AGGIORNAMENTO:

Quanto segue è un articolo del 2014 che si riferiva ad una notizia di quell’anno. La notizia ha avuto un’evoluzione e ho scritto un nuovo articolo nel 2017, lo trovate qui.

tuamorfanotrofio

Questa storia sta venendo sbufalata e trattata su tantissime testate perché in poco tempo ha fatto davvero il giro del mondo e del web. La storia è di quelle tragiche se non l’avete ancora vista girare: una studiosa di storia (Catherine Corless) avrebbe scoperto che tanti bambini sono morti presso un orfanotrofio cattolico a Tuam in Irlanda. La notizia non è di per se nuova, già nel 1975 si erano trovate ossa all’interno di un serbatoio per le acque nere…(una fogna) .  Ma la notizia passata in questi giorni sembrava quantificare il numero di quei cadaveri gettati in una fogna nel corso del secolo scorso: 796, mica pochi.

Mother+and+ba+home

La storia inizia a girare moltissimo, tutti a puntare il dito contro la chiesa che avrebbe nascosto la cosa, tanti indignati che usano la cosa a riprova del marciume nel mondo cattolico, ma…

…ma ci sono delle incongruenze nella storia, il serbatoio dove furono trovate le ossa viene descritto nel 1975 come non più grande di un tavolino da tè, un rettangolo di poco conto, come possono esserci stati sepolti 796 bambini? Gettati (dumped) come sacchi della spazzatura?

MI-Children-Galway-1930

E difatti ecco che tre giorni dopo la notizia originale è uscita una rettifica della studiosa stessa, che corregge i titoloni. Lei non ha trovato 796 cadaveri, ma solo documentazione che presso quella struttura in questo secolo sono morti 796 bambini, per malattie varie, dal morbillo alla tubercolosi da una polmonite ad una semplice infezione. Stiamo parlando di anni in cui la penicillina in Irlanda veniva iniettata solo presso una struttura di Belfast, principalmente a protestanti.

IL numero dei morti è alto, ma una veloce ricerca sul web dimostra che non è più alto di quello in tantissime altre zone d’Irlanda durante il secolo scorso, insomma un numero elevato che purtroppo rientra nelle statistiche, statistiche di un epoca buia come spiega il Telegraph inglese:

 Let’s be clear: what happened at Tuam was tragic and inhuman. Western society, both Catholic and Protestant, used to regard illegitimacy as a curse and tried to discourage it with social stigma. The result was women either driven to backstreet abortions or into the margins of society, their children raised as a kind of “non-people”.

che tradotto…

Cerchiamo di essere chiari: quello che è successo a Tuam è tragico e disumano. La società occidentale, sia cattolica che protestante, è stata solita vedere i figli nati al di fuori del sacramento  come una maledizione e ha cercato di scoraggiare la cosa con disapprovazione sociale. Il risultato è stato spingere le donne agli aborti clandestini o relegarle ai margini della società, e i loro figli allevati come delle “non-persone” (degli invisibili).

Alla fine dei conti probabilmente come si sono trovati i documenti che attestano la morte di questi poveri invisibili si scoprirà che sono stati seppelliti in un campo vicino, senza venire “gettati via” ma comunque abbandonati all’oblio. La studiosa ha il sospetto di sapere anche il punto esatto dove questi bimbi siano seppelliti, ora si attende che venga dato il permesso alle ricerche.

Il Telegraph sulla vicenda ha scritto un bellissimo articolo che suggerisco a tutti di leggere, e se non sapete l’inglese esiste la veloce estensione traduci di google, che non riesce a fare miracoli ma rende l’idea per i meno pratici! Volendo esiste anche la versione sull’Irish Times che per primo ha messo in dubbio la storia…

image538f65a58fb423.84771080