Nell’ultima settimana questa notizia me l’avete segnalata in tanti:

oggi mi hanno mandato questa foto è segnalato che come potete vedere sembrano caramelle a forma di orsacchiotto,ma purtroppo cosi non è,sembra sia una nuova droga che si sta inserendo addirittura nelle scuole elementari x adescare i bambini, io personalmente sono rimasta letteralmente scioccata!vi chiedo la cortesia chi ha amici con bambini sia alle elementari,che medie di far girare questa foto..è di avvisarli…grazie a tutti..stiamo arrivando davvero a livelli paurosi..dio mio!

Ammetto che alle prime segnalazioni non ho dato peso, è una storia vecchia di anni, già trattata dai colleghi di Snopes nel 2015, che senso ha rifarla? Ma evidentemente, per merito di qualche furbetto del like, la storia ha ricominciato a circolare.

Negli States la storia ricircola ogni volta che ci si avvicina a Halloween (un po’ come da noi la bufala dei gatti neri rapiti per le messe nere messa in giro da Lorenzo Croce di AIDAA). Qui da noi non è ben chiaro perché torni a girare, ma lo fa. Nel 2015 l’aveva Snopes, nel 2017 l’ha trattata Bufale.net, ma quest’anno, basandomi sulle segnalazioni degli ultimi giorni, è tornata a circolare alla grande.

Per capirci, è vero che alcuni tipi di droga vengono realizzati in forme di questo genere, da sempre. Ma non è vero che sono fatte così per attirare i bambini. Spiegava Snopes nel 2015:

The “ecstasy in Halloween candy” warning appeared to be a variant of age-old rumors about poison (and other dangerous substances) being randomly handed out to children in trick-or-treat loot, a persistent but largely baseless fear that’s dogged Halloween celebrations for decades. Despite long-held beliefs that Halloween candy tampering is both commonplace and regularly results in harm to children, reports of actual attempts to do so are virtually non-existent (or based on half-truths).

Che tradotto:

L’allarme sull'”ecstasi nelle caramelle di Halloween” sembra essere una variante di vecchie dicerie sul veleno (e altre sostanze pericolose) distribuite casualmente ai bambini come bottino del “trick-or-treat” (dolcetto o scherzetto), una paura persistente ma in gran parte infondata collegata alle celebrazioni di Halloween da decenni. Nonostante le convinzioni di lunga data che la manomissione delle caramelle di Halloween sia una pratica comune e produca regolarmente danni ai bambini, i resoconti di tentativi effettivi di farlo sono praticamente inesistenti (o basati su mezze verità).

In Italia oltretutto non esistono tracce di denunce in tal senso. Far girare quell’immagine con quell’allarme significa allarmare i propri contatti su qualcosa di inventato per attirare like e interazioni. Nulla di più.

La cosa che mi da più fastidio è che uno dei profili che mi avete segnalato ha quel post sulla sua bacheca dal 2017, e se ne infischia dei tanti che le hanno fatto presente la cosa come bufala. Perché evidentemente le fa molto più piacere vedere come il post a distanza di anni generi ancora like e condivisioni. Chi si comporta così rientra negli avvelenatori di pozzi, anche se non lo fa con uno scopo recondito, anche se la motivazione è solo personale narcisismo e necessità di farsi notare…

Non credo sia necessario aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su Paypal! Può bastare anche il costo di un caffè!