylor con la mamma chiede 6000 dollari che le permettano di girare il mondo…Taylor è la stessa che dovrebbe esser morta il 5 Gennaio, ma su questo sito di sogni scriveva giusto il 4 gennaio (8 days ago, oggi che scrivo è l’11) :

e nello scriverci ci racconta di come fosse tornata da una conferenza cristiana in Kansas, ma come aveva la polmonite e viaggiava per il paese? Nessun segno di stare male? e nemmeno 15 giorni fa, quando ringraziava i supporter che le avevano donato 150 dollari per il suo sogno, si lamentava di avere una malattia pesante (specie a 12 anni) come la polmonite.

Ma allora? No, non posso dire con certezza se si tratti di una bufala, o di una truffa per tirare su donazioni, so che la foto che pubblicano tante testate tra cui il Daily Mail non viene da Facebook ma da questa pagina di “sogni” ed era stata postata il 26 dicembre, anche in quell’occasione mi sembra Taylor stia benissimo e non si lamenti di alcun problema polmonare…

Non so a me han sempre detto che, specie nei bambini, la polmonite è una malattia grave, che nella maggior parte dei casi sui più giovani va trattata in ospedale con antibiotici…boh, qui il 26 dicembre era in giro in un parco, ai primi di gennaio era ad una conferenza cristiana e il 5 è morta…c’è qualcosa che davvero non mi torna, sbaglio?

Non so, il tutto mi lascia sempre più dubbioso, come (IMHO) avrebbe dovuto lasciare dubbiosi quei redattori che hanno autorizzato la pubblicazione della notizia sulle testate italiane, come riempitivo ovviamente, giusto per coprire una mezza paginetta su cui mettere qualche pubblicità…senza nessun approfondimento, copiando e incollando un qualche comunicato stampa o ancor peggio una qualche testata d’oltre manica…
Continuo ad esser convinto che il giornalista sia uno dei mestieri più belli del mondo, ma evidentemente non come lo fanno gli autori di questi articoli, mi dispiace se Taylor Smith è morta per davvero, non voglio speculare su una storia così tragica…e so che non saprò mai la verità, ma a me questa storia PUZZA, tanto!
Sia chiaro, la notizia è ovunque, e può esser che Taylor sia morta davvero, ma qualcosa resta puzzolente da queste parti, sarà della bufala andata a male…
Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!
Previous articleLa casa del Grande Fratello
Next articleL’improbabile austriaco Hans Schultz
46 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre tremila articoli come autore, oltre a collaborazioni varie. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire, non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.