MERS

Avete sentito parlare della MERS? È una sindrome respiratoria di origine virale, più precisamente un tipo di coronavirus, che dal 2012 ha cominciato a diffondersi nella penisola arabica che è tornato alla ribalta nell’ultimo mese. Simile alla più famosa SARS di qualche anno fa, attacca le vie respiratorie ed è molto pericoloso, infatti la mortalità è molto più alta. Adesso che un cittadino americano di ritorno dalla Arabia Saudita ha presentato i sintomi ed è stato ricoverato la malattia ha ricevuto maggiore attenzione ed è il momento per gli allarmismi di rito. Ed ecco Terrarealtime

Il virus mortale MERS si diffonde ed è fuori controllo in Arabia Saudita, salta in Egitto e comincia una pandemia globale

Da tempo è stato riconosciuto, dagli osservatori intelligenti, un superbatterio con pandemia globale inevitabile.
L’umanità ha creato le condizioni ideali alla sua diffusione: carenze nutrizionali globali, sistemi immunitari indeboliti, elevata densità abitativa , diffusi e veloci viaggi internazionali  e l’abuso sistematico di antibiotici sono la causa della diffusione di malattie causate da superbatteri .
Super batteri resistenti ai farmaci come MERS (sindrome respiratoria Medio Oriente) sono immuni al 100%  a ogni trattamento medico convenzionale esistente. Non vi è alcun antibiotico, nessun vaccino, nessun farmaco e nessun trattamento praticato dalla medicina occidentale che può fermare questi batteri … e  infezioni  mortali.  Ora  sappiamo che sta diffondendosi incontrollatamente in Arabia Saudita, a seguito di una pandemia esplosiva che dispone di esperti di malattie infettive che ci danno l’allarme.
Ah, maledetta medicina occidentale. Ci stanno parlando di una infezione virale quindi ci informano che la diffusione di questa sindrome è per colpa dei superbatteri. Batteri. Logico. L’errore, oltre che di concetto, e mi fermo qui, è dovuto al fatto che il loro articolo sia la traduzione di un altro in inglese su Naturalnews , dove si utilizza il termine superbugs che altro non è che la versione colloquiale di “patogeni resistenti alle medicine”, e possono essere batteri, virus, funghi o parassiti. Tra i quattro non vorrai mica scegliere quello giusto per fare informazione, no? 
A parte i viaggi internazionali veloci (che ci sono comunque da almeno 50 anni) e l’abuso di farmaci, le altre “cause” sono presenti da sempre e da sempre influenzano la diffusione delle malattie, quindi niente di nuovo. Attingendo principalmente ai dati diffusi da un blog di un virologo australiano ci informano sulla diffusione della malattia dalla penisola arabica all’Egitto, di come gli operatori sanitari e infermieri a contatto con i malati siano esposti alla malattia (che è un problema sempre sottovalutato, gli infermieri ed infermiere andrebbero ringraziati di più per i rischi che si prendono) e che i casi siano in crescita. Fino a qui tutto bene, diciamo così,  la follia complottista prende corpo poco dopo
Così ora abbiamo il primo caso documentato di MERS che attraversa i confini e diventa un superbatterio internazionale. E ‘solo una questione di tempo prima che visitatori de l’Arabia Saudita portino questo superbatterio in altre nazioni.
Falso. Pensate che già nel 2013 c’è stato un caso in ITALIA, e negli ultimi 2 anni questi sono i paesi dove c’è stato almeno 1 caso
WORLD-map-MASTER_MERS
Quindi è già così, da anni, dettagli. Ma il nostro top player sta per entrare in gioco
Cosa c’è di particolarmente allarmante nella diffusione della MERS? Che tutti gli strumenti della medicina occidentale – farmaci, vaccini, chirurgia – sono completamente e assolutamente inutile contro la MERS e molti altri superbatteri.
Così, quando i pazienti vengono infettati e vanno in ospedale, gli ospedali non hanno nulla da offrire loro, tranne, forse, l’esposizione ad altri superbatteri che si stanno ora  dilagando attraverso gli ospedali. La metà di tutte le camere di degenza sono infettate con superbatteri , i superbatteri stanno  uccidendo 48.000 pazienti all’anno solo negli Stati Uniti . Superbatteri mortali stanno addirittura infettando gli ospedali della California e le case di cura .
Gli ospedali di medicina occidentali sono legati agli interessi di Big-pharma, così che  rifiutano di prescrivere trattamenti che non sono brevettati da aziende farmaceutiche. Questo significa che gli ospedali si rifiutano di prescrivere trattamenti a base di erbe che possono bloccare le infezioni MERS come la formula “Minor Blu Green Dragon“, che contiene un efficace ingrediente anti-pandemia che è stato bandito dalla FDA .
(Ho lasciato i link originali per chi volesse approfondire nei dettagli le loro fonti) Saprei a che tipo di chirurgia sottoporre chi scrive queste cose, ma lasciamo da parte le mie opinioni. La scoperta dell’acqua calda è sempre dietro l’angolo, e va condita con vittimismo, complottismo e allarmismo. Basta cercare su internet o chiedere a qualcuno che lavora in un ospedale, il rischio di prendersi qualcos’altro durante i ricoveri è un problema che esiste da sempre, ma questo cosa avrebbe a che fare con la MERS? La MERS è causato da un superbug? Seguendo il loro discorso Big Pharma è sempre dalla parte del torto: se hanno il vaccino o la cura ci vogliono lucrare e basta, se non li hanno è comunque colpa loro, perchè ci vogliono morti. Ricordando ancora che i clienti morti non pagano, l’ennesima dimostrazione di malafede è la parte riguardante il Minor Blu Green Dragon, che è prodotto con la ephedra, che la FDA americana ha davvero bandito nel 2004. La FDA ha vietato di vendere integratori a base di ephedra in quanto è considerato pericoloso (e i loro dubbi a riguardo risalgono al 1997) anche perchè gli importatori , specialmente dopo la grande paura della SARS, cominciarono a venderli come la solita panacea di tutti i mali (influenze, allergie, infarto e patologie connesse). E poi basta con sti medicinali che devono essere testati per la miseria, abbiamo bisogno di una cusa miracolosa adesso. Cosa avrà di così miracolosa questa erba cinese da renderlo così efficace (a parte la figata di essere cinese ovviamente)?
Because of this banning of Ma Huang by the FDA, ephedra is no longer available in any Chinese Medicine formulas sold throughout the United States. While alternatives have been attempted, none have proven nearly as effective because the primary purpose of Ma Huang in these formulations is to open the pores and allow sweating to occur as part of the body’s process for eliminating the bird flu virus.
Science at its finest: è la sua proprietà nell’aprire i pori della pelle per farci sudare a farci guarire dalla SARS (e quindi logicamente qualsiasi virus simile come la MERS). Come sempre i complotti sono contro le cose più efficaci: facendoci sudare guariamo dai coronavirus, non ci vogliono far sudare gli assassini della FDA. Che poi scommetto che in Italia gli integratori ci siano, quindi siamo a posto nel caso di pandemia, ma dato che stanno copiando un articolo dal un sito americano bisogna avere qualcosa di cui lamentarsi, altrimenti che allarmismo è? Molto significativo è questo passo a proposito della formula segretissima (che viene pubblicata su internet) della cura miracolosa
Here’s the formula for making Minor Blue Green Dragon, a formula with over 2,000 years of epidemiological evidence behind its efficacy and safety. It is this formula that helped save large regions of China from ancient pandemics that threatened the nation.This formula is offered as-is, without warranty, under the First Amendment of the United States Constitution, and with the understanding that you will seek the help of a qualified Chinese Medicine practitioner before attempting to acquire, manufacture or consume this remedy
Quindi la formula ha 2000 anni di efficacia dimostrata sul campo, ma ci viene offerta senza nessuna garanzia, facendo addirittura leva sul Primo Emendamento per pararsi il culo da eventuali accuse. Fidati, funziona, ma se non dovesse funzionare ricordati che io sono libero di dire quello che voglio, ti sto solo raccontando una storia. Non vi ricorda qualcuno? (hint: le Iene e Stamina)
Gli articoli sono totalmente inutili in quanto non ci parlano della malattia. Come si diffonde? Chi è stato colpito? Quali sono i sintomi? Come posso capire se è MERS? Niente, nulla, solo numeri per spaventare. Però bisogna gridare allo scandalo. Nell’aggiornamento più recente la WHO ricorda di prendere tutte le precauzioni classiche per evitare il contagio tra i pazienti e le altre persone negli ospedali e le varie buone regole per limitare la diffusione di questi virus (stare lontani dagli animali, lavarsi sempre bene le mani per esempio)  e che al momento non ci sia la  necessità di restrizioni dei viaggi o di screening particolare. Per il momento: ovviamente bisogna rimanere vigili, è una malattia con una alta mortalità e più facile da diffondere dello spauracchio ebola, ma attingendo sempre dallo stesso blog
MERS-cases-by-day-Mar-Apr-2014
al 4 Maggio il trend dei contagi è in calo. Dopo il picco degli ultimi giorni di Aprile sembrerebbe che la situazione si stia stabilizzando. Purtroppo per gli sciacalli non moriremo tutti di MERS.
“Ah allora va tutto bene per voi!” No, non bisogna cantare vittoria, ma non c’è motivo alcuno per urlare in giro maledicendo Big Pharma perchè un nuovo virus sta uccidendo la gente e ancora non hanno la cura, anche se  in realtà non servirebbe perchè basta prendere delle pastiglie di piante cinesi a quanto pare. Lo scopo di articoli come quelli è sempre lo stesso: creare panico, buttare lì qualche bugia e lamentarsi per i mancati guadagni di chi sfrutta la “medicina alternativa”.

Ricordatevi di amare col cuore, ma per tutto il resto di usare la testa.

neilperri @ butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!