Non so se questa faccenda comincerà a circolare massivamente, ma me l’avete segnalata e ritengo sia il caso di prevenire eventuali sciocchini che la diffondano più di quanto sia già stato fatto.

Su EuroNews il 12 giugno è stata pubblicata questa fotografia:

Con questo testo ad accompagnarla:

San Paolo resta una delle città più colpite dall’infezione e nonostante tutto ha deciso di allentare le misure di contenimento.

Mentre a Rio alcune vittime sono state sepolte nella spiaggia di Copacabana.

Nella foto è vero che si vedono alcune croci sulla spiaggia, come se ci fossero delle tombe, ma davvero hanno seppellito la gente in spiaggia?

Ovviamente no.

Come riportano tutte le altre testate mondiali si tratta di una protesta, persino RaiNews, non nuova a cascare in certe bufale, riporta la storia nella maniera corretta:

Tombe sulla spiaggia di Copacabana a Rio: la protesta contro la gestione dell’emergenza Covid-19 Cento tombe simboliche sulla spiaggia di Copacabana che per un giorno si è trasformata da ‘hot spot’ turistico a cimitero per ricordare, tra l’altro, l’inferno di Manaus e puntare ancora il dito contro il presidente Bolsonaro.

Purtroppo sappiamo come funzionano certe cose: quelle foto delle tombe per protesta, una volta che vengono estrapolate dal contesto, possono diventare qualsiasi cosa, e la gente che ci crederà sarà sempre troppa.

Speriamo che la bufala non diventi in alcuna maniera virale, noi la inseriamo a fini d’archivio per quando, tra cinque o dieci anni, qualcuno tirerà fuori la foto per raccontare una storia inventata.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!